Welcome to ComeDonChisciotte
 
 

  USER PANEL

. Home
. Archivio per Data
. Cerca
. Il Forum
. Il Tuo Profilo
.
Messaggi Privati
. Pubblica
. Segnala Questo Sito
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI NEL FORUM

entra nei forum

. Notizie dal mondo

. Notizie dall'Italia

. Opinioni

. Segnalazioni

. Cinema

. Libri

 

  FORUM: ULTIMI ARTICOLI


 canone Rai in bolletta,Del Rio apre all'ipotesi
 Ancora sui ribelli del "Veneto profondo"
 La generazione della crisi degli anni'90.
 La legge della popolazione nel capitalismo.
 La catastrofe politica planetaria di Ginevra
 L'Europa, delizia per immigrati e croce per residenti
 Reazioni indecenti della Magistratura italiana
 Snowden: «Putin ha eluso la mia domanda»
 F-35 - Pd in Comm.Difesa-Indagine sui sistemi d'arma
 Piante e sensiocentrismo: verso una nuova prospettiva ecolog
 Le cazzate del Il Tempo e di Alfano
 Il tramonto del Capitalismo “all’italiana”
 Topi giganti da Liverpool a Londra: non temono veleni e mang
 Sulle spalle dei giganti
 80 euro a 6,5 mln,gli altri fra 60 e 80

ComeDonChisciotte Forums

 

  UTENTI

Benvenuto, anonimo
Nickname
Password
(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: natascia
News di oggi: 1
News di ieri: 2
Complessivo: 7859

Persone Online:
Visitatori: 896
Iscritti: 35
Totale: 931

Online ora:
01 : Nat
02 : luiginox
03 : sanpap
04 : alvise
05 : ericvonmaan
06 : Faulken
07 : roberto4321
08 : maristaurru
09 : Georgios
10: bwv826
11: odisseo
12: simec
13: brauronios
14: greiskelly
15: InvernoMuto
16: lanzo
17: chigi
18: MM
19: Georgejefferson
20: clausneghe
21: kefos93
22: bdurruti
23: radisol
24: Garlexen
25: helios
26: Eshin
27: farkas
28: Lestaat
29: rasna
30: glab
31: marztala
32: clack
33: Fernesto
34: Gariznator
35: sm
 

 

La netiquette di ComeDonChisciotte: alcune norme minime per la convivenza e il dialogo costruttivo nel sito





UNA PRESENTAZIONE DI TRUMAN BURBANK
 

  LETTURE SEGNALATE

Libertà e Giustizia: Verso la svolta autoritaria

Marco Mamone Capria - Vivisezione: un po' di chiarezza sul dibattito in corso

Perché nessuno stato ha il Credito pubblico?

GZ - Più Moneta Creano più ti Dicono che non ci Sono Soldi

Il Sussidiario - Una nuova mega-bolla finanziaria ci darà la ripresa

Antonio Camuso - Kabul: stragi di piloti e guerre tra contractor

Rigamo - La notte dei Ganzer viventi

Marco Mamone Capria - La scienza in una società democratica

Giulio Sapelli - Col potere ai professori venne l’inverno della nostra civiltà

Bagnai - Crisi finanziaria e governo dell'economia

Masneri - Il debito pubblico è il miglior amico di Monti

Petras - Verso dittature tecnocratiche

Zibordi - Come funziona veramente l'economia, e la crisi italiana

 

 

Alfabeta2

Animal Station

Appello al Popolo

ArruotaLibera

Alberto Bagnai

Carlo Bertani

Bye Bye Uncle Sam

Cado In Piedi

Campo Antimperialista

Franco Cardini

Carmilla Online

Marco Cedolin

Civium Libertas

Clarissa

Cloroalclero

Cobraf

COMIDAD

Conflitti e Strategie

Da Dietro Il Sipario

Decrescita Felice

Democratic Nutrition

Doppio Cieco

Eddyburg

Eurasia

Free Animals

Geopolitica

Geopoliticamente

Giornale del Ribelle

Fulvio Grimaldi

Iceberg Finanza

Io Non Sto Con Oriana

Karlmarxplatz

Kelebleker

Libre Idee

Loop on Line

Domenico Losurdo

Mainstream

Antonio Mazzeo

Megachip

Nazione Indiana

Nena News

L’Orizzonte degli Eventi

Eugenio Orso

Palestina Libera!

