Welcome to ComeDonChisciotte
 
 

  USER PANEL

. Home
. Archivio per Data
. Cerca
. Il Forum
. Il Tuo Profilo
.
Messaggi Privati
. Pubblica
. Segnala Questo Sito
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI NEL FORUM

entra nei forum

. Notizie dal mondo

. Notizie dall'Italia

. Opinioni

. Segnalazioni

. Cinema

. Libri

 

  FORUM: ULTIMI ARTICOLI


 Veleni di stato
 Partenariato trans-atlantico per il commercio e investimenti
 Scacco Matto.Ucraina: operazione " antiterroismo "
 SCENARI / Le otto mosse per salvare l'Europa dalle lobb
 Corsera-La polizia ci ricasca:altri colpi su uomo a terra
 Fecondazione eterologa – come creare orfani biologici
 La svalutazione Interna
 Gemelli scambiati, si va in Tribunale.
 Il "diritto al figlio" capovolge i princìpi
 Se non ci fosse Grillo.....
 l'intervento della CIA nell'est ucraino
 Ucraina: Rasmussen, a giorni la Nato rafforzera’ le truppe n
 Renzi fa pagare gli 80euro agli evasori del canone
 Firenze - Barricate contro un pignoramento
 Transumanesimo e propaganda mediatica

ComeDonChisciotte Forums

 

  UTENTI

Benvenuto, anonimo
Nickname
Password
(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: Mentesincera
News di oggi: 3
News di ieri: 1
Complessivo: 7855

Persone Online:
Visitatori: 1142
Iscritti: 28
Totale: 1170

Online ora:
01 : odisseo
02 : clack
03 : bstrnt
04 : brauronios
05 : Tao
06 : alvise
07 : gm
08 : Fernesto
09 : penta
10: RenatoT
11: MM
12: dana74
13: Garlexen
14: chigi
15: danielozma
16: Georgejefferson
17: PIPPO74
18: Arcadia
19: quartino
20: zeppelin
21: tania
22: makkia
23: spadaccinonero
24: TarasBulba
25: BettoMaurelli
26: Zret
27: haward
28: mug
 

 

La netiquette di ComeDonChisciotte: alcune norme minime per la convivenza e il dialogo costruttivo nel sito





UNA PRESENTAZIONE DI TRUMAN BURBANK
 

  LETTURE SEGNALATE

Libertà e Giustizia: Verso la svolta autoritaria

Marco Mamone Capria - Vivisezione: un po' di chiarezza sul dibattito in corso

Perché nessuno stato ha il Credito pubblico?

GZ - Più Moneta Creano più ti Dicono che non ci Sono Soldi

Il Sussidiario - Una nuova mega-bolla finanziaria ci darà la ripresa

Antonio Camuso - Kabul: stragi di piloti e guerre tra contractor

Rigamo - La notte dei Ganzer viventi

Marco Mamone Capria - La scienza in una società democratica

Giulio Sapelli - Col potere ai professori venne l’inverno della nostra civiltà

Bagnai - Crisi finanziaria e governo dell'economia

Masneri - Il debito pubblico è il miglior amico di Monti

Petras - Verso dittature tecnocratiche

Zibordi - Come funziona veramente l'economia, e la crisi italiana

 

 

Alfabeta2

Animal Station

Appello al Popolo

ArruotaLibera

Alberto Bagnai

Carlo Bertani

Bye Bye Uncle Sam

Cado In Piedi

Campo Antimperialista

Franco Cardini

Carmilla Online

Marco Cedolin

Civium Libertas

Clarissa

Cloroalclero

Cobraf

COMIDAD

Conflitti e Strategie

Da Dietro Il Sipario

Decrescita Felice

Democratic Nutrition

Doppio Cieco

Eddyburg

Eurasia

Free Animals

Geopolitica

Geopoliticamente

Giornale del Ribelle

Fulvio Grimaldi

Iceberg Finanza

Io Non Sto Con Oriana

Karlmarxplatz

Kelebleker

Libre Idee

Loop on Line

Domenico Losurdo

Mainstream

Antonio Mazzeo

Megachip

Nazione Indiana

Nena News

L’Orizzonte degli Eventi

Eugenio Orso

Palestina Libera!

