Welcome to Come Don Chisciotte
 
 

  USER PANEL

. Home
. Archivio per Data
. Cerca
. Il Forum
. Il Tuo Profilo
.
Messaggi Privati
. Pubblica
. Segnala Questo Sito
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI NEL FORUM
entra nei forum

. Notizie dal mondo

. Notizie dall'Italia

. Opinioni

. Segnalazioni

. Cinema

. Libri

. Musica

 

  FORUM: ULTIMI ARTICOLI


 Si sgretola la TAV di Firenze
 M5S sorpassa il PD: con l'Italicum va a P.Chigi
 Israele presiedera commissione diritto intern.le all ONU
 Il piano segreto dell'UE di "Super-Stato"
 Brasile: Rousseff, Lula candidato alle presidenziali 2018
 Eppur (non) si scioglie…
 ciarlando di economia
 Roma:sindaco ha passaggio obbligato con il papa
 Una Riforma Cost. val bene una Legge elettorale
 l'utilità delle tasse
 Condanneranno Bossetti
 Latrocinio
 Brexit, Ryanair sposta investimenti e nuovi aerei dal Regno
 9,5 milioni di euro per recuperare cadaveri
 San Pechino

Come Don Chisciotte Forums

 

  UTENTI

Benvenuto, anonimo
Nickname
Password
(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: Hrabal
News di oggi: 0
News di ieri: 1
Complessivo: 8681

Persone Online:
Visitatori: 1017
Iscritti: 32
Totale: 1049

Online ora:
01 : Georgejefferson
02 : acidboy
03 : eshin
04 : whugo
05 : ottavino
06 : fabionew
07 : steal61
08 : maxfool
09 : Prischia
10: bigrex
11: Rosanna
12: SeveroMagiusto
13: trigone
14: saysana
15: Matt-e-Tatty
16: riefelis
17: falkenberg1
18: lopinot
19: PinoRossi
20: JeanPaulGuilloche
21: Cavalea
22: natascia
23: massi
24: Alias
25: mago
26: haward
27: rossland
28: tao
29: Arcadia
30: fengtofu
31: yago
32: olmo
 

 

La netiquette di ComeDonChisciotte: alcune norme minime per la convivenza e il dialogo costruttivo nel sito





UNA PRESENTAZIONE DI TRUMAN BURBANK
 

  LETTURE SEGNALATE

Crocifissioni riprese dallo smartphone. Antropologia politica di Isis

Cassazione a Napolitano: tornare subito al voto

Libertà e Giustizia: Verso la svolta autoritaria

Marco Mamone Capria - Vivisezione: un po' di chiarezza sul dibattito in corso

Perché nessuno stato ha il Credito pubblico?

GZ - Più Moneta Creano più ti Dicono che non ci Sono Soldi

Il Sussidiario - Una nuova mega-bolla finanziaria ci darà la ripresa

Antonio Camuso - Kabul: stragi di piloti e guerre tra contractor

Rigamo - La notte dei Ganzer viventi

Marco Mamone Capria - La scienza in una società democratica

Giulio Sapelli - Col potere ai professori venne l’inverno della nostra civiltà

Bagnai - Crisi finanziaria e governo dell'economia

Petras - Verso dittature tecnocratiche

 

 

Alfabeta2

andreacarancini.blogspot.it

Appello al Popolo

ArruotaLibera

Alberto Bagnai

Carlo Bertani

Bye Bye Uncle Sam

Campo Antimperialista

Franco Cardini

Carmilla Online

Marco Cedolin

Civium Libertas

Clarissa

Cobraf

COMIDAD

Conflitti e Strategie

Eddyburg

Eurasia

Free Animals

Geopolitica

Geopoliticamente

Giornale del Ribelle

Fulvio Grimaldi

Iceberg Finanza

Io Non Sto Con Oriana

Karlmarxplatz

Kelebleker

Libre Idee

Domenico Losurdo

Mainstream

Antonio Mazzeo

Megachip

Nazione Indiana

Nena News

nogeoingegneria.com

Eugenio Orso

Palestina Libera!

