Welcome to Come Don Chisciotte
 
 

  USER PANEL

. Home
. Archivio per Data
. Cerca
. Il Forum
. Il Tuo Profilo
.
Messaggi Privati
. Pubblica
. Segnala Questo Sito
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI NEL FORUM
entra nei forum

. Notizie dal mondo

. Notizie dall'Italia

. Opinioni

. Segnalazioni

. Cinema

. Libri

. Musica

 

  FORUM: ULTIMI ARTICOLI


 Siria: presto un'invasione turca?
 Ipotesi di multona da 150k ai dissidenti M5$ : sconcerto !
 Il pub di Orwell
 Cannoli puntati contro il Pd
 nuovi mutui,se salti due rate ti pignorano la casa
 Regeni trovato con orecchie mozzate,passaporto e cell sparit
 Dinucci - Bandiera Usa sull’Europa
 L'autodistruzione è servita...
 Becchi - Adozione gay, dietro M5s ci sono...
 La Albright minaccia e la Merkel tradisce
 Chicche per signore - n.4
 UniChicago: entanglement a temperatura ambiente
 Berlino e Parigi in pressing x imporci il “super” ministro
 Analisi-Bomba del FT:x l'Europa serve il banchiere di H
 Il Modello Economico Cubano. Una visione critica socialista

Come Don Chisciotte Forums

 

  UTENTI

Benvenuto, anonimo
Nickname
Password
(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: Alias
News di oggi: 0
News di ieri: 0
Complessivo: 8669

Persone Online:
Visitatori: 1198
Iscritti: 33
Totale: 1231

Online ora:
01 : Denisio
02 : Black_Jack
03 : MM
04 : stodler
05 : ottavino
06 : tao
07 : clausneghe
08 : Tizio8020
09 : patmar111
10: PietroGE
11: riefelis
12: falkenberg1
13: Matt-e-Tatty
14: neroscuro2014
15: danielozma
16: numa
17: Vetter
18: Arcadia
19: giannis
20: ferros
21: boemo66
22: Georgejefferson
23: albertoconti
24: Servus
25: penta
26: Hamelin
27: scifraroc
28: marztala
29: maristaurru
30: wrighi
31: pippospano
32: Prischia
33: olmo
 

 

La netiquette di ComeDonChisciotte: alcune norme minime per la convivenza e il dialogo costruttivo nel sito





UNA PRESENTAZIONE DI TRUMAN BURBANK
 

  LETTURE SEGNALATE

Crocifissioni riprese dallo smartphone. Antropologia politica di Isis

Cassazione a Napolitano: tornare subito al voto

Libertà e Giustizia: Verso la svolta autoritaria

Marco Mamone Capria - Vivisezione: un po' di chiarezza sul dibattito in corso

Perché nessuno stato ha il Credito pubblico?

GZ - Più Moneta Creano più ti Dicono che non ci Sono Soldi

Il Sussidiario - Una nuova mega-bolla finanziaria ci darà la ripresa

Antonio Camuso - Kabul: stragi di piloti e guerre tra contractor

Rigamo - La notte dei Ganzer viventi

Marco Mamone Capria - La scienza in una società democratica

Giulio Sapelli - Col potere ai professori venne l’inverno della nostra civiltà

Bagnai - Crisi finanziaria e governo dell'economia

Petras - Verso dittature tecnocratiche

 

 

Alfabeta2

andreacarancini.blogspot.it

Appello al Popolo

ArruotaLibera

Alberto Bagnai

Carlo Bertani

Bye Bye Uncle Sam

Campo Antimperialista

Franco Cardini

Carmilla Online

Marco Cedolin

Civium Libertas

Clarissa

Cobraf

COMIDAD

Conflitti e Strategie

Eddyburg

Eurasia

Free Animals

Geopolitica

Geopoliticamente

Giornale del Ribelle

Fulvio Grimaldi

Iceberg Finanza

Io Non Sto Con Oriana

Karlmarxplatz

Kelebleker

Libre Idee

Domenico Losurdo

Mainstream

Antonio Mazzeo

Megachip

Nazione Indiana

Nena News

nogeoingegneria.com

Eugenio Orso

Palestina Libera!