I Quaderni di Truman

Rinascita

Rischio Calcolato

Salamelik

Selvas

Senza Soste

Sinistra In Rete

Sollevazione

Tlaxcala

Veganzetta

La Voce delle Voci

La Voce del Ribelle

Voci Dalla Strada

Voci Dall'Estero

 

 





 

 

Alainet.org

Argenpress

Cubadebate

Daniel Estulin

Gara

Percy Francisco Godoy

InSurGente

La Haine

Kaos en la Red

La Jornada

Alberto Montero

Vicenç Navarro

Nueva Tribuna

Pagina/12

Rebelion

Sinpermiso

Adrian Salbuchi

Sur y Sur

Tercera Informacion

Visiones Alternativas

Rodolfo Walsh

 

 
 
ComeDonChisciotte: Economia

Search on This Topic:   
[ Go to Home | Select a New Topic ]
 
 


 
  Economia GEAB 84: L'EUROPA TRASCINATA ALL'INTERNO DI UN MONDO DIVISO TRA DEBITORI E CREDITORI: I DISPERATI TENTATIVI DEGLI STATI UNITI DI NON AFFONDARE DA SOLI

ttip 

FONTE LEAP2020

Nel confronto tra Russia ed Occidente sulla crisi ucraina, torna in mente l'immagine della “Guerra Fredda”, alla quale i media sono molto affezionati. Tuttavia, contrariamente a quello che lasciano intendere, non è la Russia che sta cercando di tornare alla “Cortina di Ferro”, ma piuttosto gli Stati Uniti. Una “Cortina di Ferro” tra le vecchie potenze ed i paesi emergenti, tra il mondo-di-prima ed il mondo-del-dopo, tra i debitori ed i creditori.

Tutto ciò nel tentativo un po’ folle di preservare sia il modello di vita americano che l'influenza degli stati Uniti sul ​​“loro settore” [l’Occidente, ndt], che non riescono ad imporre al resto del mondo. In altre parole, cercano di trascinare con loro la maggior quantità possibile di compagni, per aver l’impressione di non affondare.

Tutto ciò rappresenta la vera “scommessa” degli Stati Uniti: la guida di tutto il “settore occidentale”, per continuare a dominare ed a commerciare con un numero sufficiente di paesi.

 

 
 
  Postato da davide il Mercoledì, 16 aprile @ 15:35:42 BST (1885 letture)
Leggi Tutto... | 11176 bytes aggiuntivi | commenti? | Voto: 0
 

 
  Economia COME L’ECONOMIA E’ DIVENTATA UNA SCIENZA

adbusters

DI GIORGIOS KALLIS

adbusters.org

UN EPISODIO DIMENTICATO NELLA STORIA DI QUESTA DISCIPLINA RIVELA IL MODO IN CUI È STATA ELIMINATA LA DIVERSITÀ NELL’ECONOMIA.

La crisi economica sembra aver dato il via ad un processo di riesame della professione degli economisti. Cinque anni di crisi e gli economisti danno ancora queste risposte: “Creare nuove bolle”, “Tagliare il Tappeto Rosso”, “Liberalizzare la finanza nel resto del mondo”.  Ma perché gli economisti continuano a sbagliare in questo modo?

L’Innovazione si alimenta con la diversità, ma in economia la diversità ancora scarseggia.
Un episodio quasi dimenticato nella storia di questa disciplina, raccontato da Tiago Mata nella sua dissertazione alla Borsa Valori di Londra, rivela come la diversità è stata eliminata dall’economia.  Nel lontano 1986, un gruppo di giovani economisti radicali, prodotto delle proteste dei campus universitari degli anni ’60 e dei movimenti contro la guerra, iniziarono a contestare le basi della disciplina economica. Organizzati nell’Unione della Politica Economica Radicale, denunciavano la politicizzazione dell’economia, accusando altri colleghi economisti di ignorare le questioni importanti e di essere “strumentalizzati dalle ingiuste mire delle elite”.

 
 
  Postato da davide il Martedì, 15 aprile @ 23:10:00 BST (1613 letture)
Leggi Tutto... | 9055 bytes aggiuntivi | 5 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia "UNA RIPRESA TRIONFALE" ? QUELLO CHE SUCCEDE VERAMENTE IN GRECIA

Free Image Hosting at www.ImageShack.us DI TYLER DURDEN

zerohedge.com 

Alla luce del recente recupero "trionfale" della Grecia sul mercato dei capitali con la sua nuova emissione obbligazionaria a cinque anni (che, con grande dispiacere di chi ci aveva subito messo le zampe sopra, è già scambiata sotto il prezzo minimo), uno dei nostri lettori greci ha deciso di raccontarci "sul campo" la verità di come si vive veramente nel suo paese.

Al Team di zerohedge,

Ecco come sono andati gli ultimi due giorni ad Atene, in Grecia.

Seguo regolarmente il vostro blog, sono un commerciante greco che lavora sui mercati esteri (per quello che si può).

 
 
  Postato da ernesto il Lunedì, 14 aprile @ 09:40:00 BST (5761 letture)
Leggi Tutto... | 6292 bytes aggiuntivi | 15 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia PARTITI: GAZPROM EMETTERA' "OBBLIGAZIONI" (SIMBOLICHE) IN YUAN

Free Image Hosting at www.ImageShack.us DI TYLER DURDEN

Vogliamo pensare a quale sarà il destino dei petrodollari? Basta guardare solo a questo aggiornamento Interfax che ha mandato Bloomberg qualche momento fa: "Gazprom Prende in Considerazione la emissione di 'Obbligazioni Simboliche' in Yuan ."  