I Quaderni di Truman

Rinascita

Rischio Calcolato

Salamelik

Selvas

Senza Soste

Sinistra In Rete

Tlaxcala

Veganzetta

La Voce delle Voci

La Voce del Ribelle

Voci Dalla Strada

 

 

merkelkommando

fini

 

 

 

Alainet.org

Argenpress

Cubadebate

Daniel Estulin

Gara

Percy Francisco Godoy

InSurGente

La Haine

Kaos en la Red

La Jornada

Alberto Montero

Vicenç Navarro

Nueva Tribuna

Pagina/12

Rebelion

Sinpermiso

Adrian Salbuchi

Sur y Sur

Tercera Informacion

Visiones Alternativas

Rodolfo Walsh

 

 
 
Come Don Chisciotte: Economia

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  Economia A CHI DOBBIAMO RESTITUIRE IL DEBITO PUBBLICO ?

debito con marte

DI FABIO CONDITI

comedonchisciotte.org

Ci siamo talmente abituati alla crisi economica, che facciamo fatica ad immaginare che possa esistere una società che non ne sia caratterizzata.

Sono anni che ci ripetono che il debito pubblico è insostenibile e che dobbiamo seguitare con politiche di austerity perchè in questo modo riusciremo a risolvere il problema : ma nonostante i grandi sacrifici a cui ci sottoponiamo, la situazione invece che migliorare, peggiora.

Tutti gli Stati del mondo sono indebitati, per una cifra complessiva che supera i 200.000 mld di euro, e questo dovrebbe insospettirci: come mai siamo "tutti" indebitati, a chi dobbiamo tutti questi soldi ?

Ovviamente non ad una altro pianeta, ma ai mercati finanziari, visto che è lì che i Titoli di Stato vengono collocati per essere acquistati da una piccolissima percentuale della popolazione mondiale, principalmente costituita da operatori del mondo finanziario.

 
 
  Postato da Truman il Martedì, 28 giugno @ 20:05:00 BST (5165 letture)
Leggi Tutto... | 8374 bytes aggiuntivi | 38 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia IL MONDO NON CADRA' DOPO IL BREXIT MA AFFRONTEREMO ANNI DI DURO LAVORO

London

DI AMBROSE EVANS PRITCHARD

telegraph.co.uk

E' tempo di fare progetti. Nelle ultime settimane della campagna avevamo avvertito che il voto per lasciare l'UE sarebbe stato traumatico e questo è ciò che il paese sta affrontando adesso: i mercati tremano e Westminster è in subbuglio.

Lo shock della scorsa notte segna un punto di rottura nell'equilibrio europeo del dopoguerra. Sarà uno sforzo erculeo separare l'Inghilterra dall'Unione Europea dopo 43 anni di garbugli alla difficile ricerca di una struttura legale e costituzionale. La Scozia e l'Irlanda del Nord saranno adesso espulse dall'UE contro la loro volontà, una terrificante situazione può facilmente portare ad una frammentazione interna del Regno a meno che non sia trattata con estrema cura.
 
 
  Postato da davide il Domenica, 26 giugno @ 07:50:00 BST (4197 letture)
Leggi Tutto... | 11817 bytes aggiuntivi | 8 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia LA RIVOLTA DEL BREXIT SI ALLARGA ALLA FRANCIA RESTIA SULL'EUROPA

France

DI AMBROSE EVANS PRITCHARD

telegraph.co.uk

Negli ultimi mesi la Francia è diventata ancor più visceralmente euroscettica dell'Inghilterra, alterando profondamente la geografia politica dell'Europa e rendendo impossibile prevedere come Parigi possa reagire ad un Brexit.

Un'ingestibile crisi economica ha eroso da oltre una decade la legittimità delle elite alla guida della Francia. A questo ora si aggiunge il collasso della credibilità del governo, e la crescente rabbia contro l'immigrazione.

Un'inchiesta pan-europea del Centro Ricerche Pew divulgata oggi ha scoperto che il 61% dei votanti francesi hanno un'opinione “contraria”, mentre in Inghilterra sono solo il 48 %.

 
 
  Postato da davide il Martedì, 14 giugno @ 14:33:50 BST (4564 letture)
Leggi Tutto... | 12903 bytes aggiuntivi | 14 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia IL CULTO DEL DENARO

   Fai la domanda giusta e diventi socio automaticamente 
 
DI DMITRY ORLOV
 
cluborlov.blogspot.it

Avevo già scritto su questa evoluzione dei tassi di interesse passati da positivi a tassi di interesse  pari a ZERO (dal 2008) e, alla fine, a tassi di interesse negativi.  Ho fatto ai miei lettori una semplice domanda: come faranno dei tassi di interesse negativi a far saltare il sistema finanziario? A quanto pare nessuno conosce la risposta.
Ora, devo confessare che all'inizio neanch'io conoscevo la risposta, e questo è il motivo per cui avevo fatto la domanda, infatti i primi tentativi di trovarla sono stati piuttosto incerti.
Ma ora, dopo averci pensato bene sopra, mi sembra di aver trovato la risposta, ed è che ...
 
