Welcome to ComeDonChisciotte
 
 

  USER PANEL

. Home
. Archivio per Data
. Cerca
. Il Forum
. Il Tuo Profilo
.
Messaggi Privati
. Pubblica
. Segnala Questo Sito
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI NEL FORUM

entra nei forum

. Notizie dal mondo

. Notizie dall'Italia

. Opinioni

. Segnalazioni

. Cinema

. Libri

 

  FORUM: ULTIMI ARTICOLI


 Bellofiore - 100 tweet sulla crisi
 Berlusconi: "Basta euro moneta straniera"
 Ecate, il Mietitore e la Russia
 Ucraina. Saltata la tregua
 LETTERA/ Un detenuto: qui vedo la Croce cambiare la gente
 Hollande, “alleanza” segreta con Le Pen ?
 Reggia di Camorra
 Il malus nel bonus di Renzi
 Esposto sui carburanti ed additivi aeronautici
 Fini - Jesus Christ Superstar, un Cristo hippy
 Le furbe politiche reaganiane di Renzi.
 Il cavallo di troia:il mito e l' America
 C’è bisogno di un’altra visione politica e culturale
 Ttip, tutte le bugie sul trattato segreto Usa-Ue
 Marco Travagio - L’invasione degli ultracazzulli

ComeDonChisciotte Forums

 

  UTENTI

Benvenuto, anonimo
Nickname
Password
(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: mr_mahoo
News di oggi: 3
News di ieri: 1
Complessivo: 7862

Persone Online:
Visitatori: 1195
Iscritti: 20
Totale: 1215

Online ora:
01 : Stopgun
02 : jaisss82
03 : clausneghe
04 : Notturno
05 : doppio
06 : radisol
07 : istwine
08 : Pai
09 : mr_mahoo
10: oldhunter
11: Gil_Grissom
12: MM
13: glab
14: yago
15: luiginox
16: Foglia
17: amaryllide
18: marzian
19: Tetris1917
20: gm
 

 

La netiquette di ComeDonChisciotte: alcune norme minime per la convivenza e il dialogo costruttivo nel sito





UNA PRESENTAZIONE DI TRUMAN BURBANK
 

  LETTURE SEGNALATE

Libertà e Giustizia: Verso la svolta autoritaria

Marco Mamone Capria - Vivisezione: un po' di chiarezza sul dibattito in corso

Perché nessuno stato ha il Credito pubblico?

GZ - Più Moneta Creano più ti Dicono che non ci Sono Soldi

Il Sussidiario - Una nuova mega-bolla finanziaria ci darà la ripresa

Antonio Camuso - Kabul: stragi di piloti e guerre tra contractor

Rigamo - La notte dei Ganzer viventi

Marco Mamone Capria - La scienza in una società democratica

Giulio Sapelli - Col potere ai professori venne l’inverno della nostra civiltà

Bagnai - Crisi finanziaria e governo dell'economia

Masneri - Il debito pubblico è il miglior amico di Monti

Petras - Verso dittature tecnocratiche

Zibordi - Come funziona veramente l'economia, e la crisi italiana

 

 

Alfabeta2

Animal Station

Appello al Popolo

ArruotaLibera

Alberto Bagnai

Carlo Bertani

Bye Bye Uncle Sam

Cado In Piedi

Campo Antimperialista

Franco Cardini

Carmilla Online

Marco Cedolin

Civium Libertas

Clarissa

Cloroalclero

Cobraf

COMIDAD

Conflitti e Strategie

Da Dietro Il Sipario

Decrescita Felice

Democratic Nutrition

Doppio Cieco

Eddyburg

Eurasia

Free Animals

Geopolitica

Geopoliticamente

Giornale del Ribelle

Fulvio Grimaldi

Iceberg Finanza

Io Non Sto Con Oriana

Karlmarxplatz

Kelebleker

Libre Idee

Loop on Line

Domenico Losurdo

Mainstream

Antonio Mazzeo

Megachip

Nazione Indiana

Nena News

L’Orizzonte degli Eventi

Eugenio Orso

Palestina Libera!