I Quaderni di Truman

Rinascita

Rischio Calcolato

Salamelik

Selvas

Senza Soste

Sinistra In Rete

Tlaxcala

Veganzetta

La Voce delle Voci

La Voce del Ribelle

Voci Dalla Strada

 

 

merkelkommando

fini

 

 

 

Alainet.org

Argenpress

Cubadebate

Daniel Estulin

Gara

Percy Francisco Godoy

InSurGente

La Haine

Kaos en la Red

La Jornada

Alberto Montero

Vicenç Navarro

Nueva Tribuna

Pagina/12

Rebelion

Sinpermiso

Adrian Salbuchi

Sur y Sur

Tercera Informacion

Visiones Alternativas

Rodolfo Walsh

 

 
 
Come Don Chisciotte: Geopolitica

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  Geopolitica E' IN ARRIVO IL CONTRATTACCO PETROLIFERO DI PUTIN ?

art_from_

FONTE: RESEAUINTERNATIONAL.NET

Nei prossimi mesi la Russia e l'organizzazione dei paesi esportatori di petrolio, (OPEC) e in particolare l'Arabia Saudita, potrebbero giungere a un accordo per pianificare una riduzione della produzione petrolifera, e questo potrebbe comportare un rialzo dei prezzi sul mercato dell'oro nero.

Nella situazione attuale è l'iniziativa russa che potrebbe esercitare un'influenza decisiva sul movimento verso l'alto dei prezzi del petrolio, secondo Business Insider[1]. Questa diminuzione della produzione di petrolio, sarebbe pianificata da parte dell' OPEC, e anche da parte dei paesi che non aderiscono al cartello, in particolare la Russia, secondo quanto prevede Helima Croft,   capo-dipartimento delle materie prime di RBC Capital Markets [2].

 
 
  Postato da davide il Mercoledì, 03 febbraio @ 08:50:00 GMT (3913 letture)
Leggi Tutto... | 2635 bytes aggiuntivi | 7 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica PERCHE' GLI USA HANNO DECISO DI DISTRUGGERE IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE ?

fmi-congresso

DI VALENTIN KATASONOV

strategic-culture.org

Come sappiamo, lo scorso Dicembre il Fondo Monetario Internazionale - dietro pressione del suo maggior azionista, gli Stati Uniti, ha messo in atto un cambiamento importante alle regole che governano le sue operazioni. D'ora in poi, il FMI può continuare a lavorare con i paesi che per un motivo o un altro non rispettano i loro impegni verso i membri del fondo (i loro creditori ufficiali). 
Per sette decenni il FMI è servito non solo come un finanziatore internazionale, ma anche, e soprattutto, come garante di ultima istanza dei prestiti che alcuni Stati membri rilasciano ad altri. Nel 1956, i maggiori paesi creditori hanno creato il Club di Parigi, un'organizzazione internazionale informale, che, insieme con il Fondo monetario internazionale, ha il compito di garantire il rimborso di prestiti e crediti emessi dai creditori ufficiali (sovrani). Ma il Fondo monetario internazionale è rimasta l'ultima «linea di difesa»

 
 
  Postato da davide il Martedì, 02 febbraio @ 23:10:00 GMT (2878 letture)
Leggi Tutto... | 10571 bytes aggiuntivi | 4 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica LA GUERRA FINANZIARIA ALLA CINA

cinahqdefault

FONTE: SENZASOSTE.IT

Ecco come il governo cinese tratta gli azionisti delle tante Banche dell'Etruria che sono fallite in questi mesi. Qui alcuni investitori di Ezubao, piattaforma di credito che fallendo ha lasciato a piedi 900.000 piccoli azionisti, incontrano la polizia.

https://www.youtube.com/watch?v=vuitHJchmiQ

Quella che i tg chiamano genericamente "la speculazione finanziaria" è un fenomeno un po' diverso da come ci viene venduto.

 
 
  Postato da davide il Martedì, 02 febbraio @ 15:28:19 GMT (2974 letture)
Leggi Tutto... | 3227 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica IRAN: LA NUOVA CINA?

qoo

DI PEPE ESCOBAR

juancole.com

Se l’Iran riuscisse ad avere un programma di sviluppo economico simile a quello cinese migliorerebbe significativamente la propria rilevanza geopolitica.