 
  Postato da ernesto il Domenica, 12 giugno @ 23:10:00 BST (3738 letture)
Leggi Tutto... | 19980 bytes aggiuntivi | 5 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia LA STRUTTURA DEL COLLASSO: 2016 - 2019

eco

DI CHARLES HUGH-SMITH

OfTwoMinds.com

I leader si trovano di fronte a un dilemma senza possibilità di vittoria: naturalmente ogni cambiamento porterà il sistema a crollare, ma anche mantenere l'attuale rotta porterà il sistema a crollare.

Lo stato finale di sistemi non sostenibili è il collasso. Sebbene esso possa sembrare improvviso e caotico, possiamo distinguere le strutture basilari di tale processo. La materia è complessa e giusitificherebbe un intero scaffale di libri, ma le seguenti sei dinamiche sono sufficienti a mostrare con chiarezza l'inevitabile collasso dello status quo.

 
 
  Postato da marcoc il Giovedì, 09 giugno @ 23:10:00 BST (5900 letture)
Leggi Tutto... | 7915 bytes aggiuntivi | 13 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia UN ALLARME RUSSO. (UN APPELLO CONTRO IL SUICIDIO DEL MONDO)

 Ame

DI E. GUREVICH, D. ORLOV, THE SAKER

thesaker.is

Noi qui sotto firmatari siamo russi che vivono e lavorano negli USA. Stiamo assistendo con crescente ansia a come le attuali politiche statunitensi e NATO ci stiano portando verso una collisione pericolosissima con la Federazione Russa, così come con la Cina. Numerosi rispettati patrioti americani, come Paul Craig Roberts, Stephen Cohen, Philip Giraldi, Ray McGovern e molti altri hanno lanciato allarmi per il pericolo di un’incombente Terza Guerra Mondiale. Ma la loro voce si è persa nel chiasso di mass media zeppi di storie ingannevoli e inaccurate. Esse descrivono un’economia russa nel caos e un esercito russo debole.

 
 
  Postato da davide il Venerdì, 03 giugno @ 13:06:54 BST (9030 letture)
Leggi Tutto... | 15657 bytes aggiuntivi | 19 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia "IL KRACK VERRA' DA ITALIA O DA CINA ?"

19-colosseo

DI MAURIZIO BLONDET

maurizioblondet.it

Questo titolo d’un articolo di un blog economico francese  (Gaulliste Libre) meritava una lettura.  Vi ho trovato alcuni dati interessanti.

Come ormai moltissimi economisti non mainstream, anche questo si aspetta il krack mondiale: “Non avendo assolutamente imparato la lezione della precedente crisi [del 2008], siamo condannati a viverne una prossima”.  La sola domanda riguarda il fiammifero che appiccherà l’incendio. Una delle fantastiche start-ups  ultra-tecno sulle cui mirabolanti promesse (felicemente chiamate  unicorni) i fondi speculativi amano concentrare i capitali, non mantiene le suddette promesse? La bancarotta di uno Stato sovrano? Un altro crack bancario? Una crisi internazionale che provochi un altro rallentamento, stavolta destabilizzante l’economia mondiale?

 
 
  Postato da davide il Giovedì, 02 giugno @ 17:28:58 BST (3356 letture)
Leggi Tutto... | 11923 bytes aggiuntivi | 10 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia USA, REGNO UNITO E UNIONE EUROPEA SONO ORMAI DELLE DITTATURE

DI ERIC ZUESSE

Strategic Culture Foundation

Come è possibile che in tutti i sondaggi per le primarie presidenziali, nei testa a testa tra Repubblicani e Democratici, il candidato Democratico favorito è quasi sempre Bernie Sanders, che molto probabilmente non sarà il candidato vincente, mentre tra i Repubblicani il favorito è John Kasich, che di certo non sarà il candidato Repubblicano nella corsa alla presidenza? Sanders e Kasich hanno anche registrato il più alto gradimento in rete per rispettivi partiti, ma quasi certamente nessuno dei due sarà sulla scheda elettorale l'8 novembre. Ma che razza di democrazia è questa?