I Quaderni di Truman

Rinascita

Rischio Calcolato

Salamelik

Selvas

Senza Soste

Sinistra In Rete

Sollevazione

Tlaxcala

Veganzetta

La Voce delle Voci

La Voce del Ribelle

Voci Dalla Strada

Voci Dall'Estero

 

 





 

 

Alainet.org

Argenpress

Cubadebate

Daniel Estulin

Gara

Percy Francisco Godoy

InSurGente

La Haine

Kaos en la Red

La Jornada

Alberto Montero

Vicenç Navarro

Nueva Tribuna

Pagina/12

Rebelion

Sinpermiso

Adrian Salbuchi

Sur y Sur

Tercera Informacion

Visiones Alternativas

Rodolfo Walsh

 

 
 
ComeDonChisciotte: Europa

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  Europa LE PROSSIME 24 ORE SONO CRUCIALI PER L'UCRAINA

Free Image Hosting at www.ImageShack.usDI THE SAKER

vineyardsaker.blogspot.it

In questo fine settimana ci sono state sollevazioni in queste città: Kharkov , Slaviansk , Krasnyi Liman , Kramatorsk , Lugansk , Enakievo, Gorlovka, Donetsk, Khartsyzk, Ilovaisk, Mariupol.

Per avere un'idea di quello che è successo guardiamo la mappa.

 Le città ribelli nella parte orientale dell'Ucraina.

E’ un secondo grande passo che segna un evidente cambio della qualità delle forze che si oppongono all'occupazione della parte orientale dell'Ucraina da parte del regime rivoluzionario di Kiev. Fino a venerdì , la maggior parte dei manifestanti erano civili, "armati" con sbarre, pietre, bombe molotov, mazze , ecc. e le barricate, francamente, sembravano piuttosto fragili.

 
 
  Postato da ernesto il Martedì, 15 aprile @ 09:42:32 BST (5276 letture)
Leggi Tutto... | 6251 bytes aggiuntivi | 11 commenti | Voto: 0
 

 
  Europa PIANO B: COME IL LASCIARE L’EURO PUO’ SALVARE L’IRLANDA

irelnd

DI CORMAC LUCEY 

independent.ie

I nostri problemi economici non sono cominciati con la crisi del debito, ma con l’adesione all’Euro

Può sembrare strano chiedere un default sui nostri debiti ed uscire dall’Eurozona, con la Troika che ha appena lasciato l’Irlanda [Dicembre 2013].

Le persone, istintivamente, non lo vogliono fare. La prima cosa equivarrebbe a rinnegare i debiti che abbiamo liberamente assunto. La seconda a rinnegare l’attuale grande progetto costituito dall'Unione Europea [l’autore si riferisce, in realtà, all’Eurozona e non all’UE, ndt].

E poi, i problemi dell’Eurozona sono stati risolti, giusto? … Non molto, quanto meno ascoltando attentamente le parole di qualcuno che sull’argomento dovrebbe saperne parecchio: Mario Draghi, il Presidente della Banca Centrale Europea.
Lo scorso Gennaio aveva definito come “prematuri” i commenti ottimistici dal Presidente della Commissione Europea Jose Manuel Barroso, che aveva predetto di come l’Eurozona, nel 2014, avrebbe messo la crisi alle sue spalle.

 
 
  Postato da davide il Lunedì, 14 aprile @ 23:10:00 BST (2280 letture)
Leggi Tutto... | 8467 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Voto: 0
 

 
  Europa COLPO DI MANO A BRUXELLES: GRAVISSIMO VOLTAFACCIA DELLA COMMISSIONE EUROPEA SULLE POLITICHE ENERGETICHE. UN APPELLO A TUTTI I CANDIDATI ALLE EUROPEE CON UNA COSCIENZA AMBIENTALE

magritte

DI ANGELO CONSOLI

angeloconsoli.blogspot.it

Era nell'aria, e ... zac! è successo. 

La Commissaria Europea al Clima Connie Hedegaard me l'aveva quasi detto quando è venuta a Roma a febbraio scorso, e infatti da quell'incontro uscii abbastanza perplesso tanto che scrissi questo post (che alla luce di quello che è successo oggi assume un nuovo significato)
http://www.angeloconsoli.blogspot.it/2014/02/il-clima-sul-clima-e-cambiato-ritornare.html)

"Contrordine compagni! Su energia, clima e ambiente abbiamo scherzato per otto anni, adesso la ricreazione è finita e si ritorna a un sano realismo fossile. Fra un po' anche nucleare, tranquilli! Così i gruppi finanziari che fanno soldi sulla nostra pelle e sulla nostra salute saranno contenti!"

 
 
  Postato da davide il Giovedì, 10 aprile @ 19:27:14 BST (3598 letture)
Leggi Tutto... | 20880 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Voto: 0
 

 
  Europa LA LOBBY PIU' POTENTE DEL MONDO

EUROPARLAMENTO

DI ANDREA BARANES

ilmanifesto.it

Poteri . L’esercito degli Stakeholder, 60 a 1 per la finanza

Se è banale, se non inge­nuo, sor­pren­dersi di fronte alla noti­zia di un mondo finan­zia­rio che eser­cita una for­tis­sima attività di lobby sulle isti­tu­zioni euro­pee, ben diverso è leg­gere i dati e le cifre in gioco. Ogni regola, Diret­tiva, o ricerca passi da Par­la­mento, Com­mis­sione, Bce o qual­si­vo­glia altra isti­tu­zione euro­pea è sog­getta a que­sta potenza di fuoco. «Pro­ba­bil­mente la lobby più potente del mondo»; parole non di un qual­che gruppo di com­plot­tari, ma del Com­mis­sa­rio euro­peo Algir­das Semeta.