Bloomberg aggiunge che il gigante sta valutando la possibilità di una riorganizzazione che preveda la commercializzione di obbligazioni in yuan - si legge nell' Interfax che cita fonti attendibili.


   

 
 
  Postato da ernesto il Venerdì, 11 aprile @ 09:46:17 BST (2614 letture)
Leggi Tutto... | 5432 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia LA FELICITA' SARA' UN PRANZO DI GALA ECO-SOSTENIBILE. VIVA LA DECRESCITA FELICE !

 pallante

DI SIMONE SCAFIDDI LALLARO
carmillaonline.com

Partecipiamo ad un dibattito il cui ospite d’eccellenza è Maurizio Pallante (nella foto), presidente del Movimento per la Decrescita Felice. Non conosciamo a fondo il movimento italiano, sappiamo giusto chi è Latouche e che qualche giorno fa ha paccato una nostra amica recatasi a Venezia apposta per intervistarlo. Ciò non ci impedisce però di soffermarci sulla locuzione “decrescita felice” e concentrare le nostre perplessità sull’aggettivo “felice” piuttosto che sul sostantivo “decrescita”. Il monologo non fa in tempo a partire che l’aver dubitato della purezza della locuzione – come nelle peggiori maledizioni – si ritorce immediatamente contro di noi: la felicità comincia a decrescere vertiginosamente. Siamo in buona compagnia, un signore brizzolato si avvicina e con gli occhi spalancati di stupore ci domanda se l’incontro ha a tema la decrescita felice o la felicità incresciosa. Poi il suo sguardo si fa duro e ci squadra incazzato. 

 
 
  Postato da davide il Venerdì, 11 aprile @ 07:55:29 BST (2392 letture)
Leggi Tutto... | 5956 bytes aggiuntivi | 8 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia LE ELITES FINANZIARIE INTERNAZIONALI CAMBIANO I GOVERNI PER ATTUARE L’AUSTERITA’

revolution

DI ISMAEL HOSSEIN ZADEH

counterpunch.org

Molti paesi sono afflitti da ogni sorta di ribellione armata, guerra civile e sanzione economica, da "democratici" colpi di Stato e guerre da "cambio di regime". Tra questi paesi contiamo l’Ucraina, il Venezuela, la Siria, la Thailandia, l’Iran, l’Afghanistan, l’Iraq, l’Egitto, lo Yemen, la Somalia ed il Libano. Anche nei paesi capitalisti al centro del sistema la stragrande maggioranza dei cittadini è sottoposta alle brutali guerre dell’austerità economica.
Sebbene non costituiscano una novità, negli ultimi anni le convulsioni sociali sembrano essere diventate più numerose e più frequenti, soprattutto dopo il misterioso attacco dell’11 Settembre 2001 al World Trade Center, e dopo il crollo finanziario statunitense del 2008, che ben presto ha portato ad analoghe implosioni finanziarie e crisi economiche in Europa ed altrove.

 
 
  Postato da davide il Giovedì, 10 aprile @ 23:10:00 BST (2759 letture)
Leggi Tutto... | 28030 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia QUELLE MISURE "NON CONVENZIONALI", CHE NON SERVONO A NULLA

BCE

DI VALERIO LO MONACO

ilribelle.com

Delle “misure non convenzionali” che la Banca Centrale Europea sarebbe in procinto di mettere sul tavolo si inizia ora a parlare seriamente anche sui media di massa. Su questo giornale, e in pochissimi altri posti, se ne parla da oltre un anno. Non per mere capacità esoterico-anticipatorie, ma semplicemente per un uso della ragione scevro da altri condizionamenti legati alla propaganda di sistema cui si è abituati altrove.

Intanto registriamo che il pericolo deflazione non era solamente un maglio agitato dai “complottisti” della rete, ma una realtà già presente in Europa da mesi e mesi, malgrado il termine non sia mai stato pronunciato da Mario Draghi e dai suoi sgherri e sia stato ostentatamente proposto quello, meno allarmante, di crescita negativa oppure, ancora più soft, quello di “bassa crescita”. Fandonie: l’Europa è in deflazione molto più che quanto gli stessi indicatori e le previsioni lascino intendere. Tanto che, appunto, la BCE sta cercando di correre ai ripari con metodi non ortodossi, cioè diametralmente opposti a quelli del mantra del libero mercato. Come dire: il libero mercato si regola da sé, e se anche non ce la fa, non è che lo si metta in discussione, ma semplicemente ne si cambiano le regole alla bisogna.