 

 
 
  Postato da marcoc il Venerdì, 27 maggio @ 20:20:00 BST (2883 letture)
Leggi Tutto... | 10353 bytes aggiuntivi | 4 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia La crisi finanziaria dell'Arabia Saudita può portare il petrolio a 25$ se i compratori accetteranno dei "pagherò"

Oil

DI AMBROSE EVANS PRITCHARD

telegraph.co.uk

L'Arabia Saudita affronta una pericolosa contrazione della liquidità dal momento che i capitali fuoriescono dal paese, in una fase di forte contrazione dell'offerta monetaria e aumento dello stress del sistema bancario.

Il tasso di sconto a tre mesi in Riyadh ha improvvisamente iniziato una spirale di crescita, raggiungendo il massimo dai tempi della crisi Lehman del 2008.

Arrivano notizie che il governo saudita sta concludendo contratti di pagamento con delle clausole aperte a rinegoziazioni, il che mostra quanto stia diventando grave la situazione. Il gruppo Bin Laden, in affanno di debito, sta dimettendo 50.000 lavoratori del settore edilizio a causa dei morsi dell'austerità.

 
 
  Postato da davide il Lunedì, 23 maggio @ 06:19:53 BST (2400 letture)
Leggi Tutto... | 6784 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0
 

 
  Economia ORIGINE E DESTINO DELLA RIVOLUZIONE INDUSTRIALE E FINANZIARIA

child-labor

DI ADRIAN KUZMINSKI

cluborlov.blogspot.it

La rivoluzione industriale ha plasmato il mondo moderno. Prima che decollasse alla fine del XVIII secolo, la maggior parte delle persone in Europa e nel mondo vivevano in modo sostenibile utilizzando risorse rinnovabili in società tradizionali. Tale energia limitata era disponibile grazie al vento (barche a vela, mulini a vento), all'acqua (ruote idrauliche),al legno ( caminetti e stufe per scaldare o cucinare) e alla forza dei muscoli (il lavoro degli uomini o degli animali). Non c'era elettricità, pochissimi o nessun macchinario pesante, niente medicina moderna, praticamente senza elettrodomestici o altri dispositivi che facevano risparmiare lavoro, nessuna telecomunicazione. Viaggiare era lento e faticoso. Quasi tutto doveva essere fatto a mano con una tecnologia semplice. I tassi di morte e di nacita erano elavati, principalmente a causa della mortalità infantile.

 
 
  Postato da davide il Mercoledì, 18 maggio @ 23:10:00 BST (3707 letture)
Leggi Tutto... | 22108 bytes aggiuntivi | 4 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia 150 STRONG: UN PERCORSO PER UN FUTURO DIVERSO

FONTE CLUB ORLOV

Capitalismo creativo, capitalismo etico, capitalismo altruista, capitalismo naturale, capitalismo verde, capitalismo distribuito e capitalismo democratico. Capitalismo 2.0?

Il capitalismo spesso è associato a tutta una serie di prefissi addolcenti, la cui stessa presenza indica che in esso ci sia qualcosa di sbagliato. Poi sentiamo anche altri tipi di prefissi: capitalismo clientelare e capitalismo sfrenato, che indicano che esso non venga applicato nel modo giusto.

 
 
  Postato da davide il Domenica, 08 maggio @ 00:00:00 BST (3030 letture)
Leggi Tutto... | 8417 bytes aggiuntivi | 7 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia L'AUTO ELETTRICA HA VINTO? 1: TESLA, MARCHIONNE E GANDHI

DI PIETRO CAMBI

crisiswhatcrisis.it

Vi preannuncio che il tema si presenta variegato e succoso, per cui mettetevi comodi: non lo esaurirò in un solo post. Per intanto partiamo da Marchionne e dal suo odio per le auto elettriche. Niente di speciale, direte voi,  Si sa che Marchionne è fatto così. Peccato che La Fiat, abbia un centro ricerca avanzatissimo e molto invidiato che, a parte rivoluzionare il settore dei motori endotermici, ha sempre avuto ampie capacità anche nel settore dei veicoli alternativi.

Peccato che in questo modo una casa automobilistica tradizionale e con una immagine ormai irrimediabilmente compromessa a livello internazionale, ha perso una opportunità irripetibile, in quanto, probabilmente ultima. Anche perché l’unione con Chrysler ha ancora di più consolidato la sua immagine di auto economica ma non particolarmente affidabile.