Si parla di 50-50 se si cerca di stabilire chi sia più stakanovista a livello geopolitico al giorno d’oggi tra il presidente cinese Xi Jinping e quello iraniano Hassan Rouhani.

 
 
  Postato da davide il Lunedì, 01 febbraio @ 23:10:00 GMT (2331 letture)
Leggi Tutto... | 8247 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0
 

 
  Geopolitica OPERAZIONE "TIMBER SYCAMORE": LA GUERRA SEGRETA DELLA CIA IN SIRIA

timber

DI MAXIME CHAIX

mondialisation.ca

Un articolo del New York Times ha appena svelato il nome in codice della guerra segreta multinazionale della CIA in Siria: si tratta dell'operazione Timber Sycamore, che significa “Legno di Platano”. Nel 1992 i ricercatori siriani Ibrahim Nahal e Adib Rahme pubblicarono uno studio secondo il quale «il legno di platano d'Oriente può essere classificato tra le specie a crescita relativamente rapida in confronto a faggio e querce». I gruppi ribelli, soprattutto jihadisti, che hanno proliferato in Siria a partire dall'estate 2011, potrebbero dunque essere considerati come dei “platani d'Oriente” per via della loro “crescita rapida” – senza che qualcuno possa legare facilmente il nome in codice di questa operazione clandestina della CIA con il fenomeno biologico.

 
 
  Postato da davide il Lunedì, 01 febbraio @ 09:25:00 GMT (2698 letture)
Leggi Tutto... | 21324 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica LA FED METTE IN CRISI L'AMERICA LATINA DICHIARANDO LA GUERRE DELLE VALUTE

Yellen

DI ALFREDO JALIFE-RAHME

jornada.unam.mx

In questo articolo che ha fatto molto rumore in America Latina, Alfredo Jalife-Rahme assicura che il rialzo di un quarto di punto dei tassi di interesse della Fed non è legato all'economia degli Stati Uniti, ma risponde a una strategia internazionale. Prevede che tra le conseguenze vi saranno dei problemi economici molto gravi in America Latina e tra i Brics (BRICS è un acronimo per associare i cinque maggiori paesi economicamente emergenti: Brasile, Russia, India, Cina e SudAfrica). Se nessuno Stato latino americano sembra in grado di prendere contromisure, Mosca potrebbe prendere un'iniziativa nei prossimi giorni.

 
 
  Postato da davide il Sabato, 30 gennaio @ 17:10:00 GMT (3158 letture)
Leggi Tutto... | 12322 bytes aggiuntivi | 1 commento | Voto: 0
 

 
  Geopolitica TUONA IL RUBLO, MERCATI IN FIAMME

Franklin

DI PEPE ESCOBAR

rt.com

Diciamolo: per i Russi sarebbe un enorme spreco di sudatissima valuta estera tentare di contrastare un attacco alla loro valuta, un attacco che semplicemente non sono in grado di contenere da soli, poiché l’intero potere finanziario statunitense è contro di loro.

La Banca Centrale Russa ora dovrebbe vendere rubli a tutto spiano e costruirsi le riserve auree.

Beh, in un certo modo, sta accadendo. La settimana scorsa, la Banca Centrale della Russia ha stimato che le sue riserve auree hanno raggiunto nel 2015 le 1.415 tonnellate, di oltre il 17% in più rispetto al 2014, per un valore di quasi $48,6 miliardi. La quota di oro monetario delle riserve in valuta estera della Russia è passata dal 11,96 al 13,18 %.

 
 
  Postato da davide il Mercoledì, 27 gennaio @ 23:10:00 GMT (5909 letture)
Leggi Tutto... | 10078 bytes aggiuntivi | 9 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica ANDARE A TAVOLETTA: L’ACCORDO SUL GAS TRA ITALIA ED IRAN GETTA NELLA POLVERE LE SANZIONI

 rohani

FONTE: SPUTNIKNEWS.COM

L’accordo raggiunto tra la compagnia di sviluppo per gas e petrolio Saipem e la Compagnia Nazionale del Gas iraniana durante la visita in Italia del Presidente Rouhani è notevole per i propri benefici sia politici sia economici. Così ha sostenuto l’esperto di energia Omid Shokri

Lunedì la Saipem italiana e la NIGC iraniana hanno firmato un memorandum d’intesa per cooperare in grandi progetti riguardo il gas naturale ed il petrolio in Iran.