 
 
  Postato da davide il Mercoledì, 09 aprile @ 20:05:00 BST (3923 letture)
Leggi Tutto... | 13092 bytes aggiuntivi | 8 commenti | Voto: 0
 

 
  Europa ELEZIONI IN UNGHERIA - OCCHIO ALLE ETICHETTE !

Free Image Hosting at www.ImageShack.us DI NEIL CLARK    

rt.com

Da una parte c'è un governo che ha rinazionalizzato le aziende, si è scontrato con le imprese energetiche straniere, è riuscito a far crescere i salari reali e ad abbassare la disoccupazione. Ma questo governo ha anche imposto una tassa alle banche e ha preso altre misure per aiutare la gente - come un taglio sulle bollette energetiche - per decreto governativo.

Dall'altra parte, c'è una alleanza di opposizione che  vuole altre privatizzazioni, vuole più politiche a favore degli "investitori globali", è spudoratamente a favore dei banchieri e della globalizzazione, dove il partito maggiore dell'alleanza, quando fu l'ultima volta al governo, fece drastici alla spesa pubblica, distrusse le aziende statali, tra cui la compagnia di bandiera Malev, lasciando milioni di persone disperate.

 
 
  Postato da ernesto il Mercoledì, 09 aprile @ 09:55:00 BST (3655 letture)
Leggi Tutto... | 23895 bytes aggiuntivi | 12 commenti | Voto: 0
 

 
  Europa SEI ANNI DOPO L'INIZIO DELLA GRANDE CRISI IN EUROPA IL PANORAMA SI PRESENTA COME SEGUE...

united_western

DI JOSEPH HALEVI

facebook.com

(1) la crisi bancaria non se ne è andata anzi è come un focolaio di peste o colera che riprende appena può (vedi Austria questi giorni).

(2) la cosiddetta unione bancaria che avrebbe dovuto creare le condizioni per formare una sorta di Federal Deposit Insurance Corporation tipo Stati Uniti volta al salvataggio delle banche non è decollata, tra l'altro proprio perchè non vogliono salvare il pubblico (cioè la massa dei correntisti) bensì prevalentemente i detententori di titoli che poi in maggioranza sono banche e fondi vari. Inoltre la principale ragione finanziaria per cui l'unione bancaria è stata insabbiata è proprio l'assenza di una fiscalità europea. Di conseguenza  devono escogitare veicoli finanziari molto particolari ed aleatori sui quali, in sostanza, c'è poco accordo perchè lascerebbero fuori molte banche.
 

 
 
  Postato da davide il Lunedì, 07 aprile @ 07:45:00 BST (4192 letture)
Leggi Tutto... | 7322 bytes aggiuntivi | 8 commenti | Voto: 0
 

 
  Europa Spazio utenti: NATIXIS: SE TUTTO VA BENE, I PAESI PERIFERICI SONO ROVINATI

natixis

FONTE: Voci dall'Estero

Uno studio di Natixis, importante banca d’affari francese, conferma che per i paesi periferici non c’è nessuna luce in fondo al tunnel. Anche nell’ipotesi improbabile che i capitali internazionali continuino ad investire in Europa, un ritorno alla normalità per Italia, Spagna e Portogallo richiederebbe un tempo molto lungo di fragilità e sofferenza.

 
 
  Postato da supervice il Sabato, 05 aprile @ 21:27:54 BST (2013 letture)
Leggi Tutto... | 8821 bytes aggiuntivi | 1 commento | Spazio utenti | Voto: 0
 

 
  Europa SECESSIONE: KOSOVO, OSSEZIA, CRIMEA E VENETO ?

DI GIORGIO DA GAI
eurasia.org

SECESSIONE: KOSOVO, OSSEZIA, CRIMEA E VENETO?

L’effetto Kosovo ha investito l’Ossezia del Sud e la Crimea, ora è il turno del Veneto?

Nella consultazione per l’indipendenza del Veneto (marzo 2014) i voti conteggiati sono stati due milioni 360.235, pari al 73,2% degli aventi diritto al voto in veneto; i sì all’indipendenza sono stati due milioni 102.969, pari all’89% dei votanti, i no 257.276 (10,9%). Considerato il silenzio dei mass-media e delle istituzioni nazionali, il risultato è rilevante: non solo per l’affluenza ma anche per il clima di fastidio e di timore che detta consultazione crea in chi teme la secessione del Veneto.