I Quaderni di Truman

Rinascita

Rischio Calcolato

Salamelik

Selvas

Senza Soste

Sinistra In Rete

Sollevazione

Tlaxcala

Veganzetta

La Voce delle Voci

La Voce del Ribelle

Voci Dalla Strada

Voci Dall'Estero

 

 





 

 

Alainet.org

Argenpress

Cubadebate

Daniel Estulin

Gara

Percy Francisco Godoy

InSurGente

La Haine

Kaos en la Red

La Jornada

Alberto Montero

Vicenç Navarro

Nueva Tribuna

Pagina/12

Rebelion

Sinpermiso

Adrian Salbuchi

Sur y Sur

Tercera Informacion

Visiones Alternativas

Rodolfo Walsh

 

 
 
ComeDonChisciotte: Argentina

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  Argentina TORNO DALL'ARGENTINA: IL NOSTRO TRISTE FUTURO

blondetargentinaDI MAURIZIO BLONDET
effedieffe.com

Cari lettori, sono stato a Buenos Aires. Ho indagato su miracolo eucaristico, evento passato sotto silenzio dalla Chiesa, su cui forse riuscirò a scrivere un libro.

Oggi, però, voglio anticiparvi la mia sensazione: Buenos Aires come immagine del nostro futuro. Più avanti di noi, precisamente, nella decadenza. Infissi divorati dalla ruggine e cadenti, spazzatura, auto e cellulari di seconda mano, computer ingrigiti con gli schermi a tubo catodico, marciapiedi resi impraticabili dalla rotture delle piastrelle (come si usano lì) che nessuna aggiusta, riparazioni malfatte, maniglie che (nell’albergo a 4 stelle) ti restano in mano, bagno che perde, tetti dove le tegole rotte vengono sempre più estesamente, spicciativamente e con minor costo sostituite da lastre di metallo ondulato, martellate e peste: la mancanza di manutenzione nell’illusione di risparmiare, primo colpo d’occhio che rivela, allo straniero, la decadenza.

 
 
  Postato da davide il Domenica, 23 marzo @ 11:20:00 GMT (7291 letture)
Leggi Tutto... | 14153 bytes aggiuntivi | 45 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina ARGENTINA: I GOLPISTI DEL WALL STREET JOURNAL

 buenos airesDI EMIR SADER
telegrafo.com.ec

La descrizione della città di Buenos Aires, fatta dalla giornalista del The Wall Street Journal [1], induce il lettore a credere che quest’ultima si sia riferita alla Buenos Aires della crisi del 2001-2002:

“In una visita a Buenos Aires, fatta in novembre, uno strano presentimento sembrava aleggiare sulla città. L’economia stagnante, l’inflazione in aumento, la fuga dei capitali dal Paese e gli argentini, di tutte le condizioni sociali, pronti ad accogliere una tempesta, rassegnati alle carenze che stremano la città di Buenos Aires”.

La sensibile giornalista americana prosegue:

“L’infrastruttura della città sembrava distrutta. Gli spaziosi boulevards e gli imponenti edifici del XIX secolo sono deprimenti e fatiscenti, mentre le strade sono nauseabonde. Il senso generale della decadenza è rappresentato dai muri, imbruttiti da graffiti  rancorosi e manifesti strappati”

 
 
  Postato da davide il Lunedì, 03 febbraio @ 22:10:00 GMT (2980 letture)
Leggi Tutto... | 6273 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina COSA STA SUCCEDENDO IN ARGENTINA, E LA ME-MMT

crisiargentina2014DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

La fonte è argentina e di altissimo livello, ma deve rimanere anonima. Lo so che storcete il naso, ma per ora è così.

Prima cosa: l’Argentina ha applicato un quarto di Mosler Economics MMT dal 2002 in poi e per pochissimo. Poi l’ha abbandonata dopo aver però ridato lavoro e speranza a una montagna di persone. Quindi l’associazione destino Argentina-MEMMT oggi è assurda. L’avessero veramente applicata sarebbero su Giove.

Cosa accade in Argentina: come sempre nei media ci raccontano mezze verità e piene balle. Il governo sta tentando volontariamente di rilassare il tasso di cambio del peso perché gli argentini stanno importando troppo e questo sta colpendo pesantemente molte aziende nazionali che di conseguenza vendono poco e licenziano. (nota: se il gov argentino applicasse la ME-MMT se ne potrebbe sbattere del danno delle importazioni, e farebbe piena occupazione. Ma non la applica, come già detto).