 
 
  Postato da davide il Martedì, 26 gennaio @ 23:10:00 GMT (3178 letture)
Leggi Tutto... | 3628 bytes aggiuntivi | 7 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica VENTUNESIMO SECOLO: UN' EPOCA DI FRODI

11234

DI PAUL CRAIG ROBERTS

paulcraigroberts.org 

Negli ultimi anni del XX secolo la frode diventò un elemento stabile della politica estera USA sotto una nuova forma. Sotto falsi pretesti Washington smantellò la Jugoslavia, poi la Serbia, tutto allo scopo di portare avanti una agenda mai dichiarata. Nel XXI secolo la stessa frode si è replicata molteplici volte: Afghanistan, Iraq, Somalia e Libia sono state distrutte; l’Iran e la Siria avrebbero fatto certamente la stessa fine se il Presidente Russo non avesse preso misure preventive affinchè ciò che ciò accadesse.

 
 
  Postato da davide il Lunedì, 25 gennaio @ 06:00:00 GMT (3767 letture)
Leggi Tutto... | 10666 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica COME HITLER ARRIVO' AL POTERE

imkigra 

DI TYLER DURDEN

zerohedge.com

Hitler giunse al potere per una serie di motivi documentati, alcuni dei quali erano razionali, altri emotivi. In ogni caso, il mondo continua a chiedersi come un pazzo furioso abbia potuto salire al potere in Germania e la maggior parte dei tedeschi, fino ad oggi, continua a fare di tutto pur di evitare un altro movimento autoritario.
 
Anche se credo che (questo sentimento) oggi sia ancora vivo, un grande movimento autoritario sta guadagnando terreno (il fondamentalismo dei migranti), ma il popolo tedesco sembra essere cieco, tanto da non comprendere una nuova forma del totalitarismo o è talmente terrorizzato che questo accada di nuovo in Germania, da non essere in grado di resistere.
 
 
  Postato da ernesto il Domenica, 24 gennaio @ 09:25:00 GMT (5225 letture)
Leggi Tutto... | 9096 bytes aggiuntivi | 25 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica I SEGRETI DIETRO IL PROSSIMO CROLLO MONDIALE

Davos

DI PEPE ESCOBAR

sputniknews.com

Il Forum Economico Mondiale di Davos è sommerso da uno tsunami di smentite, e persino di smentite che non smentiscono, che sostengono non ci sarà un seguito al crollo economico del 2008

Ma ci sarà … ed il palcoscenico è già pronto.

Trader del Golfo Persico selezionati, tra cui alcuni occidentali che operano nel Golfo confermano che l’Arabia Saudita sta scaricando almeno un trilione di dollari in titoli e schiacciando i mercati a causa degli ordini dei Padroni dell’Universo – quelli che stanno a capo della pietosa presidenza di Barack Obama.

 
 
  Postato da davide il Sabato, 23 gennaio @ 18:39:09 GMT (7010 letture)
Leggi Tutto... | 9904 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0
 

 
  Geopolitica LA FEDERAL RESERVE DA' IL VIA ALLE OSTILITA'

11s3.reutersmedia.net

DI ARIEL NOYOLA RODRIGUEZ

reseauinternational.net

Il sistema della riserva federale  degli Stati Uniti (acronimo FED) ha finito col farlo: ha dichiarato aperte le ostilità mercoledì 16 dicembre alle ore 14 (ora di Washington DC), annunciando la decisione di alzare il prezzo del denaro dello 0,25%. In questo modo, il tasso d'interesse dei fondi federali (federal funds rate), quello che le banche si applicano fra di loro per i prestiti d'un giorno, è passato da un massimo del 0,25% dal 2008 ad un nuovo livello oscillante tra lo 0,25% e lo 0,5%. Si tratta del primo aumento dei tassi d'interesse in quasi dieci anni. L'ultima volta era stato nel 2006, quando si cominciavano ad intravvedere i primi segni della crisi dei subprime negli USA. È risaputo che già da un po' di tempo la presidente della FED, Janet Yellen, avesse avvisato il mondo intero che lo avrebbe fatto il più presto possibile, ossia alzare i tassi d'interesse sui fondi federali, elemento fondamentale nella determinazione del costo del credito a livello internazionale.