 
 
  Postato da davide il Venerdì, 04 aprile @ 23:10:00 BST (3269 letture)
Leggi Tutto... | 19579 bytes aggiuntivi | 4 commenti | Voto: 0
 

 
  Europa Spazio utenti: UCRAINA: LABORATORIO NEONAZI, GAS E PETROLIO (SECONDA PARTE)

UKR1DI VICTOR WILCHES
The Oil Crash

Crisi energetica: gas e petrolio

La crisi economica mondiale che galoppa dal 2007/2008, soprattutto nei paesi sviluppati (malsviluppati sarebbe una migliore definizione), si deve alla scarsità e al declino degli idrocarburi. Non potendo disporre di enormi quantità di energia sul mercato, in particolare di petrolio, il complesso sistema industriale e tecnologico, che si basa su queste fonti energetiche, non può funzionare, figuriamoci se può crescere. Di conseguenza, il sistema non può continuare a crescere, e il suo consumo illimitato entra in crisi. Il sistema ha cozzato contro un mondo che è finito, una realtà fisica da cui non c'è scampo: il picco del petrolio.

 
 
  Postato da supervice il Giovedì, 03 aprile @ 14:21:53 BST (2081 letture)
Leggi Tutto... | 15947 bytes aggiuntivi | commenti? | Spazio utenti | Voto: 0
 

 
  Europa COME L’EUROPA UNITA HA DISINNESCATO LA SUA CULTURA E DIVISO I SUOI POPOLI

yannisDI YANIS VAROUFAKIS
thoughts for the post-2008 world

Questo è un articolo che apparirà, in qualche forma, in una futura edizione di Brooklyn Rail, una rivista d'arte di New York. Il mio intento era quello di scrivere un pezzo sugli effetti dell'unificazione europea sulla cultura europea. Eccolo…

1. Europa: Dalla divisione all'unità alla frammentazione

Mentre stava scendendo la cortina di ferro, “La doppia vita di Veronica” di Krzysztof Kieślowski (1991) non solo catturava con eleganza l'impatto emotivo della divisione post-bellica dell'Europa, ma anche trasmetteva una rimuginante angoscia sulla promessa “Unione Europea”.

 
 
  Postato da supervice il Giovedì, 03 aprile @ 07:42:56 BST (1898 letture)
Leggi Tutto... | 12858 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0
 

 
  Europa Spazio utenti: ESPULSIONE DI IMMIGRATI SENZA LAVORO ANCHE SE CITTADINI UE: D'ACCORDO GERMANIA E GRAN BRETAGNA

cam-merDI MATT CHORLEY
The Daily Mail
Voci dall'Estero

In un'Europa sempre più simile a un lager i capitali sono liberi di spostarsi come preferiscono, ma le persone no. Sul Daily Mail un articolo che commenta le recenti inquietanti dichiarazioni del governo tedesco, prontamente accolte dal Primo Ministro britannico Cameron: gli immigrati potrebbero essere espulsi se non trovano lavoro entro un certo periodo, anche se sono cittadini dell'area UE. 

 

 

 
 
  Postato da supervice il Martedì, 01 aprile @ 13:24:13 BST (1354 letture)
Leggi Tutto... | 8732 bytes aggiuntivi | 1 commento | Spazio utenti | Voto: 0
 

 
  Europa ECCO PERCHE' L'EUROPA NON PUO' ISOLARE LA RUSSIA

Free Image Hosting at www.ImageShack.usDI PEPE ESCOBAR
Asia Times

La cancelliera tedesca Angela Merkel avrebbe potuto spiegare al Presidente degli Stati Uniti Barack Obama un paio di cosette su come instaurare una qualche forma di dialogo con il Presidente russo Vladimir Putin.

Certo, solo se Obama avesse voluto ascoltarla. Ma Obama ha preferito mettersi a fare il professorino di diritto costituzionale ed ha tenuto una pomposa lezione di fronte ad una audience di Eurocrati nello scintillante Palais des Beaux-Arts di Bruxelles. Lo ha fatto mercoledì scorso quando ha spiegato che Putin è la più grande minaccia per l'ordine globale che gli USA amministrano dalla seconda Guerra Mondiale. Peccato che non gli sia andata troppo bene: La maggior parte degli Eurocrati presenti ha continuato, indifferente, a farsi gli affari propri o a twittare.