 
 
  Postato da davide il Mercoledì, 29 gennaio @ 05:36:11 GMT (4958 letture)
Leggi Tutto... | 2283 bytes aggiuntivi | 9 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina ARGENTINA, CRONACA DI UNA IMPREVEDIBILE SOLLEVAZIONE ?

polizia_cordobaDI ANDREA UFNER

geopolitica-rivista.org

“Nascosto nella moltitudine di valori che Cordoba rappresenta per definizione, si trova un serpente velenoso la cui testa, chiedo a Dio, mi conferisca l’onore storico di tagliare con un solo colpo.”

Con queste parole Camilo Uriburu, Governatore della provincia di Cordoba, durante la giunta militare si riferì a studenti e lavoratori cordobesi scesi in sciopero generale la mattina del 12 Marzo 1971.

I manifestanti mobilitati per l’intera città chiedevano le dimissioni dello stesso Uriburu, oltre che il ritorno della democrazia nel paese. Le parole di Uriburu senza alcun mistero tradivano una certa insofferenza verso la popolazione di Cordoba rea, già in passato, di aver con il suo attivismo sociale fomentato rivolte per tutta la nazione, come nel 1969 durante i giorni del Cordobazo. Uriburu e la giunta temevano infatti il cosiddetto “effetto Cordoba”, manifestazioni che nate nella città universitaria-industriale dell’interior argentino potessero propagarsi a tutto il resto della nazione, assumendo carattere di sollevamento popolare. Le preoccupazioni si rivelarono in quel caso legittime, dato che la storiografia ha tributato al Cordobazo primo, e al Viborazo poi, il merito di aver destato la popolazione argentina verso il sollevamento popolare contro il regime militare al potere, portando al ritorno di Peron nel 1971.

 
 
  Postato da davide il Martedì, 28 gennaio @ 12:20:00 GMT (2447 letture)
Leggi Tutto... | 16671 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0
 

 
  Argentina AVVOLTOI FINANZIARI CONTRO L'ARGENTINA

DI VALENTIN KATASONOV
strategic-culture.org

Gli avvoltoi finanziari sono una particolare categoria di possessori di titoli di debito (debt holders) nei paesi alle periferie del capitalismo globale. Innanzi tutto, sono holders che possiedono solo una piccola percentuale del debito sovrano di un paese. In secondo luogo, essi sono per lo più holders secondari, il che significa che acquistano titoli dai creditori originali. In più godono del sostegno non ufficiale delle corti occidentali. Infine, sono i fondi speculativi a giocare il ruolo di avvoltoi. Le altre istituzioni si astengono da saccheggi finanziari così ovvi, nel timore di rovinarsi la reputazione.

 
 
  Postato da Truman il Lunedì, 14 ottobre @ 00:10:00 BST (3105 letture)
Leggi Tutto... | 20900 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina ARGENTINA DI NUOVO SULL'ORLO DEL PRECIPIZIO, DODICI ANNI DOPO IL DEFAULT FINANZIARIO

ilfattoquotidiano.it

Buenos Aires è vicina al fallimento a causa delle politiche valutarie sbagliate del governo. E può rappresentare una lezione per l'euro: lo sganciamento da un cambio insostenibile deve essere gestito con intelligenza, evitando di ricadere negli errori del passato

La crisi finanziaria argentina del 2001 ha colpito l’immaginazione e, purtroppo, anche i portafogli degli italiani. Le dimensioni della crisi e i legami culturali fra i due Paesi hanno assicurato a questo episodio un’ampia copertura sui nostri mezzi di informazione. Così, oggi, nel dibattito italiano si moltiplicano i riferimenti all’esperienza argentina.

 
 
  Postato da davide il Martedì, 09 luglio @ 16:19:31 BST (4026 letture)
Leggi Tutto... | 6251 bytes aggiuntivi | 10 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina CRISTOFORO COLOMBO, LA POLITICA LATINO AMERICANA, L'EUROPA E IL PASSATO-CHE-NON-PASSA

DI FRANCO CARDINI
francocardini.net

Anzitutto, un lancio, anzi uno strillo d’agenzia. E un grido – più che di dolore – d’indignazione da parte delle molte nostre comunità italiane del subcontinente latinoamericano. A Buenos Aires, stanno rimovendo e forse sopprimendo il monumento a Cristoforo Colombo. E qui bisogna intendersi bene.