 
 
  Postato da davide il Venerdì, 22 gennaio @ 23:10:00 GMT (3164 letture)
Leggi Tutto... | 10437 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0
 

 
  Geopolitica E' PARTITA L'AGENDA NASCOSTA CONTRO MOSCA. TRA RUBLO AI MINIMI, NEGAZIONE DELLA REALTA' E SPY STORY

 moscow

DI MAURO BOTTARELLI
 
rischiocalcolato.it

Mario Draghi ha venduto l’ennesimo rinvio all’ampliamento del piano di QE ai mercati, i quali come bravi cani di Pavlov se lo sono bevuti nella speranza di un bel mini-rally di correzione dai tonfi che permetta loro di scaricare al parco buoi gli assets che rischiano di diventare rapidamente radioattivi. Per Draghi, “i rischi al ribasso per l’area euro sono aumentati nel nuovo anno per l’incertezza nei Paesi emergenti, la volatilità sui mercati finanziari e l’instabilità geopolitica. Questo crea pressioni al ribasso sull’inflazione: sarà quindi necessario rivedere ed eventualmente riconsiderare la nostra posizione di politica monetaria nel nostro prossimo incontro ai primi di marzo”.

 
 
  Postato da davide il Venerdì, 22 gennaio @ 11:00:00 GMT (3785 letture)
Leggi Tutto... | 15528 bytes aggiuntivi | 4 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica LA CINA HA IL CONTROLLO DEL PUZZLE AFGHANO ?

vv 

DI PEPE ESCOBAR

rt.com

Proprio come Lazzaro, ci sono ragioni di pensare che il processo di pace in Afghanistan possa essere stato resuscitato lo scorso lunedì ad Islamabad, dato che quattro importanti attori della scena – Afghanistan, Pakistan, USA e Cina – si sono messi a sedere allo stesso tavolo.

L’esito finale, in ogni caso, non è stato di certo strabiliante: “I partecipanti hanno posto enfasi sull’immediata necessità di un dibattito diretto tra i rappresentanti del Governo afghano e quelli dei gruppi talebani in processo di pace che punti a preservare l’unità, la sovranità e l’integrità territoriale in Afghanistan.”

 
 
  Postato da davide il Giovedì, 21 gennaio @ 23:10:00 GMT (1682 letture)
Leggi Tutto... | 10570 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0
 

 
  Geopolitica IL PIANETA DELLA PAURA

marco-ferrarin

DI PEPE ESCOBAR

strategic-culture.org

Stare di fronte al luccicante skyline di Doha nell’inverno del Golfo Persico è una vista meravigliosa. Molte nazioni lì attorno si stanno disintegrando e le rimanenti – eccezion fatta per l’Iran – non hanno né la leadership politica né le infrastrutture economico-politiche per opporsi a qualsiasi tsunami colpirà le loro spiagge. Non sono altro che spettatori spaventati.

L’Impero del Caos ha un arsenale da guerra dispiegato a distanza di tiro sufficiente a ridurre il Sudest Asiatico in cenere – dato che un gruppo dei soliti sospetti nella Beltway, neocon e neoliberalcon, continua a non trovare pace per i propri pruriti per “vincere davvero la prossima guerra”, in una sorta di Shock and Awe in crescita esponenziale.

 
 
  Postato da davide il Mercoledì, 20 gennaio @ 06:14:25 GMT (4372 letture)
Leggi Tutto... | 11304 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica PER ISRAELE L'IRAN RIMANE UNA MINACCIA ANCHE DOPO L'ACCORDO NUCLEARE

ia

FONTE: JPOST.COM

Il Ministro della Difesa incontra Bob Work a Tel Aviv; poi dichiara a Radio Israele: l'Iran rimane una minaccia anche dopo l'accordo sul nucleare. 


Israele si trova ad affrontare sfide per faide convenzionali e non convenzionali, tra cui una vasta gamma di minacce di missili e razzi, ha dichiarato il ministro della Difesa Moshe Ya'alon durante un incontro con il vice segretario alla Difesa, Rob Work in visita giovedì a Tel Aviv.