 
 
  Postato da ernesto il Venerdì, 28 marzo @ 22:10:00 GMT (3833 letture)
Leggi Tutto... | 22548 bytes aggiuntivi | 5 commenti | Voto: 0
 

 
  Europa QUALCUNO SI STUPISCE ?

lepenDI CLAUDIO MARTINI
il-main-stream.blogspot.it

Non si sa esattamente come commentare il voto "municipale" francese. Il vero vincitore della giornata, l'UMP, non è però il protagonista dell'evento politico che si è consumato in questi giorni. I protagonisti reali sono il Partito Socialista e Marine Le Pen. Ci si chiede se sia più notevole la vittoria dell'una o la disfatta dell'altro. La sconfitta di quest'ultimo è infatti impressionante, e trascina con sé tutta la multiforme sinistra francese. I socialisti, con un'opportuna alleanza con i Verdi, riusciranno probabilmente a conservare il governo di Parigi.

Ma Parigi non è la Francia. Nella provincia francese la sinistra perde ovunque. E spesso la sua disfatta coincide con la crescita dei gruppi di Le Pen. In particolare a Marsiglia e nel Sud la sconfitta è rovinosa: sugli otto arrondissement in cui si divide la metropoli portuale, uno è stato conquistato al primo turno dal UMP, in due il ballottaggio è tra UMP e PS, e il primo è in vantaggio, mentre in quattro il ballottaggio è tra Fronte Nazionale e UMP. Solo in un settore cittadino si registra un vantaggio del PS; ma la somma dei voti delle destre è ben maggiore rispetto ai suffragi del partito di Hollande.

 
 
  Postato da davide il Martedì, 25 marzo @ 04:10:00 GMT (4205 letture)
Leggi Tutto... | 6705 bytes aggiuntivi | 18 commenti | Voto: 0
 

 
  Europa CHI PAGA IL CONTO: ARRETRAMENTO SALARIALE E DISUGUAGLIANZA

colectivo0

DI LUIS BUENDÍA
Colectivo Novecento

Per anni hanno cercato di convincerci delle meraviglie di un modello di produzione ben riassunto nella famosa frase del Presidente: “La Spagna sta andando bene”. Oggi sono evidenti i numerosi spigoli della forgiatura di questo modello, e anche delle sue conseguenze. Ora andremo a discutere della disuguaglianza, analizzando cosa è successo prima e dopo lo scoppio della crisi, con gli effetti della socializzazione delle perdite.

 
 
  Postato da superviceduex il Lunedì, 24 marzo @ 22:10:00 GMT (1832 letture)
Leggi Tutto... | 9849 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0
 

 
  Europa ORMAI E' UNA SORTA DI GARA: ESPLODERA' PRIMA LA GRECIA, LA SPAGNA O L'ITALIA ?

marcia ella dignità

FONTE: TEMPO FERTILE (BLOG)

Questa notte c’è stata un’imponente manifestazione a Madrid contro l’austerità. Come d’uso in questi casi le cifre sulla partecipazione oscillano di un fattore venti, da 50.000 a un milione (secondo alcune fonti due).  Gli organizzatori erano il Movimento degli Indignados, i sindacati e le organizzazioni studentesche. Per tutto il mese erano state organizzate in tutta la Spagna manifestazioni di preparazione.

Quel che è certo, a dare credito alle foto, è che si è trattato della più imponente manifestazione degli ultimi anni in Europa. 

 
 
  Postato da davide il Lunedì, 24 marzo @ 06:45:00 GMT (7640 letture)
Leggi Tutto... | 3111 bytes aggiuntivi | 21 commenti | Voto: 0
 

 
  Europa ECCO L'ULTIMO MOSTRO TARGATO UE: IL DEBT REDEMPTION FUND. MILLE EURO ALL'ANNO PER PERSONA PER VENT'ANNI

..LEONARDO MAZZEI
antimperialista.it

E' in arrivo la maxi-tassa per l'Europa: mille euro all'anno per persona per vent'anni
L'ultimo mostro targato UE: il Debt Redemption Fund (Fondo di Redenzione del Debito)

Altro che le buffonate del berluschino fiorentino! Altro che l'altra Europa dei sinistrati dalla vista corta! E' in arrivo sul binario n° 20 (anni) un trenino carico di tasse targate Europa. Ma come!? E le riduzioni dell'Irpef dell'emulo del Berluska? Roba per le urne, che le cose serie verranno subito dopo.

Di cosa si tratta è presto detto. Tutti avranno notato lo strano silenzio della politica italiana sul Fiscal Compact, quasi che se lo fossero scordato, magari con la nascosta speranza di un abbuono dell'ultimo minuto, un po' come avvenne al momento dell'ingresso nell'eurozona per i famosi parametri di Maastricht.