 
 
  Postato da davide il Martedì, 08 aprile @ 11:35:00 BST (3017 letture)
Leggi Tutto... | 11715 bytes aggiuntivi | 1 commento | Voto: 0
 

 
  Economia COME RIUSCÌ MINSKY A CAPIRE IL SEGRETO DEI CRACK FINANZIARI?

minskyFONTE: BBC News Magazine

L’economista americano Hyman Minsky, morto nel 1996, crebbe durante la Grande Depressione, un periodo che formò le sue opinioni e lo istigò a una crociata per spiegare cosa era successo e come evitare una sua ripetizione, scrive Duncan Weldon.

Minsky ha trascorso la sua vita ai margini del mondo economico, ma le sue idee improvvisamente hanno guadagnato terreno con la crisi finanziaria 2007-08. Sembrava offire a molti uno dei racconti più plausibili dei suoi perché.

I suoi testi da lungo tempo fuori stampa sono diventati all’improvviso richiestissimi, con copie che passano di mano per centinaia di dollari: non tanto, per tomi davvero densi come “Stabilizing an Unstable Economy”.

 
 
  Postato da supervice il Lunedì, 07 aprile @ 20:25:00 BST (4009 letture)
Leggi Tutto... | 7947 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia LA BOMBA A TEMPO DELL'UNIONE BANCARIA EUROPEA (GLI EUROCRATI AUTORIZZANO I BAILOUTS E I BAIL-INS)

draghiDI ELLEN BROWN
counterpunch.org

"Per come stanno le cose, il vero e permanente governo del paese è costituito dalle banche, qualsiasi partito sia al potere" - Lord Skidelsky, Camera dei Lords, Parlamento del Regno Unito, 31 Marzo 2011.

Il 20 Marzo 2014 i funzionari dell'Unione Europea hanno raggiunto uno storico accordo per creare un'agenzia unica per la gestione delle banche in fallimento. L'attenzione dei media si è concentrata sull’accordo che coinvolge lo “European Stability Mechanism” [ESM], un meccanismo comune per la chiusura delle banche fallite.

Ma la vera questione per i contribuenti e per i risparmiatori è la minaccia costituita da un accordo che autorizza entrambi i salvataggi, il bail-out ed il bail-in, ovvero la confisca dei fondi dei depositanti.

 
 
  Postato da davide il Sabato, 05 aprile @ 14:00:00 BST (4151 letture)
Leggi Tutto... | 14859 bytes aggiuntivi | 8 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia LA PARALISI DEFLATTIVA DELLA BCE PORTA ITALIA, FRANCIA E SPAGNA NELLE TRAPPOLE DEL DEBITO

draghi1DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD
Telegraph

La BCE ha lasciato fare. Negli ultimi cinque mesi la deflazione sta avanzando al tasso annuo del -1,5% nell’eurozona, grazie alle manovre di austerity.

Da settembre i prezzi sono calati al ritmo del 6,5% in Grecia, del 5,6 in Italia, del 4,7 in Spagna, del 4 in Portogallo, del 3 in Slovenia e quasi del 2% in Olanda, in base ai miei calcoli (annualizzati) partendo dai dati mensili di Eurostat.

La risalita dell’euro sul dollaro, sullo yen, lo yuan e sulle divise di Brasile, Turchia e dei paesi asiatici in via di sviluppo è parzialmente responsabile dell’importazione della deflazione. Il trade-weighted index dell’Eurozona è salito del 6% in un anno.

 
 
  Postato da supervice il Giovedì, 03 aprile @ 09:35:21 BST (3667 letture)
Leggi Tutto... | 13765 bytes aggiuntivi | 10 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia Spazio utenti: SULL'IMPATTO DELLE IDEE ECONOMICHE

pieriaDI ALEX MARSH
Pieria.co.uk

Ieri Noah Smith ha analizzato se le idee e gli argomenti degli economisti hanno una grossa influenza sulla politica e sulla pratica. Ha utilizzato una versione modificata di una famosa citazione di Keynes come punto di partenza. Ha poi valutato se è possibile affermare che ci sia un qualche economista vivente che abbia  un'influenza significativa sulla condotta politica. Egli ha citato Paul Krugman, Robert Barro, Martin Feldstein e Greg Mankiw. Sono economisti di alto profilo, i maggiori candidati. Se non sono influenti, allora vuol dire che forse nessun economista lo è.

 
 
  Postato da supervice il Lunedì, 31 marzo @ 11:39:23 BST (526 letture)
Leggi Tutto... | 6980 bytes aggiuntivi | 1 commento | Spazio utenti | Voto: 0
 

 
  Economia LA NOTIZIA DELL'ANNO ? LA GERMANIA SFANCULA IL DOLLARO E APRE AL COMMERCIO DIRETTO IN YUAN

 CLAMOROSO: La Germania SFANCULA il Dollaro e Apre al Commercio diretto in YuanDI FUNNYKING
rischiocalcolato.it

Nota di Rischio Calcolato: direi che la seguente è la notizia dell’anno, la Germania ha preso accordi con la Cina per commerciare direttamente in Yuan senza passare dal dollaro. Ovviamente l’accordo prevede da parte di Pechino una maggiore apertura dello sterminato mercato interno cinese. Ora comincio a comprendere meglio a chi fosse rivolto il “fuck the EU” recentemente pronunciato da un funzionario USA.