Le sfide sulla sicurezza che Israele sta affrontando relative allo spazio, all'aria, al mare, fuori terra e sotterranee, sottolineano l'importanza della tecnologia e la necessità di condividere informazioni ed esperienze con gli Stati Uniti, ha aggiunto Ya'alon.

 
 
  Postato da davide il Giovedì, 14 gennaio @ 20:20:31 GMT (1317 letture)
Leggi Tutto... | 3994 bytes aggiuntivi | 4 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica INTERROGATIVI SULLA STRAGE DI TEDESCHI A ISTANBUL

 

DI GIULIETTO CHIESA

megachip.globalist.it

Mi pare sempre più chiara l'esistenza di una strategia volta a colpire "la Francia e la Germania".
Non intendo parlare dei francesi e dei tedeschi, che sono le vittime. Intendo dire Francia e Germania come Stati. Intendo dire Merkel e Hollande, come capi.

 
 
  Postato da davide il Giovedì, 14 gennaio @ 07:38:20 GMT (5197 letture)
Leggi Tutto... | 1527 bytes aggiuntivi | 14 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica FUKUSHIMA OGGI

/july2010

DI ROBERT HUNZIKER

counterpunch.org

In tutto il mondo il termine “Fukushima” è diventato sinonimo di disastro nucleare e di assenza di soluzione dei problemi. Ai giorni nostri Fukushima è probabilmente una delle catastrofi meno comprese poiché nessuno sa né come riparare al danno né la vera entità del problema stesso. Essa si trova infatti  in un territorio pressoché inesplorato dove la fusione del nocciolo regna  indisturbata. Come un genitore eccessivamente premuroso la TEPCO si limita a monitorare la situazione continuando però a compiere errori.

 
 
  Postato da davide il Mercoledì, 13 gennaio @ 23:10:00 GMT (5658 letture)
Leggi Tutto... | 14521 bytes aggiuntivi | 8 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica MEMENTO

 

bomba 1

DI ALESSANDRA DANIELE

carmillaonline.com

Da sempre, in guerra il corpo delle donne è considerato sia territorio di conquista che strumento di propaganda. Anche in questo l’attuale Scontro di Civiltà rimette in scena ancora una volta gli stessi schemi millenari.
Ed è una grande occasione per gli imbonitori della Civiltà Occidentale quando il Nemico recita il suo ruolo in modo tanto diligente, quando sa corrispondere così accuratamente ai peggiori stereotipi. Alcuni degli aggressori di Colonia avevano addirittura in tasca un copione.

 
 
  Postato da davide il Lunedì, 11 gennaio @ 08:58:38 GMT (3567 letture)
Leggi Tutto... | 4254 bytes aggiuntivi | 23 commenti | Voto: 0
 

 
  Geopolitica INTANTO LA NOTIZIA DEL SECOLO PASSA IGNORATA. SAUDITI, PETROLIO, UN SECOLO DI GUERRE. IL NOSTRO FUTURO

princemohammed

DI PAOLO BARNARD

paolobarnard.info

Non è una battuta: la notizia del secolo non è apparsa qui, nell’Italdiarrea, da nessuna parte in prima pagina. Ma prima di leggerla, un attimo di pazienza, mio 0,2%

Nel 1956 Francia, Israele e la Gran Bretagna tentarono di distruggere l’Egitto. Furono fermati dal presidente USA Eisenhower. Il gioco non era Suez, che era solo un’idea, ma il petrolio. Sapeva, il Dipartimento di Stato USA, che quel branco di pecorari e mezzi bruti dei Sauditi avevano la risorsa del futuro, pronta all’uso, perché, cari, dovete sapere un fatto: da cosa dipende la preminenza mondiale del petrolio dei Sauditi su Nigeria, Russia, Venezuela, e altri dell’OPEC? Dipende dal fatto che il greggio Saudita è praticamente già benzina, basta dare un calcio a una roccia in quel Paese di regnanti psicopatici – finanziatori ieri di Bin Laden, oggi del

 
 
  Postato da davide il Domenica, 10 gennaio @ 09:20:00 GMT (10969 letture)
Leggi Tutto... | 8334 bytes aggiuntivi | 30 commenti | Voto: 0
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI DAGLI UTENTI

miopia

STAR WARS EPISODIO VII: IL DECLINO DELL'IMPERO AMERICANO

QUALE CULTURA NELLA DECADENZA

APPELLO DI CAPODANNO AL POPOLO ITALIANO

IL QATAR SVELATO

DISOBBEDIAMO!