 
 
  Postato da davide il Giovedì, 20 marzo @ 08:55:00 GMT (8281 letture)
Leggi Tutto... | 13212 bytes aggiuntivi | 17 commenti | Voto: 0
 

 
  Europa Spazio utenti: COMUNICATO STAMPA DELL'EPAM

EPaMRiceviamo dalla Grecia e volentieri pubblichiamo.

Comunicato stampa

In vista delle prossime elezioni europee, il Fronte Popolare Unitario ha informato gli ambasciatori dell'UE e della Russia circa le sue posizioni verso l'Unione europea. In particolare Leonidas Chryssanthopoulos, Ambasciatore onorario e membro della segreteria politica dell'E.Pa.M. e Thanasis Laskaratos, membro del Consiglio Nazionale di Coordinamento e responsabile delle Relazioni Internazionali dell'E.Pa.M. hanno incontrato gli ambasciatori dei paesi: Austria, Portogallo, Romania, Russia, Belgio e Olanda. A tutti e' stata consegnata una lettera del segretario generale dell'E.Pa.M. Dimitris Kasakis. La lettera è stata inviata per via elettronica e per posta agli altri ambasciatori con i quali non c'è stato un incontro.

 
 
  Postato da Truman il Mercoledì, 12 marzo @ 22:31:33 GMT (1765 letture)
Leggi Tutto... | 5428 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Spazio utenti | Voto: 0
 

 
  Europa GRECIA: L'ARTE DI VIVERE CON 550€ AL MESE

grxiapoveraPANAGIOTIS GRIGORIOU
greekcrisis.fr

...Si comprende oramai questo passaggio… per ciò che ci riguarda siamo obbligati verso un’altra para-esistenza statale, sociale e politica. Questo è il nuovo modello pensato per la Grecia e fatte le debite proporzioni, per l’Irlanda, ad esempio. La Nuova povertà, o l’arte di vivere con 550€ al mese, spendendo 200 € per l’edilizia abitativa, 100 per il riscaldamento ed elettricità, 30€ di costi vari, come per l’acqua, 40€ per il telefono internet compreso, 100€ dedicati alla cosiddetta previdenza sociale e … 50€ per il cibo, da quì la recente competizione tra i partiti politici … (business tutto sommato succoso), su chi organizzerà la prima migliore zuppa popolare.

Nella foto: Poveri per sempre, secondo il modello irlandese, settimanale anti-mémorandum “To Khoni” del 16 febbraio

 
 
  Postato da davide il Martedì, 11 marzo @ 06:34:42 GMT (3172 letture)
Leggi Tutto... | 3803 bytes aggiuntivi | 1 commento | Voto: 0
 

 
  Europa PIANO USA: GUERRA IN EUROPA, PRIMA CHE CROLLI IL DOLLARO

guerrain europa

FONTE: LIBREIDEE.ORG

«C’è l’intento del Pentagono di colpire la Russia prima del collasso planetario del dollaro». In questa chiave Carlo Tia inquadra i drammatici sviluppi che oppongono Mosca e Washington in Ucraina. «Gli scambi tra la Cina e la Russia sono ormai in yuan, fra la Cina e l’Iran in oro», scrive Tia su “Megachip”. «La stessa Cina si sta liberando di circa 50 miliardi di dollari al mese – trasformati in obbligazioni “ricomprate” forzosamente dal Belgio, non si sa esattamente da chi – per sostenere il dollaro (più esattamente, i petrodollari). Lo stesso George Soros sta pesantemente speculando al ribasso a Wall Street. Sono tutti segni di una prossima depressione mondiale, da cui forse gli Stati Uniti potrebbero uscire solo con una prolungata guerra in Europa». A conferma del “pilotaggio” della crisi esplosa a Kiev, lo scoop del “Giornale”: in una telefonata alla “ambasciatrice” dell’Ue, Catherine Ashton, il ministro degli esteri dell’Estonia, Urmas Paet, dice che i cecchini che hanno sparato sulla folla di piazza Maidan non erano uomini di Yanukovich ma probabilmente «della coalizione appoggiata dall’Occidente».

 
 
  Postato da davide il Lunedì, 10 marzo @ 20:16:04 GMT (9112 letture)
Leggi Tutto... | 8217 bytes aggiuntivi | 13 commenti | Voto: 0
 

 
  Europa UN RESOCONTO GIORNALIERO DELLA CRISI GRECA

unogreciaDI PANAGIOTIS GRIGORIOU
greekcrisis.fr

È da 4 anni che, indiscutibilmente, noi greci siamo più che trascinati dalla crisi economica. Ci trasfiguriamo. Si prospettano tempi nuovi, che s’inaugurano sotto un “kairos” [1] non propiziatorio. L’ultimo rapporto della Banca della Grecia (Quotidiano “Avgi” del 1° marzo) ammette, che nel 2012, il 34% della popolazione del nostro paese ha conosciuto la povertà.