 
 
  Postato da davide il Sabato, 07 maggio @ 18:33:09 BST (6108 letture)
Leggi Tutto... | 12111 bytes aggiuntivi | 38 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia COME RUSSIA E CINA STANNO PENSANDO DI REAGIRE ALLA GUERRA ECONOMICA USA

 Get_in_Touch

DI ALISTAIR CROOK

russia-insider.com

Non c’è miglior esempio di “guerra ibrida” della guerra economico-finanziaria di Washington contro Mosca.

Questa domenica la guida suprema dell’Iran Ali Khamenei ha dichiarato ad una vasta folla riunita nella città santa di Mashad che “Gli americani non hanno agito come promesso nell’accordo sul nucleare (JCPOA); essi non hanno fatto ciò che avrebbero dovuto. Secondo il ministro degli esteri (Javad Zarif), essi hanno messo nero su bianco ma alla fine hanno impedito il concretizzarsi degli obiettivi della Repubblica Islamica per mezzo di svariati diversivi.”

 
 
  Postato da davide il Giovedì, 28 aprile @ 08:34:11 BST (7474 letture)
Leggi Tutto... | 15690 bytes aggiuntivi | 10 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia IL CROLLO DELL'ECONOMIA E IL PANICO DEI LEADER GLOBALI

 

economic_collapse_numbers     

DI MICHAEL SNYDER

activistpost.com

Le agenzie stampa mainstrem stanno già cominciando a usare la frase "collasso economico" per descrivere quanto sta accadendo in questo momento in alcune aree del mondo. Per molti americani potrà sembrare strano, ma la verità è che il rallentamento economico a livello mondiale - che ha avuto inizio nella seconda metà dello scorso anno  - sta cominciando a prendere velocità. Con questo articolo andiamo a vederne le prove dal Sud America, all'Europa, all'Asia e al Nord America. Finito il giro dovrebbe essere ovvio per tutti che non c'è assolutamente nessun motivo per essere ottimisti sulla direzione che ha preso l'economia globale. Gli  allarmi lanciati da tanti eminenti esperti  stanno diventando una realtà, e quello che abbiamo visto finora sono solo i primi capitoli di una schiacciante crisi economica che interesserà ogni uomo, donna e bambino in tutto il mondo.

 
 
  Postato da ernesto il Giovedì, 14 aprile @ 23:10:00 BST (6066 letture)
Leggi Tutto... | 17754 bytes aggiuntivi | 11 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia USA : QUELLA "TRINITA' IMPOSSIBILE" INCUBO DEGLI INVESTITORI

South West heading for a 'long soak' as rains roll in 

DI MYLES UDLAND
 

L'economia statunitense si trova ad affrontare una nuova " trinità impossibile" che probabilmente darà dei grossi mal di testa a parecchi azionisti e a parecchi investitori obbligazionari.

In una nota di martedì scorso Rineesh Bansal, analista della Deutsche Bank, ha affermato che in questo momento l'economia USA sta cercando di raggiungere tre risultati: salari più alti, maggior inflazione e profitti più elevati.

Il problema è che se potranno raggiungere solo due.

In economia, quella "trinità impossibile" con cui si devono confrontare i politici diventa una "classica scelta di due su tre" che si ripropone sempre quando si vuol mantere un tasso di cambio fisso,  flussi di capitale transfrontalieri e indipendenza della politica monetaria.

(Negli Stati Uniti, ad esempio, si permette la libera circolazione del denaro dentro e fuori l'economia e la politica monetaria è indipendente ma il valore del dollaro non è fisso.) 

 
 
  Postato da ernesto il Mercoledì, 13 aprile @ 23:10:00 BST (2252 letture)
Leggi Tutto... | 11080 bytes aggiuntivi | 4 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia CHRISTINE LAGARDE- FMI : "PEGGIO VA, MEGLIO E' "

FONTE: ZEROHEDGE.COM

"Quando il mondo che gira intorno al FMI va male, a noi va molto bene. E' proprio allora che noi cominciamo a diventare estremamente attivi perché prestiamo soldi e ci guadagnamo con gli interessi e con tutte le altre voci, quindi la nostra istituzione prospera, va bene."   " Invece quando le cose vanno bene, e ci sono anni di sviluppo come - ad esempio - fu nel periodo 2006-2007, per il FMI le cose non vanno bene, non solo finanziariamente".  