“Comunità italiane” è forse un’espressione generica e riduttiva. Ci sono i molti – centinaia di migliaia – d’italiani che lavorano nei paesi dell’America meridionale e che, oltre che nostri connazionali, restano nostri concittadini.
 
 
  Postato da davide il Lunedì, 08 luglio @ 08:29:43 BST (3273 letture)
Leggi Tutto... | 9612 bytes aggiuntivi | 17 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina COM'E' VIVERE IN MEZZO AL DEFAULT DI UNA NAZIONE - UNA STORIA ARGENTINA

DI SIMON BLACK
sovereignman.com

(...) L’argentino Marco ci racconta la sua storia:

il 1° dicembre 2001 l’economia argentina aveva grossi problemi. La disoccupazione era alta, il debito era alto, la recessione si era fatta vedere per bene. Ma la vita era ancora “normale” in qualche modo.

I servizi di base funzionavano sempre, e nessuno si stava davvero preoccupando per … il cibo. O l’acqua. Poi tutto cambiò. Letteralmente in un giorno.
 
 
  Postato da davide il Lunedì, 17 giugno @ 10:39:18 BST (6308 letture)
Leggi Tutto... | 5735 bytes aggiuntivi | 28 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina JORGE VIDELA, CRIMINI E MORTE DI UN GENOCIDA LIBERALE

DI GENNARO CAROTENUTO
gennarocarotenuto.it

Jorge Rafael Videla, il dittatore argentino dei 30.000 desaparecidos, muore in carcere da sconfitto, da ergastolano, da genocida. Come ha detto Estela Carlotto, la leader delle nonne di Plaza de Mayo, «era un uomo disumanizzato» ed è fin troppo semplice applicare a lui la categoria arendtiana di «banalità del male» di chi mise metodicamente in atto un sistematico piano genocidiario, tendente al sequestro di persona di massa al furto di ogni bene mobile e immobile delle sue vittime, all’assassinio e alla sparizione di persone. Lasciò i figli senza genitori e i genitori senza figli. Ciò succede in molte guerre di sterminio, ma a Videla e ai suoi non bastava. Perciò, peculiarità creola dell’orrore, volle che i morti restassero senza nome, i desaparecidos, e i vivi -i figli di questi, spesso appena neonati- restassero senza identità. Le puerpere venivano lasciate in vita solo fino al parto e centinaia di bambini furono smistati a caso «per salvare la società Occidentale e Cristiana».
 
 
  Postato da davide il Sabato, 18 maggio @ 10:54:29 BST (3216 letture)
Leggi Tutto... | 9361 bytes aggiuntivi | 26 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina ARGENTINA: GIOCHIAMO AL CONDONO-SE COMPRI L'OBBLIGAZIONE NON VAI IN GALERA

DI PABLO GONZALEZ & KATIA POEZECANSKI
bloomberg.com

La Presidente Cristina Fernandez de Kirchner vuole che quegli evasori, che nascondono al fisco circa $ 160 miliardi di dollari, diano una mano per finanziare le ambizioni petrolifere dell’Argentina. La sua offerta: comprare una obbligazione al 4% se non si vuol rischiare di andare in galera. L'autorità fiscale ha annunciato il suo piano, mettendo in evidenza gli accordi di condivisione delle informazioni presi con 40 nazioni avvertendo gli argentini che ci saranno solo tre mesi per approfittare del condono per non rischiare multe o arresti.
 
 
  Postato da ernesto il Mercoledì, 15 maggio @ 00:10:00 BST (2942 letture)
Leggi Tutto... | 9628 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0
 

 
  Argentina JORGE BERGOGLIO NELLA DITTATURA IN ARGENTINA

Free Image Hosting at www.ImageShack.us DI HORACIO VERBITSKY
rebelion.org

Il ruolo del Cardinale Bergoglio nella scomparsa dei sacerdoti e nell’appoggio dato al regime dittatoriale è confermato da cinque nuovi testimoni. Parlano un sacerdote e un ex sacerdote, un teologo, un laico di una fraternità laica che denunciò al Vaticano quello che succedeva in Argentina nel 1976 e un laico che fu sequestrato insieme a due sacerdoti che non ritornarono. La  reazione rabbiosa di Bergoglio, che incolpa il governo per aver spulciato i suoi documenti.
 