Signore e signori, è tempo di grandi cambiamenti, il dollar standard è certamente sulla via del tramonto e si intravede un mondo multipolare anche per quanto riguarda le valute. Sono pronto a scommettere che si scoprirà a breve che in realtà la vera sede di al-Qaeda è proprio la Germania e che la Merkel in realtà è la sorella segreta di Bin Laden.

Siate MOLTO consapevoli e siate preparati.

 
 
  Postato da davide il Lunedì, 31 marzo @ 08:07:56 BST (5324 letture)
Leggi Tutto... | 9581 bytes aggiuntivi | 10 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia IL NOSTRO TEMPO PREZIOSO ESPROPRIATO E CONSUMATO DAL MODELLO OCCIDENTALE

librofiniDI MASSIMO FINI
Il Gazzettino

L'avanzata di Marine Le Pen in Francia, coniugata col fenomeno forse ancora più interessante di un'astensione, il 38%, che mai era stata così alta nel Paese transalpino, dei cosiddetti 'populismi' (confesso che non ho mai capito bene cosa significhi il termine 'populismo' e perchè debba avere un significato spregiativo), lo stesso indipendentismo veneto, la cui consistenza è stata documentata dal recente referendum, viene unanimamente interpretata come una protesta contro l'Europa. Secondo me l'Europa è il bersaglio più facile, poichè è astratto, su cui scaricare un disagio molto più profondo che la crisi economica (peraltro ancora molto relativa in Occidente, verrà di peggio) acuisce ma non determina. In discussione non è l'Europa ma il modello di sviluppo occidentale. Se ne è accorta perfino la Nasa.

 
 
  Postato da davide il Sabato, 29 marzo @ 15:30:05 GMT (4155 letture)
Leggi Tutto... | 3078 bytes aggiuntivi | 7 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia Spazio utenti: I FRATI RITRATTANO: LA BUNDESBANK APRE LE PORTE A UN BLITZ DI QE

ambro1DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD
Telegraph

L'ultimo baluardo sta cadendo. Anche la venerabile Bundesbank sta arretrando come i gamberi verso un quantitative easing.

Sembra che l’inflazione in calo in Germania abbia finalmente tolto dalle sue certezze ideologiche il sacerdozio monetario.

Oppure, per dirla in altro modo, il Pfennig si è accorto che l’Eurolandia è a un passo dalla trappola deflazionistica, un risultato che potrebbe determinare il caos a causa delle dinamiche debitorie dell'Europa meridionale, rendendo impraticabile l'euro e, in ultima analisi, infliggere danni enormi alla Germania.

 
 
  Postato da superviceduex il Mercoledì, 26 marzo @ 15:22:33 GMT (3298 letture)
Leggi Tutto... | 7622 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Spazio utenti | Voto: 0
 

 
  Economia LETTERA APERTA A PAOLO BARNARD

barnardDI DOMENICO DE SIMONE
domenicods.wordpress.com

Leggo sul blog di Paolo Barnard queste “considerazioni” a proposito di Warren Mosler e, incidentalmente, dei texani che ne hanno sostenuto in un primo tempo le teorie e dei gruppi MMT e poi MEMMT che lui stesso ha creato. Sulla MMT, o meglio sulle teorie di Mosler ho già scritto le mie considerazioni in questo articolo dell’anno scorso. Sulla scoperta dei texani e dello strumento unico della Rivoluzione ho scritto tre anni fa in quest’altro articolo. Questo primo articolo era parecchio polemico, contrariamente alle mie abitudini, ma credo fosse inevitabile. In un certo senso anticipava quello che è successo. Ora che Paolo Barnard è rimasto da solo, tradito sia dai cow boys texani che dal trader Warren Mosler, abbandonati dagli stessi gruppi MMT che aveva creato in tutta Italia e infine buttato fuori dalla Gabbia di Paragone, per la stessa ragione di fondo, ovvero che il potere e i suoi uomini fanno sempre schifo, dovunque li metti, mi sembra giusto scrivergli. Forse, con la testa sgombra dalle lucciole della MMT sarà in condizioni di ragionare.