LA RABBIA DI UN PENSIONATO… GRANDE “EVASORE FISCALE”!

GHOST SECURITY GROUP: “ANONYMOUS HA STRATEGIA INADATTA E OBSOLETA”

EVITIAMO DI DARE ALL’ISIS ESATTAMENTE QUELLO CHE VUOLE

RIFLESSIONE SUGLI ATTENTATI

LE RAGIONI DEGLI STATI, GLI STATI SENZA RAGIONI

 

 

Venerdì, 08 gennaio
· LITIGIO TRA SAUDITI E IRANIANI: UNA NUOVA SCHERMAGLIA NELLA GUERRA DEL PETROLIO
· SU E GIU': LUNGO LE SCALE DELLA STORIA
Giovedì, 07 gennaio
· BOMBA H: UN TEST ANDATO BENE
Mercoledì, 06 gennaio
· DALLO STATO DI DIRITTO ALLO STATO DI SICUREZZA
· PERCHE’ LA TERZA GUERRA MONDIALE SI PROFILA ALL’ORIZZONTE
Lunedì, 04 gennaio
· L'FMI CAMBIA LE SUE REGOLE PER ISOLARE CINA E RUSSIA
Giovedì, 31 dicembre
· COME CAMBIARE IL MONDO IN TRE MOSSE FACILI FACILI
Lunedì, 28 dicembre
· IL PETROLIO, IL COTONE E IL FOSFATO DELLO STATO ISLAMICO SONO VENDUTI IN EUROPA
Domenica, 27 dicembre
· L’IMPERO DEL CAOS SI STA PREPARANDO PER ALTRI FUOCHI D’ARTIFICIO NEL 2016
Giovedì, 24 dicembre
· LA CORSA PER IL CONTROLLO DEL CONFINE SIRIANO SETTENTRIONALE
Lunedì, 21 dicembre
· IL QATAR SVELATO
Domenica, 20 dicembre
· I 10 TOP TRENDS PER IL 2016
Sabato, 19 dicembre
· VUOI LA GUERRA ? LA RUSSIA E' PRONTA ALLA GUERRA
· NEL 2016 LA SIRIA SARA' COME I BALCANI NEL 1914
Giovedì, 17 dicembre
· LA RUSSIA EFFETTUA FINO A 40 ATTACCHI AEREI AL GIORNO IN AIUTO AL FREE SYRIAN ARMY CHE COMBATTE I TERRORISTI
Mercoledì, 16 dicembre
· LA NATO STA ANDANDO ALL’ARIA IN SIRIA
Martedì, 15 dicembre
· LA CINA MUOVE I PRIMI PASSI PRUDENTI PER SPODESTARE IL DOLLARO
Lunedì, 14 dicembre
· DOVE FARANNO SCOPPIARE LE BOMBE UCRAINE ?
Sabato, 12 dicembre
· MEGLIO RENZI CHE PUTIN
Giovedì, 10 dicembre
· AYATOLLAH KHAMENEI: "GLI OCCIDENTALI CHE SONO IN LUTTO PER LA TRAGEDIA DELLA FRANCIA DOVREBBERO FERMARSI UN MOMENTO"
Mercoledì, 09 dicembre
· SIRIA: LA GUERRA DEFINITIVA DEL GASDOTTISTAN
Martedì, 08 dicembre
· STIAMO ASSISTENDO ALLO SCONTRO DI CIVILTA' ?
Lunedì, 07 dicembre
· GUERRA IBRIDA PER FRANTUMARE I BALCANI ?
Domenica, 06 dicembre
· ALBANIA: LA NUOVA UCRAINA ALLE PORTE DELL'ITALIA ?
Sabato, 05 dicembre
· COME LA RUSSIA STA SMANTELLANDO IL GIOCHINO TURCO IN SIRIA
Venerdì, 04 dicembre
· IL PIU' IMPORTANTE DISCORSO DI PUTIN IN ASSOLUTO
Giovedì, 03 dicembre
· DELL'ABBATTIMENTO DELL'AEREO RUSSO SU-24: UN'ANALISI NON ORDINARIA
· PERCHE’ LA TURCHIA HA PUGNALATO ALLA SCHIENA LA RUSSIA
· ALLA GUERRA A PASSI DA GIGANTE: GIGANTE DEMENTE
Mercoledì, 02 dicembre
· KISSINGER IL BOMBARDIERE
· HO IN MENTE UNA CURA MEDIEVALE PER TUTTI I VOSTRI CULI
Martedì, 01 dicembre
· MISSILE CONTRO IL GASDOTTO
Venerdì, 27 novembre
· LA GUERRA DEL SULTANO ERDOGAN... ALLA RUSSIA
· CHE SENSO HA UNA GUERRA MONDIALE “PREVENTIVA” CONTRO LA RUSSIA?
Martedì, 24 novembre
· LA TURCHIA HA ABBATTUTO UN AEREO RUSSO !
Lunedì, 23 novembre
· CIO' CHE CI INSEGNA LA SPAGNA DEL 1936 IN RELAZIONE ALLA SIRIA DEL 2015
Domenica, 22 novembre
· NELLA LOTTA ALL’ISIS LA RUSSIA NON FARA’ PRIGIONIERI
Sabato, 21 novembre
· I NUOVI SILURI NUCLEARI RUSSI POSSONO GENERARE TSUNAMI CHE SPAZZANO VIA INTERE CITTA’ COSTIERE
Venerdì, 20 novembre
· PARIGI: L’ORSO RUSSO E' USCITO DAL LETARGO …
Mercoledì, 18 novembre
· LA GUERRE EN ROSE