 
  Postato da ernesto il Sabato, 16 marzo @ 16:10:00 GMT (6523 letture)
Leggi Tutto... | 16589 bytes aggiuntivi | 33 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina FRANCESCO I, SUCCESSORE DI BENEDETTO XVI - UN ERSATZ

Free Image Hosting at www.ImageShack.us DI HORACIO VERBITSKY
pagina12.com

Tra le centinaia di telefonate e di  e-mail ricevute, ne scelgo una. “Non ci posso credere. Sono così sconvolto e ho tanta rabbia, che non so che fare. Ha avuto quello che voleva.” Sto vedendo Orlando in TV, in sala da pranzo, che già da qualche anno diceva  “vuole diventare papa”.  E' la persona giusta per coprire tutto il marciume. E' un esperto nel coprire tutto.  
 
 
  Postato da ernesto il Giovedì, 14 marzo @ 15:23:03 GMT (8492 letture)
Leggi Tutto... | 7833 bytes aggiuntivi | 39 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina IL PAPA ARGENTINO. FRANCESCO I, IL CONSERVATORE POPOLARE NEI TORBIDI DELLA DITTATURA



DI GENNARO CAROTENUTO
gennarocarotenuto.it

Jorge Bergoglio, Papa Francesco I, è quello che in Argentina si definisce un “conservatore popolare”, un esponente tipico –e dichiarato- della destra peronista. Sinceramente attento alla povertà, umile a sua volta, ha già rinnovato con successo la chiesa argentina senza modificarne il segno politico conservatore. Per i cardinali che lo hanno eletto in conclave deve essere apparso una scelta perfetta su tutti i fronti.

Infatti può essere davvero l’uomo in grado di metter fine ai veleni curiali che secondo lo Spiegel hanno portato al “fallimento” Benedetto XVI. È quello che i giornali stanno indicando come esponente del partito della trasparenza. Lo ha fatto, e bene, in alcuni contesti.

 
 
  Postato da davide il Giovedì, 14 marzo @ 00:30:15 GMT (11319 letture)
Leggi Tutto... | 12410 bytes aggiuntivi | 9 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina LA KIRCHNER ATTACCA IL CAPO DELLA COMUNITA' EBRAICA DI BUENOS AIRES

DI SHLOMO PAPIRBLAT
Haaretz (via Global Research)

La presidentessa dell'Argentina insinua che il leader della comunità ebraica sia legato a un'agenzia di spionaggio estera

La presidentessa argentina, Cristina Fernandez de Kirchner ha attaccato pubblicamente il capo della comunità ebraica di Buenos Aires, insinuando che fosse in contatto con una “agenzia di spionaggio estera, che sa di un nuovo attacco terroristico pensato contro l’Argentina”.

Guillermo Borger, presidente del centro ebraico di Buenos Aires presso l’AMIA [Associazione Mutua Israelita Argentina, n.d.t.] ha dichiarato che l’accordo tra Iran e Argentina per la creazione di un comitato d’investigazione sull’attentato al centro ebraico del 1994 “darà via libera ad un nuovo attentato nel Paese”. Nel 1992 ci fu un attentato con bombe all’ambasciata d’Israele a Buenos Aires.
 
 
  Postato da Truman il Mercoledì, 27 febbraio @ 20:20:00 GMT (6036 letture)
Leggi Tutto... | 3370 bytes aggiuntivi | 16 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina INFLAZIONE E DOLLARO "BLEU": L'AUTO - INTOSSICAZIONE CHE MINACCIA L' ARGENTINA

DI ESTELLE LEROY-DEBIASI
Mondialisation.ca,
El Correo


Congelamento dei prezzi nei supermercati fino al 1° aprile in Argentina: il Segretario di Stato del Commercio Interno ha firmato un accordo in questo senso con l'associazione che rappresenta le più grandi catene di supermercati del paese - l'AsociaciÓn des Supermercados Unidos -. Una misura attesa perché lo spettro dell'inflazione sta intossicando l'Argentina, e si sa, si tratta di una fattore che può esplodere alla prima occasione.

Spesso i primi responsabili sono gli intermediari tra il produttore e il consumatore finale.
 