 
 
  Postato da davide il Mercoledì, 26 marzo @ 06:36:31 GMT (6130 letture)
Leggi Tutto... | 10971 bytes aggiuntivi | 19 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia KAMIKAZENOMICS - UN SUICIDIO ECONOMICO

Free Image Hosting at www.ImageShack.usDI MIKE WHITNEY
Counterpunch

La “Abenomics” è stata qualcosa di grande per gli speculatori e per i capoccioni delle grosse aziende, ma per chiunque altro non è stata la stessa cosa. Il fatto è che malgrado tutti i fuochi d'artificio fatti a suon di grancassa da tutti i media per raccontare la strategia monetaria messa in atto dal Primo Ministro Shinzo Abe, - quella che doveva mettere fine a 20 anni di deflazione - si è rivelata un fiasco totale. Ma questa non è una opinione personale, meglio controllare quello che scrive la Reuters per capire meglio :

Nel quarto trimestre dello scorso anno, l'economia giapponese è cresciuta ad un tasso annuo di appena lo 0,7%, come si legge dai dati che mostrano una crescita più lenta rispetto alla stima iniziale dell' 1,0% a causa dei consumi e degli investimenti più deboli del previsto….” (Japan fourth-quarter growth, external balance suffer blow in test for Abenomics , Reuters)

 

 
 
  Postato da davide il Martedì, 25 marzo @ 22:10:00 GMT (2863 letture)
Leggi Tutto... | 15671 bytes aggiuntivi | 7 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia Spazio utenti: I SALARI FRANCESI NON SONO IL PROBLEMA

povertyDDR

DI PAUL KRUGMAN
krugman.blogs.nytimes.com

Sul Times di ieri, Steven Rattner ha ammesso a malincuore che in Europa una politica monetaria espansiva darebbe buoni frutti, ma si lamenta della mancanza di regole, e ci fornisce un grafico.

 
 
  Postato da superviceduex il Martedì, 25 marzo @ 17:08:33 GMT (1078 letture)
Leggi Tutto... | 3609 bytes aggiuntivi | 2 commenti | Spazio utenti | Voto: 0
 

 
  Economia Spazio utenti: PERCHÉ LA STAGNAZIONE POTREBBE RIVELARSI LA NUOVA NORMA

stagnaLARRY SUMMERS
Financial Times

Nello scorso decennio, prima della crisi, le  bolle e il credito facile sono stati solo sufficienti per provocare una la crescita moderata

È possibile che gli Stati Uniti e le altre principali economie mondiali possano non tornare alla piena occupazione e a una forte crescita senza l'aiuto della politica di un sostegno politico non convenzionale? Ho sollevato recentemente questo concetto – la vecchia idea di “stagnazione secolare” - in una conferenza ospitata dal Fondo Monetario Internazionale.

 
 
  Postato da superviceduex il Lunedì, 24 marzo @ 21:36:12 GMT (2235 letture)
Leggi Tutto... | 7180 bytes aggiuntivi | commenti? | Spazio utenti | Voto: 0
 

 
  Economia ALLERTA PETRODOLLARI: PUTIN SI PREPARA AD ANNUNCIARE IL “SANTO GRAAL” DEL COMMERCIO ENERGETICO [L’ACCORDO PER LA VENDITA DI GAS NATURALE ALLA CINA]

..FONTE: Zero Hedge

"Se era intenzione dell’Occidente, nell’ambito del processo di marginalizzazione del Dollaro, mettere assieme la Russia con la Cina [ovvero una superpotenza delle risorse naturali – anche se un po' corrotta – ed uno dei centri mondiali del capitale e del lavoro – anche se il capitale è mal allocato e c’è una bolla nel credito], incoraggiando al contempo il commercio bilaterale in Rubli ed in Renminbi … allora le cose stanno andando sicuramente secondo i suoi piani".

Non ci sono stati per il momento degli sviluppi importanti, come conseguenza dello spostamento dell'asse geopolitico [che ha visto declinare precipitosamente l'influenza globale degli Stati Uniti, che sono in contrasto con il resto del G7 – ovvero il Gruppo delle 7 nazioni più insolventi – a seguito del pasticciato tentativo d’intervento in Siria, e dell'incruenta annessione russa della Crimea], ma presto la situazione andrà a cambiare.

 
 
  Postato da davide il Domenica, 23 marzo @ 22:35:00 GMT (5248 letture)
Leggi Tutto... | 12699 bytes aggiuntivi | 6 commenti | Voto: 0
 

 
  Economia Spazio utenti: UNA MAPPA DELLA DISTRUZIONE ASSICURATA DELL'ECONOMIA EUROPEA SE LE SANZIONI VERRANNO MANTENUTE

zero0

TYLER DURDEN
Zero Hedge

Mentre gli alti funzionari in Germania aspettano il vertice dell’Unione Europea per discutere di un secondo giro di sanzioni contro la Russia (e avvertono che “devono evitare una spirale di sanzioni”), abbiamo pensato che valesse la pena analizzare quanto sono reciprocamente dipendenti queste due regioni. Come indica Pater Tenebrarum di Acting-man.com, le seguenti infografiche suggeriscono che un botta e risposta di sanzioni potrebbe essere un gran bel problema per l’Europa, e forse il motivo per cui i dirigenti europei stanno pregando in silenzio affinché questa crisi svanisca.