 
 
  Postato da ernesto il Lunedì, 04 aprile @ 09:15:00 BST (4275 letture)
Leggi Tutto... | 5439 bytes aggiuntivi | 13 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia IL MAGMA CHE RIBOLLE SOTTO I TASSI ZERO

mg727908

DI FEDERICO DEZZANI

federicodezzani.altervista.org

“Una fragile calma cede il passo alle turbolenze” titola il rapporto trimestrale pubblicato ad inizio marzo dalla Banca dei Regolamenti Internazionali, secondo cui i recenti sconquassi borsistici sono solo le avvisaglie dell’imminente tempesta finanziaria, persino peggiore di quella culminata con il collasso di Lehman Brothers. Il livello di indebitamento globale ha toccato nuovi record, l’economia è in stallo e, dato più allarmante, le politiche dei tassi a zero hanno fallito l’obbiettivo di risollevare l’economia: la banche centrali sono oggi impotenti ed in balia degli eventi. L’allarme lanciato dalla svizzera BRI deve tenuto nella massima considerazione, data la sua natura di “banca delle banche centrali”: come l’organismo aveva “previsto” con ampio anticipo la crisi del 2007-2008 sfociata nella Grande Recessione, così i suoi nuovi allarmi rispecchiano le vere condizioni dei mercati. L’incremento dell’allentamento quantitativo è la prova che anche la BCE ha sparato l’ultima, inutile, munizione.

 
 
  Postato da davide il Lunedì, 21 marzo @ 13:42:16 GMT (4440 letture)
Leggi Tutto... | 26146 bytes aggiuntivi | 5 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia ADDIO EUROPA: LA CINA SCALZA LA GERMANIA COME MAGGIOR IMPORTATRICE DI PETROLIO DALLA RUSSIA

moskstars

FONTE. RUSSIA-INSIDER.COM

La collaborazione petrolifera russo-cinese si presenta come la più importante delle collaborazioni di questo tipo al mondo.

C'era da aspettarselo. Avevamo già segnalato che la Russia aveva sostituito l'Arabia Saudita come primo fornitore di petrolio alla Cina. Adesso l'Agenzia internazionale dell'Energia (AiE) annuncia che alla fine del 2015 la Cina ha sorpassato la Germania come primo importatore dalla Russia.

 
 
  Postato da davide il Venerdì, 18 marzo @ 10:50:44 GMT (3324 letture)
Leggi Tutto... | 4047 bytes aggiuntivi | 4 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia MARIO DRAGHI GIOCA LA SUA ULTIMA CARTA PER PREVENIRE LA DEFLAZIONE

art

DI AMBROSE EVANS PRITCHARD

telegraph.co.uk

La Banca Centrale Europea ha ormai giocato tutte le sue carte per evitare la ‘trappola della deflazione’, lanciando una tripla raffica di stimoli nonostante le aspre critiche provenienti dalla Germania, a sostegno della tesi che queste misure siano inutili e finiranno con il fare più del male che del bene.

I mercati hanno reagito in modo selvaggio. In un primo momento sono cresciuti, salvo poi precipitare per il timore che la BCE abbia esaurito le sue opzioni e che potrebbe essere rimasta senza difese nel caso di un nuovo shock.

 
 
  Postato da davide il Domenica, 13 marzo @ 19:26:28 GMT (3213 letture)
Leggi Tutto... | 9718 bytes aggiuntivi | 9 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia DRAGHI COME UN PUSHER MA LA SUA DROGA NON SALVERA' L'EUROPA

b8a7

DI MARCELLO FOA

Il Cuore Del Mondo

Cosa significano le misure annunciate da Mario Draghi? Dobbiamo essere contenti? Direi proprio di no.

Da diversi mesi la Bce, come altre banche mondiali, applica il quantitative easing, ovvero acquista titoli di Stato dei Paesi europei, tra cui ovviamente l’Italia, e da qualche mese applica anche i tassi negativi ovvero punisce chi tiene grandi liquidità sui conti correnti. Ma queste misure finora non sono state risolutive, né in Europa né altrove perché non affrontano i problemi reali che affliggono le economie del Vecchio Continente.

 
 
  Postato da davide il Venerdì, 11 marzo @ 10:46:29 GMT (5097 letture)
Leggi Tutto... | 1944 bytes aggiuntivi | 15 commenti | Voto: 0
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI DAGLI UTENTI

miopia

GRASSO “IMBOSCA” UN’INTERROGAZIONE SU NAPOLITANO

DONNE, IN CERCA DI CRACCO

FANTACRONACA ROMANA

STAR WARS EPISODIO VII: IL DECLINO DELL'IMPERO AMERICANO

QUALE CULTURA NELLA DECADENZA

APPELLO DI CAPODANNO AL POPOLO ITALIANO

IL QATAR SVELATO

DISOBBEDIAMO!