 
  Postato da davide il Lunedì, 18 febbraio @ 20:23:34 GMT (3747 letture)
Leggi Tutto... | 6870 bytes aggiuntivi | 24 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina BERLUSCONI E LA SPAGNA AFFONDANO L’EUROPA: TIENE BANCO IL NUOVO CAPITOLO DELLA GUERRA TRA LE DUE CRISTINE

DI SERGIO DI CORI MODIGLIANI
Libero pensiero

Dalla prima linea del fronte della “guerra delle due Cristine”.

Che succede in giro per il mondo? Leggendo e ascoltando i nostri media sembra che non stia accadendo nulla di particolarmente nuovo, né interessante per noi, con l’aggiunta della doverosa tara di cinismo italiano. In Siria si massacrano senza esclusione di colpi, in Iraq muoiono come mosche, in Mali i bombardieri francesi fanno il loro lavoro, preannunciando l’inevitabile avanzata di terra che –da qui a due mesi- imporrà l’intervento della cosiddetta “forza di pace” europea (tra cui i nostri soldati), in India la popolazione si indigna per gli stupri quotidiani di gruppo, e in Usa dei dementi uccidono innocenti, sequestrano bambini, e così via dicendo. Così va il mondo.

 
 
  Postato da davide il Lunedì, 04 febbraio @ 13:07:27 GMT (6770 letture)
Leggi Tutto... | 19267 bytes aggiuntivi | 27 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina BONDS, DEFAULTS & AVVOLTOI SULL’ ARGENTINA

DI BIANCA FERNET
testosteronepit.com

Ora che, per il momento, si è abbassato il polverone sulla vicenda che, a novembre e dicembre 2012,  ha avvolto la sentenza della Corte degli Stati Uniti sul pagamento dell’Argentina per le obbligazioni in default, vorrei provare a dare uno sguardo più ampio a tutto questo affare ambiguo — prima che si arrivi a  quello che sarà certamente un appello eccitante il prossimo febbraio.
Le economie emergenti accedono ai mercati internazionali dei capitali e degli investitori mediante l’emissione di debito in valute forti come il dollaro USA e l’Euro, piuttosto che nella loro propria valuta locale (pesos argentini, Rupie indonesiane, baht thailandesi, ecc.)
 
 
  Postato da ernesto il Martedì, 08 gennaio @ 20:05:00 GMT (4229 letture)
Leggi Tutto... | 7028 bytes aggiuntivi | 7 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina CAMERON MINACCIA L’ARGENTINA. IL GOVERNO SUDAMERICANO RISPONDE E SCOPRE GLI ALTARINI GUERRAFONDAI

DI SERGIO DI CORI MODIGILIANI
Libero pensiero

Questo post segue quello precedente

Dal punto di vista mediatico (oltre a quello sostanziale) è davvero molto interessante rilevare le modalità di uso e di consumo della guerra tra le due Cristine.
Il primo ministro inglese, David Cameron, ha scelto di dare una risposta alla lettera inviatagli dalla presidente argentina Cristina Kirchner, in diretta televisiva sulla BBC. Contrariamente alla tradizione giornalistica anglo-sassone, sempre molto corretta in frangenti come questi, l’emittente britannica non ha mostrato (né letto né sintetizzato) il testo originale inviato dalla Kirchner, accettando per buona la versione del primo ministro, il quale si è detto obbligato a intervenire in seguito “a minacce ricevute dal governo argentino in relazione alla sovranità di un pezzo del nostro territorio nazionale”.
 
 
  Postato da davide il Martedì, 08 gennaio @ 03:43:43 GMT (6923 letture)
Leggi Tutto... | 12134 bytes aggiuntivi | 6 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina PROSEGUE LA GUERRA TRA LE DUE CRISTINE. E L'ARGENTINA INCASSA UN BEL RISULTATO

DI SERGIO DI CORI MODIGLIANI
Libero pensiero

La diplomazia è un’arte.
Silenziosa, clandestina, efficace.
Come suggeriva il grande Sir Bertrand Russell, imbattibile maestro di tutti i libertari europei, « la diplomazia è l’Arte della guerra senza sparare neppure un colpo di pistola, e risolvere i conflitti in modo tale da evitare spargimenti di sangue innocente ; quando la diplomazia ha esaurito le proprie cartucce allora la parola passa alla ottusità dei generali, a quel punto perdono tutti. In guerra non vince mai nessuno, perde sempre la civiltà ».
 