 
 
  Postato da superviceduex il Domenica, 23 marzo @ 16:26:42 GMT (4103 letture)
Leggi Tutto... | 6195 bytes aggiuntivi | 3 commenti | Spazio utenti | Voto: 0
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI DAGLI UTENTI

miopia

 

SOMMARIE RIFLESSIONI SULLA CRISI

COME L’AUMENTO DELL’EFFICIENZA PORTA AL CONSUMO DELLE RISORSE

NATIXIS: SE TUTTO VA BENE, I PAESI PERIFERICI SONO ROVINATI

L'ASSURDO DELLE ESPORTAZIONI DI GAS DEGLI STATI UNITI

UCRAINA: LABORATORIO NEONAZI, GAS E PETROLIO (SECONDA PARTE)

UCRAINA: LABORATORIO NEONAZI, GAS E PETROLIO (PRIMA PARTE)

PIÙ PRECARI, MENO PRODUTTIVI. COSÌ RENZI AFFONDERÀ IL PAESE

ESPULSIONE DI IMMIGRATI SENZA LAVORO ANCHE SE CITTADINI UE: D'ACCORDO GERMANIA E GRAN BRETAGNA

UNA NAZIONE DI PRENDITORI?

SULL'IMPATTO DELLE IDEE ECONOMICHE

COM’E’ CHE I POTENTI SONO CONVINTI DI “MERITARE” DI PIU? UNA LEZIONE DAL… LABORATORIO

FORSE IL GRAFICO PIU' IMPORTANTE DEL MONDO

DISOCCUPAZIONE IN FRANCIA

URBANIZZAZIONE E GLOBALIZZAZIONE

CARI UCRAINI, LA VOSTRA BOLLETTA DEL GAS SALIRA' DEL 50% IL 1° MAGGIO, AUGURI

IL NOSTRO SISTEMA SELEZIONA GLI INCOMPETENTI SOCIOPATICI?

 

 

 

Venerdì, 14 marzo
· UCRAINA: LA PRIMA "GUERRA DEL GRANO E CEREALI" DEL XXI SECOLO ?
Martedì, 11 marzo
· L’ALBERO DELLA CUCCAGNA DELLE CARTE DI CREDITO
· IL FISCAL COMPACT E LA TRAPPOLA DEL “BILANCIO STRUTTURALE”
Sabato, 08 marzo
· FMI: PROSPETTIVE POCO ROSEE PER L'UCRAINA
Venerdì, 07 marzo
· QUELLO CHE NON SI DICE SULLE CAUSE DELLA GRANDE RECESSIONE
Martedì, 04 marzo
· GEAB n. 76 – CRISI SISTEMICA GLOBALE II: SECONDA DEVASTANTE ESPLOSIONE / DEFLAGRAZIONE SOCIALE SU SCALA MONDIALE
Domenica, 02 marzo
· IL CROLLO DEI BITCOIN
Sabato, 01 marzo
· LA SAGA DI GEORGE SOROS, IL POPPERIANO TRIONFANTE GLOBAL-IMPERIALISTA
Giovedì, 27 febbraio
· LA CINA E LA SUA PRIMA MOSSA VINCENTE CONTRO IL DOLLARO AMERICANO
· L’ AUSTERITY GRECA
Giovedì, 20 febbraio
· DOVE CI PORTERANNO QUESTI SUICIDI DEI BANCHIERI ?
Martedì, 18 febbraio
· BANCHE & BANDITI
· L’EUROZONA HA GIA’ UCCISO IL GOVERNO RENZI
Domenica, 16 febbraio
· GEAB n. 82 – 2014: LA CRISI SISTEMICA GLOBALE RIPRENDE IL SUO CORSO “NORMALE”
· QUALI SONO I NEMICI DEL POPOLO ?
Sabato, 15 febbraio
· MONDO CRIMINALE
· "GRAZIE PER CONDIVIDERE LA FELICITA'". QUESTA E' LA COCA COLA
Mercoledì, 12 febbraio
· ECCO CHE SUCCEDE SE CROLLA L'ECONOMIA
Martedì, 11 febbraio
· COME LE BANCHE E I GOVERNANTI DISTRUGGONO LE TUTELE
Giovedì, 06 febbraio
· IL RITORNO DEI SERVI
Mercoledì, 05 febbraio
· IL TRIONFO DEI MILIARDARI
Martedì, 04 febbraio
· LA STORIA SEGRETA DELLA MANIPOLAZIONE DEL PREZZO DELL'ORO
· IN QUALE ARTICOLO DELLA COSTITUZIONE PIU’ BELLA DEL MONDO E’ DATO POTERE AL GOVERNO DI SBIRCIARE OGNI OPERAZIONE BANCARIA IN ASSENZA DI REATI ? (LO SMALTIMENTO DIFFERENZIATO DELL'EURO)
Sabato, 01 febbraio
· LE CINQUE VALUTE FRAGILI: ECCO COSA STA SUCCEDENDO IN CINQUE IMPORTANTI PAESI EMERGENTI (PROVOCANDO IL CAOS NEI MERCATI MONDIALI)
Lunedì, 27 gennaio
· DIECI RAGIONI PER CUI LE RINNOVABILI SONO UN PROBLEMA
Domenica, 26 gennaio
· 20 SEGNALI CI STANNO AVVERTENDO DELL’APPROSSIMARSI DELLA CRISI ECONOMICA GLOBALE
Sabato, 25 gennaio
· ECCO LA FINE DELLA CRESCITA. OVVERO: TECNOCRAZIA STADIO SUPREMO DEL CAPITALISMO ?
Venerdì, 24 gennaio
· MA LA FED HA RUBATO L'ORO TEDESCO ?
Mercoledì, 22 gennaio
· INFLAZIONE VS. DEFLAZIONE I GRAFICI DEFINITIVI DELLA “TETTONICA MONETARIA"
· IL SECOLO DEL LAVORO STUPIDO
Martedì, 21 gennaio
· L’ITALIA, L’EUROPA, IL MONDO CHE VORREI
Domenica, 19 gennaio
· LE DIECI PRINCIPALI TENDENZE DEL 2014: UN ANNO DI ESTREMI
Giovedì, 16 gennaio
· 2014 - CAOS POLITICO MONDIALE, "SMOG" STATISTICO, RISCHIO DI ESPLOSIONE DEL MONDO FINANZIARIO...MA CONTINUANO AD EMERGERE SOLUZIONI PER IL MONDO DEL FUTURO
· QUANDO IL DEBITO E' TROPPO NON SI PAGA
Domenica, 12 gennaio
· IL PIRANHA DEL PORTOGALLO: IL PIU’ GRANDE FALSARIO DI TUTTI I TEMPI (OVVERO: LA REALE DIFFERENZA FRA KEYNESISMO E CONTRAFFAZIONE)
Sabato, 11 gennaio
· QUELLI DEL THINK TANK
· DRAGHI, PRENDA A CINGHIATE IL SUO ELMO PRUSSIANO E COMPRI MANCIATE DI BUND TEDESCHI
Lunedì, 06 gennaio
· PERCHE' UN MONDO FINITO E' UN PROBLEMA
· JACQUES ATTALI E AMBROSE EVANS-PRITCHARD SI UNISCONO AL CORO DEGLI EVOCATORI DI GUERRA
· PREVISIONI PER IL 2014