LA RABBIA DI UN PENSIONATO… GRANDE “EVASORE FISCALE”!

GHOST SECURITY GROUP: “ANONYMOUS HA STRATEGIA INADATTA E OBSOLETA”

 

 

Venerdì, 11 marzo
· AVVERTIMENTO DALLA BANCA PER I REGOLAMENTI INTERNAZIONALI: LA CALMA PRIMA DELLA TEMPESTA?
Mercoledì, 09 marzo
· IL CROLLO DELLE BANCHE ITALIANE RISCHIA DI GETTARE NEL CAOS IL SISTEMA FINANZIARIO EUROPEO
Giovedì, 18 febbraio
· LA FINE DEL CONTANTE ARRIVERA’, PRESTO
Mercoledì, 17 febbraio
· IL SEGRETO DEL TTIP (L'OPPOSTO DELLA TRASPARENZA)
Martedì, 16 febbraio
· UN TEDESCO CI DA' UN CONSIGLIO BUONO
· ALLEVAMENTI INDUSTRIALI: LA BIODIVERSITA' ANIMALE SOTTO IL CONTROLLO DELLE MULTINAZIONALI
Sabato, 13 febbraio
· IL PROFESSOR PADOAN HA CONFESSATO CHE IL MINISTRO NON CAPISCE NIENTE
Venerdì, 12 febbraio
· CROLLANO E BORSE, LA GENTE INVOCA LA BANCA CENTRALE FORTE CHE NON C'E'
Lunedì, 08 febbraio
· ESCLUSIVO: L’IRAN VUOLE CHE LE SUE NUOVE FORNITURE DI PETROLIO VENGANO PAGATE IN EURO
Venerdì, 05 febbraio
· PERCHE' MICHAEL HUDSON E' IL MIGLIOR ECONOMISTA DEL MONDO
Domenica, 31 gennaio
· IL SISTEMA-BESTIA CRESCE: IN NORVEGIA NON VOGLIONO PIU' I CONTANTI
Giovedì, 28 gennaio
· LA DEUTSCHE BANK CAUSERA’ LA PROSSIMA CORREZIONE DEL MERCATO AZIONARIO
Lunedì, 25 gennaio
· LA MIA RICETTA PER IL 2016 ? UN CROLLO...PRESTO E SPESSO
· GOLDMAN-SACHS E IL PREZZO DEL PETROLIO (LA SPERANZA E’ DI FAR AFFONDARE LA RUSSIA)
Mercoledì, 20 gennaio
· LE POLTRONE SUL PONTE DEL TITANIC
· "IL MONDO VA VERSO EPICHE BANCAROTTE"
· LA RISSA DEL RUBLO
Domenica, 17 gennaio
· IL BAIL IN NON FA PAURA
· L'ECONOMIA CINESE E' DAVVERO NEI GUAI ?
Sabato, 09 gennaio
· LA FUGA DEI CAPITALI SPINGE LA CINA SULL’ORLO DELLA SVALUTAZIONE
Domenica, 03 gennaio
· NEL 2016 L’ECONOMIA RAGGIUNGERA’ IL SUO SWEETSPOT. LA QUIETE PRIMA DELLA TEMPESTA
· L'ECONOMIA USA COLLASSERA' NEL 2016 ? PRONOSTICI E PREPARATIVI
Sabato, 02 gennaio
· UNA CRISI PEGGIORE DI QUELLA DELL’ISIS – HA INIZIO IL BAIL-IN
Domenica, 27 dicembre
· DA UN INSIDER BANCARIO OLANDESE. IL VERO POTERE HA VINTO, STRAZIANTE
Venerdì, 25 dicembre
· L'ARMAGEDDON DI PAUL CRAIG ROBERTS
Domenica, 20 dicembre
· ECCO COME APPARE UNA CRISI FINANZIARIA
Sabato, 19 dicembre
· I FILI DELL'INTRIGO NEO-CAPITALISTA SI DISSOLVONO: L'EPILOGO Si AVVICINA
· LA PROTESTA CRESCE: RISCHIAMO UNA CRISI ESPLOSIVA E INCONTROLLABILE
Venerdì, 18 dicembre
· E SE IL SISTEMA FINANZIARIO MONDIALE SALTASSE IL 21 DICEMBRE?
Giovedì, 17 dicembre
· Politica Monetaria e Riforme Strutturali nell'area dell'euro
Mercoledì, 16 dicembre
· DA COPENAGHEN AI BOND: BREVE STORIA DEI RISPARMIATORI, FESSI DI PROFESSIONE
Martedì, 15 dicembre
· REINVENTARE IL SISTEMA BANCARIO: DALLA RUSSIA ALL’ISLANDA E ALL’ECUADOR
· NON SUICIDATEVI, E' QUELLO CHE VOGLIONO
Sabato, 12 dicembre
· LA RUSSIA STA PIANIFICANDO IL PETROLIO A 40 DOLLARI AL BARILE, COME RISPOSTA ALLA PROVA DI FORZA SAUDITA
Mercoledì, 09 dicembre
· UNA DISPERATA FINLANDIA SUL PUNTO DI SGANCIARE SOLDI DAGLI ELICOTTERI
Martedì, 08 dicembre
· CAPITALISMO ALL'OPERA
Lunedì, 07 dicembre
· IL RACCONTO DI DUE NARRAZIONI
Domenica, 06 dicembre
· CHI LAVA PIU' BIANCO ? La Gran Bretagna è un centro di riciclaggio del denaro sporco
Martedì, 01 dicembre
· IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE ‘BENEDICE’ LO YUAN CINESE, MA IL DOLLARO HA ANCORA UN PERICOLOSO PREDOMINIO
Giovedì, 26 novembre
· AGGRAPPATEVI AL VOSTRO PORTAFOGLI: INTERESSI NEGATIVI, GUERRA AL CONTANTE E UN BAIL-IN DA 10.000 MILIARDI DI DOLLARI