 
  Postato da davide il Domenica, 06 gennaio @ 20:10:39 GMT (6588 letture)
Leggi Tutto... | 12526 bytes aggiuntivi | 11 commenti | Voto: 0
 

 
  Argentina L'ULTIMO VOLO DELLA MORTE NELLA MEMORIA DELL' ARGENTINA

DI HORACIO VERBITSKY
ilfattoquotidiano.it

Molti di coloro che assassinarono con gli orrendi voli della morte prigionieri indifesi, non riescono a non trattenersi dal raccontare ciò che fecero, alcuni per vantarsene e altri per alleggerire il peso che grava sulla coscienza. Inoltre le indagini su questo metodo – che la Chiesa Cattolica definì una forma cristiana di morte per il fatto che i prigionieri venivano prima drogati e non soffrivano – non sono state svolte dalla giustizia, ma dal giornalismo. Da un mese 6 membri degli equipaggi dei voli della morte vengono giudicati a Buenos Aires assieme a 68 membri della Marina militare, della Guardia costiera e della Polizia.

Nella foto: La costa uruguayana del Rio della Plata con ombreggiate le zone di ritrovamento dei cadaveri trasportati dalle correnti dopo essere stati gettai dagli aerei
 
 
  Postato da davide il Sabato, 29 dicembre @ 11:45:00 GMT (4371 letture)
Leggi Tutto... | 13162 bytes aggiuntivi | 4 commenti | Voto: 0
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI DAGLI UTENTI

miopia

 

SOMMARIE RIFLESSIONI SULLA CRISI

COME L’AUMENTO DELL’EFFICIENZA PORTA AL CONSUMO DELLE RISORSE

NATIXIS: SE TUTTO VA BENE, I PAESI PERIFERICI SONO ROVINATI

L'ASSURDO DELLE ESPORTAZIONI DI GAS DEGLI STATI UNITI

UCRAINA: LABORATORIO NEONAZI, GAS E PETROLIO (SECONDA PARTE)

UCRAINA: LABORATORIO NEONAZI, GAS E PETROLIO (PRIMA PARTE)

PIÙ PRECARI, MENO PRODUTTIVI. COSÌ RENZI AFFONDERÀ IL PAESE

ESPULSIONE DI IMMIGRATI SENZA LAVORO ANCHE SE CITTADINI UE: D'ACCORDO GERMANIA E GRAN BRETAGNA

UNA NAZIONE DI PRENDITORI?

SULL'IMPATTO DELLE IDEE ECONOMICHE

COM’E’ CHE I POTENTI SONO CONVINTI DI “MERITARE” DI PIU? UNA LEZIONE DAL… LABORATORIO

FORSE IL GRAFICO PIU' IMPORTANTE DEL MONDO

DISOCCUPAZIONE IN FRANCIA

URBANIZZAZIONE E GLOBALIZZAZIONE

CARI UCRAINI, LA VOSTRA BOLLETTA DEL GAS SALIRA' DEL 50% IL 1° MAGGIO, AUGURI

IL NOSTRO SISTEMA SELEZIONA GLI INCOMPETENTI SOCIOPATICI?

 

 

 