Oggi, dopo due anni di assolutismo troikano, è la metà della popolazione ad essere sottoposta a ristrettezze.

 
 
  Postato da davide il Lunedì, 10 marzo @ 07:10:00 GMT (4068 letture)
Leggi Tutto... | 22194 bytes aggiuntivi | 1 commento | Voto: 0
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI DAGLI UTENTI

miopia

 

SOMMARIE RIFLESSIONI SULLA CRISI

COME L’AUMENTO DELL’EFFICIENZA PORTA AL CONSUMO DELLE RISORSE

NATIXIS: SE TUTTO VA BENE, I PAESI PERIFERICI SONO ROVINATI

L'ASSURDO DELLE ESPORTAZIONI DI GAS DEGLI STATI UNITI

UCRAINA: LABORATORIO NEONAZI, GAS E PETROLIO (SECONDA PARTE)

UCRAINA: LABORATORIO NEONAZI, GAS E PETROLIO (PRIMA PARTE)

PIÙ PRECARI, MENO PRODUTTIVI. COSÌ RENZI AFFONDERÀ IL PAESE

ESPULSIONE DI IMMIGRATI SENZA LAVORO ANCHE SE CITTADINI UE: D'ACCORDO GERMANIA E GRAN BRETAGNA

UNA NAZIONE DI PRENDITORI?

SULL'IMPATTO DELLE IDEE ECONOMICHE

COM’E’ CHE I POTENTI SONO CONVINTI DI “MERITARE” DI PIU? UNA LEZIONE DAL… LABORATORIO

FORSE IL GRAFICO PIU' IMPORTANTE DEL MONDO

DISOCCUPAZIONE IN FRANCIA

URBANIZZAZIONE E GLOBALIZZAZIONE

CARI UCRAINI, LA VOSTRA BOLLETTA DEL GAS SALIRA' DEL 50% IL 1° MAGGIO, AUGURI

IL NOSTRO SISTEMA SELEZIONA GLI INCOMPETENTI SOCIOPATICI?

 

 

 

Venerdì, 07 marzo
· PERICOLO! ACCORDO TRANSATLANTICO
Sabato, 01 marzo
· QED 31: LA PEUGEOT ED I BOCCARA
Domenica, 23 febbraio
· LA GERMANIA CHIEDE A RENZI LA PATRIMONIALE
Venerdì, 21 febbraio
· LA SITUAZIONE DELL'UCRAINA SPIEGATA SULLA MAPPA
Martedì, 18 febbraio
· CON I TUOI RISPARMI RIEMPIREMO I BUCHI DELLA FINANZA
Martedì, 11 febbraio
· IL SIGNIFICATO DI DIEUDONNE'
Lunedì, 10 febbraio
· E ORA NON DITE CHE LA SVIZZERA E' XENOFOBA...
· LA GERMANIA STA SPOLPANDO LE NOSTRE MIGLIORI AZIENDE
Giovedì, 06 febbraio
· IL “PARLAMENTO” EUROPEO, OVVERO IL GUARDIANO DEI TRATTATI
Domenica, 26 gennaio
· UCRAINA LA SIRIA EUROPEA ?
Sabato, 25 gennaio
· SARAJEVO, OLTRE LE APPARENZE
· IL VERO BAIL-OUT? QUELLO DELLA GERMANIA
Venerdì, 24 gennaio
· LO SHOAH COME RELIGIONE DI STATO ?
· LA SICUREZZA SANITARIA DEGLI ALIMENTI NELL'ACCORDO DI LIBERO SCAMBIO TRA UE E USA: UNA RIFLESSIONE GLOBALE
Giovedì, 23 gennaio
· I CARRI ARMATI NELLE BANLIEUES
Martedì, 21 gennaio
· GRECIA: I CENTRI DI SOLIDARIETA' DI GEORGE SOROS
Lunedì, 20 gennaio
· IL “TEOREMA” DI PASOLINI LO STIAMO VIVENDO TUTTI
· IL RIDICOLO UCCIDE
Giovedì, 16 gennaio
· UNA BOMBA NEL MEDITERRANEO
Mercoledì, 15 gennaio
· UNA GUERRA CIVILE FREDDA ?
Martedì, 14 gennaio
· PERCHÉ L’UNIONE EUROPEA RISCHIA DI FARE LA FINE DELL’EX JUGOSLAVIA
Venerdì, 10 gennaio
· NEETS: IL NUOVO SOTTOPROLETARIATO
Giovedì, 09 gennaio
· TRE ANNI DOPO, DOV’È IL MOVIMENTO DEGLI INDIGNATI SPAGNOLO ?
Martedì, 07 gennaio
· LA CRISI UCCIDE
Lunedì, 06 gennaio
· SOPRAVVIVERE IN GRECIA
Domenica, 05 gennaio
· PORTOGALLO, IL GOVERNO DECIDE IL "PRELIEVO FORZOSO" SU TUTTE LE PENSIONI
Venerdì, 03 gennaio
· DIEUDONNE' M'BALA M'BALA: LA BESTIA NERA DELL'ESTABLISHMENT FRANCESE
Giovedì, 02 gennaio
· SE LA GOVERNANCE ECONOMICA SE L'ASSUME LA NATO
Martedì, 31 dicembre
· USCITA DALL'EURO: QUANTI SOLDI CI DEVE LA BCE ?
Sabato, 21 dicembre
· "TUTTI A CASA. DEL RESTO PARLEREMO DOPO "
Lunedì, 09 dicembre
· UN’EUROPA NATA COME L’ITALIA: UNITA MA SENZA UNITÀ
Domenica, 08 dicembre
· TEMPI NUOVI
Sabato, 07 dicembre
· NIENTE LEZIONI DA CHI E' COMPLICE DELLA VIOLAZIONE DEI TRATTATI
Mercoledì, 04 dicembre
· GEORGE SOROS: “EUROPA: CREARE UNA CLASSE OPERAIA ROM”
Mercoledì, 27 novembre
· GRECIA: INFETTARSI DELIBERATAMENTE IL VIRUS DELL’HIV PER POTER RICEVERE UN SUSSIDIO MENSILE ?
Martedì, 19 novembre
· LA GERMANIA PREPARA LA “CAMPAGNA D’ITALIA”
Domenica, 17 novembre
· GRECIA, E' ARRIVATA LA RIVENDICAZIONE PER L’ATTENTATO DAVANTI ALLA SEDE DI ALBA DORATA. E PUZZA ANCORA DI PIU'
Sabato, 16 novembre
· GRECIA: RESTERA' QUALCUNO AL CENTRO O VERSO UNA GUERRA CIVILE ?
Venerdì, 15 novembre
· UN GOLPE DI NOME EURO. SE LA MONETA UNICA FOSSE TECNICAMENTE UN "COLPO DI STATO" CONTRO PAESI MEMBRI E CITTADINI?
Mercoledì, 13 novembre
· LA GUERRA DEL DEBITO: UNA MODERNA TRAGEDIA GRECA