Articoli Vecchi
 

 

Activist Post

Agence Global

AlterNet

American Free Press

AntiWar

Asia Times

Awaken In The Dream

Axis of Logic

Billy Blog

Blackagendareport

Bloomberg

Business Insider

Cepr

Club Orlov

Clusterfuck Nation

Common Dreams

Countercurrents

Counterpunch

Daily Bell

Dandelion Salad

Dissident Voice

Earth Hope Network

Ecomonitor

End of the American Dream

End the Lie

Energy Bulletin

Europe

Chris Floyd

fpif.org

Geopolitics-Geoeconomics

Global Research

Icij.org

Idaho Observer

Information Clearing House

Iraq War

Keep Talking Greece

Killing Hope (William Blum)

Land Destroyer

Lew Rockwell

Media Lens

Moon of Alabama

Mark Morford

Mother Board

The Nation

Natural News

New Eastern Outlook

News Target

Opendemocracy

OpEd News

James Petras

Poor Richard!

Prison Planet

Project Censored

Raw Story

Real Currencies

Red Ice Creations

Rense

Russia Today

Lars Schall

Sott

Speaking Truth To Power

smirkingchimp.com

Sputnik news

Strategic Culture

Matt Taibbi

Taki's Mag

Webster Tarpley

Telegraph Blogs

Testosteronepit

Theautomaticearth

Thirteen Monkey

Tom Dispatch

Truth-out

Truth Seeker

21st Century Wire

Uruknet

Washington's Blog

wearechange.org

What's Left? (Stephen Gowans)

Who What Why

Xymphora

Zero Hedge

 

 

Acrimed

A l'Econtre

Alterinfo

Article 11

Basta!

Gilles Bonafi

Cadtm

Silvia Cattori

Michel Collon

Contretemps

Le Courrier

Dedefensa

Diploweb

Egaliteetreconciliation

Globalepresse

Greek Crisis

Infoguerre

L'Humanité

Marianne-en-ligne

Metropolitiques

Mondialisation.ca

Blog Monde Diplomatique

panamza.com

Pambazuka

Questions Critiques

Reflets

Reporterre

Réseau Voltaire

Rezo

Terrains de Luttes

 


 
 

La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Precisa che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e che in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere considerato responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi. La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

- messaggi non concernenti il tema dell'articolo
- messaggi offensivi nei confronti di chiunque
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)



Cookies: il sito utilizza un numero ridotto di cookies tecnici. Nessuno di essi è usato per tracciare l'utente. Per dettagli leggere qui.


Disclaimer A meno di avvisi di particolari (articoli con diritti riservati) il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità.

Il logo del sito (adattato da xkcd.com) è rilasciato con licenza creative commons.