Lunedì, 10 dicembre
· PERCHÈ L'ARGENTINA ORA PAGA PER IL SUO PERICOLOSO SUCCESSO ECONOMICO
Sabato, 01 dicembre
· ECCO CIO’ CHE STA ACCADENDO IN ARGENTINA IN QUESTI GIORNI
Venerdì, 30 novembre
· TORNA LA MINACCIA DEGLI AVVOLTOI
Martedì, 13 novembre
· DISORDINI IN ARGENTINA – GENTILMENTE OFFERTI DA GOLDMAN SACHS
Domenica, 11 novembre
· RIVOLUZIONI COLORATE: E’ IL TURNO DELL’ ARGENTINA ?
Venerdì, 12 ottobre
· LA BANCA CENTRALE PUBBLICA DELL’ARGENTINA E’ UN FARO PER LA DEMOCRAZIA NEL MONDO
Lunedì, 01 ottobre
· ARGENTINA - LUCI E OMBRE
Giovedì, 10 maggio
· L’ ARGENTINA E IL FAGIOLO DI SOIA MAGICO: IL BOOM DELLE ESPORTAZIONI CHE NON C’E
Domenica, 29 aprile
· E’ L’ORA DEL CACEROLAZO
Sabato, 21 aprile
· LA YPF NON E’ NOSTRA...
Martedì, 17 aprile
· L’ARGENTINA NAZIONALIZZA L’INDUSTRIA PETROLIFERA
Martedì, 20 marzo
· ARGENTINA: CAMBIANO LE REGOLE, IL BANCO CENTRALE E' PATRIMONIO PUBBLICO E SOCIALE
Martedì, 28 febbraio
· LA MMT HA RISOLLEVATO L'ARGENTINA
Domenica, 08 gennaio
· DIECI ANNI DOPO, IN ARRIVO UN “ARGENTINAZO” MONDIALE
Giovedì, 22 dicembre
· ARGENTINA: UN BANCO DI PROVA PER IL COLLASSO DELL’INGEGNERIA FINANZIARIA
Lunedì, 21 novembre
· ARGENTINA: LA DEPRESSIONE, LA RIVOLTA E LA RIPRESA
Mercoledì, 02 novembre
· IL DIBATTITO ECONOMICO SI CONCENTRA SUL PREZZO DEL DOLLARO
Martedì, 25 ottobre
· CRISTINA KIRCHNER E LA BUONA SORTE DELL’ARGENTINA
Venerdì, 14 ottobre
· DALL'OBSOLESCENZA PROGRAMMATA ALL'OBSOLESCENZA EDUCATIVA
Venerdì, 07 ottobre
· DIECI ANNI FA LA ZANON FU SALVATA DAI SUOI LAVORATORI
Lunedì, 27 giugno
· DON’T CRY FOR ARGENTINA
Martedì, 16 gennaio
· ARGENTINA CINQUE ANNI DOPO
Martedì, 08 novembre
· BUSH IN ARGENTINA: RIPORTARE IL TEMA DELL’IMPERIALISMO NEL DIBATTITO PUBBLICO
Martedì, 04 gennaio
· L'ARGENTINA SFIDA IL FONDO MONETARIO...
 

 

Activist Post

Agence Global

AlterNet

American Free Press

AntiWar

Asia Times

Awaken In The Dream

Axis of Logic

Billy Blog

Bloomberg

Business Insider

Cepr

Club Orlov

Clusterfuck Nation

Common Dreams

Countercurrents

Counterpunch

Daily Bell

Dandelion Salad

Dissident Voice

Earth Hope Network

Ecomonitor

End of the American Dream

End the Lie

Energy Bulletin

Europe

Chris Floyd

Geopolitics-Geoeconomics

Global Research

Idaho Observer

Information Clearing House

Iraq War

Keep Talking Greece

Killing Hope (William Blum)

Land Destroyer

Lew Rockwell

Media Lens

Moon of Alabama

Mark Morford

Mother Board

The Nation

Natural News

News Target

OpEd News

James Petras

Poor Richard!

Prison Planet

Project Censored

Raw Story

Real Currencies

Red Ice Creations

Rense

Russia Today

Lars Schall

Sott

Speaking Truth To Power

Strategic Culture

Matt Taibbi

Taki's Mag

Webster Tarpley

Telegraph Blogs

Testosteronepit

Thirteen Monkey

Tom Dispatch

Truth-out

Truth Seeker

21st Century Wire

Uruknet

Washington's Blog

What's Left? (Stephen Gowans)

Who What Why

Xymphora

Zero Hedge

 

 

Acrimed

A l'Econtre

Alterinfo

Article 11

Basta!

Gilles Bonafi

Cadtm

Silvia Cattori

Michel Collon

Contretemps

Le Courrier

Dedefensa

Diploweb

Egaliteetreconciliation

Greek Crisis

Infoguerre

L'Humanité

Marianne-en-ligne

Metropolitiques

Mondialisation.ca

Blog Monde Diplomatique

Pambazuka

Questions Critiques

Reflets

Reporterre

Réseau Voltaire

Rezo

Terrains de Luttes

 


 
  La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Precisa che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e che in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere considerato responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi. La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

- messaggi non concernenti il tema dell'articolo
- messaggi offensivi nei confronti di chiunque
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)




Disclaimer A meno di avvisi di particolari (articoli con diritti riservati) il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità.

Il logo del sito (adattato da xkcd.com) è rilasciato con licenza creative commons.