Articoli Vecchi
 

 

Activist Post

Agence Global

AlterNet

American Free Press

AntiWar

Asia Times

Awaken In The Dream

Axis of Logic

Billy Blog

Bloomberg

Business Insider

Cepr

Club Orlov

Clusterfuck Nation

Common Dreams

Countercurrents

Counterpunch

Daily Bell

Dandelion Salad

Dissident Voice

Earth Hope Network

Ecomonitor

End of the American Dream

End the Lie

Energy Bulletin

Europe

Chris Floyd

Geopolitics-Geoeconomics

Global Research

Idaho Observer

Information Clearing House

Iraq War

Keep Talking Greece

Killing Hope (William Blum)

Land Destroyer

Lew Rockwell

Media Lens

Moon of Alabama

Mark Morford

Mother Board

The Nation

Natural News

News Target

OpEd News

James Petras

Poor Richard!

Prison Planet

Project Censored

Raw Story

Real Currencies

Red Ice Creations

Rense

Russia Today

Lars Schall

Sott

Speaking Truth To Power

Strategic Culture

Matt Taibbi

Taki's Mag

Webster Tarpley

Telegraph Blogs

Testosteronepit

Thirteen Monkey

Tom Dispatch

Truth-out

Truth Seeker

21st Century Wire

Uruknet

Washington's Blog

What's Left? (Stephen Gowans)

Who What Why

Xymphora

Zero Hedge

 

 

Acrimed

A l'Econtre

Alterinfo

Article 11

Basta!

Gilles Bonafi

Cadtm

Silvia Cattori

Michel Collon

Contretemps

Le Courrier

Dedefensa

Diploweb

Egaliteetreconciliation

Greek Crisis

Infoguerre

L'Humanité

Marianne-en-ligne

Metropolitiques

Mondialisation.ca

Blog Monde Diplomatique

Pambazuka

Questions Critiques

Reflets

Reporterre

Réseau Voltaire

Rezo

Terrains de Luttes

 


 
  La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Precisa che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e che in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere considerato responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi. La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

- messaggi non concernenti il tema dell'articolo
- messaggi offensivi nei confronti di chiunque
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)




Disclaimer A meno di avvisi di particolari (articoli con diritti riservati) il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità.

Il logo del sito (adattato da xkcd.com) è rilasciato con licenza creative commons.