Articoli Vecchi
 

 

Activist Post

Agence Global

AlterNet

American Free Press

AntiWar

Asia Times

Awaken In The Dream

Axis of Logic

Billy Blog

Blackagendareport

Bloomberg

Business Insider

Cepr

Club Orlov

Clusterfuck Nation

Common Dreams

Countercurrents

Counterpunch

Daily Bell

Dandelion Salad

Dissident Voice

Earth Hope Network

Ecomonitor

End of the American Dream

End the Lie

Energy Bulletin

Europe

Chris Floyd

fpif.org

Geopolitics-Geoeconomics

Global Research

Icij.org

Idaho Observer

Information Clearing House

Iraq War

Keep Talking Greece

Killing Hope (William Blum)

Land Destroyer

Lew Rockwell

Media Lens

Moon of Alabama

Mark Morford

Mother Board

The Nation

Natural News

New Eastern Outlook

News Target

Opendemocracy

OpEd News

James Petras

Poor Richard!

Prison Planet

Project Censored

Raw Story

Real Currencies

Red Ice Creations

Rense

Russia Today

Lars Schall

Sott

Speaking Truth To Power

smirkingchimp.com

Sputnik news

Strategic Culture

Matt Taibbi

Taki's Mag

Webster Tarpley

Telegraph Blogs

Testosteronepit

Theautomaticearth

Thirteen Monkey

Tom Dispatch

Truth-out

Truth Seeker

21st Century Wire

Uruknet

Washington's Blog

wearechange.org

What's Left? (Stephen Gowans)

Who What Why

Xymphora

Zero Hedge

 

 

Acrimed

A l'Econtre

Alterinfo

Article 11

Basta!

Gilles Bonafi

Cadtm

Silvia Cattori

Michel Collon

Contretemps

Le Courrier

Dedefensa

Diploweb

Egaliteetreconciliation

Globalepresse

Greek Crisis

Infoguerre

L'Humanité

Marianne-en-ligne

Metropolitiques

Mondialisation.ca

Blog Monde Diplomatique

panamza.com

Pambazuka

Questions Critiques

Reflets

Reporterre

Réseau Voltaire

Rezo

Terrains de Luttes

 


 
 

La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Precisa che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e che in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere considerato responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi. La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

- messaggi non concernenti il tema dell'articolo
- messaggi offensivi nei confronti di chiunque
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)



Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno di essi è usato per tracciare l'utente. Per dettagli leggere qui.


Disclaimer A meno di avvisi di particolari (articoli con diritti riservati) il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità.

Il logo del sito (adattato da xkcd.com) è rilasciato con licenza creative commons.