Articoli Vecchi
 

 

Activist Post

Agence Global

AlterNet

American Free Press

AntiWar

Asia Times

Awaken In The Dream

Axis of Logic

Billy Blog

Bloomberg

Business Insider

Cepr

Club Orlov

Clusterfuck Nation

Common Dreams

Countercurrents

Counterpunch

Daily Bell

Dandelion Salad

Dissident Voice

Earth Hope Network

Ecomonitor

End of the American Dream

End the Lie

Energy Bulletin

Europe

Chris Floyd

Geopolitics-Geoeconomics

Global Research

Idaho Observer

Information Clearing House

Iraq War

Keep Talking Greece

Killing Hope (William Blum)

Land Destroyer

Lew Rockwell

Media Lens

Moon of Alabama

Mark Morford

Mother Board

The Nation

Natural News

News Target

OpEd News

James Petras

Poor Richard!

Prison Planet

Project Censored

Raw Story

Real Currencies

Red Ice Creations

Rense

Russia Today

Lars Schall

Sott

Speaking Truth To Power

Strategic Culture

Matt Taibbi

Taki's Mag

Webster Tarpley

Telegraph Blogs

Testosteronepit

Thirteen Monkey

Tom Dispatch

Truth-out

Truth Seeker

21st Century Wire

Uruknet

Washington's Blog

What's Left? (Stephen Gowans)

Who What Why

Xymphora

Zero Hedge

 

 

Acrimed

A l'Econtre

Alterinfo

Article 11

Basta!

Gilles Bonafi

Cadtm

Silvia Cattori

Michel Collon

Contretemps

Le Courrier

Dedefensa

Diploweb

Egaliteetreconciliation

Greek Crisis

Infoguerre

L'Humanité

Marianne-en-ligne

Metropolitiques

Mondialisation.ca

Blog Monde Diplomatique

Pambazuka

Questions Critiques

Reflets

Reporterre

Réseau Voltaire

Rezo

Terrains de Luttes

 


 
  La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Precisa che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e che in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere considerato responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi. La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

- messaggi non concernenti il tema dell'articolo
- messaggi offensivi nei confronti di chiunque
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)




Disclaimer A meno di avvisi di particolari (articoli con diritti riservati) il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità.

Il logo del sito (adattato da xkcd.com) è rilasciato con licenza creative commons.