Welcome to ComeDonChisciotte
 
 

  USER PANEL

. Home
. Archivio per Data
. Cerca
. Il Forum
. Il Tuo Profilo
.
Messaggi Privati
. Pubblica
. Segnala Questo Sito
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI NEL FORUM

entra nei forum

. Notizie dal mondo

. Notizie dall'Italia

. Opinioni

. Segnalazioni

. Cinema

. Libri

 

  FORUM: ULTIMI ARTICOLI


 Manlio Dinucci - Vola il business delle armi
 Di vescovi ed orsi
 Renzi tassatore seriale
 Renzi: basta democrazia, frena la crescita. E noi, zitti?
 L' etica alla base della nuova costituzione europea
 Diego Fusaro - Sulll'immigrazione
 Giulietto Chiesa - Sul III Forum Eurasiatico
 Aggressione alle telecomunicazioni
 Katainen: Governo italiano, hai 24 ore di tempo
 Sabato 25 sotto casa Draghi a Città della Pieve
 Studenti desaparecidos, il Messico brucia
 Bergoglio, saluti e baci da Videla
 Prima edizione di: World-Changing Ideas Summit
 Terrorismo in Canada. False flag o verità?
 El Pais e Fidel: Chi è il defunto?

ComeDonChisciotte Forums

 

  UTENTI

Benvenuto, anonimo
Nickname
Password
(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: erioIlPadano
News di oggi: 0
News di ieri: 1
Complessivo: 8098

Persone Online:
Visitatori: 1297
Iscritti: 25
Totale: 1322

Online ora:
01 : polidoro
02 : tao
03 : Georgejefferson
04 : giovina
05 : Arno
06 : bluisblu
07 : spadaccinonero
08 : Hamelin
09 : fengtofu
10: detrollatore
11: GiovanniMayer
12: Sickboy
13: haward
14: wld
15: Teopratico
16: tonguessy
17: Matt-e-Tatty
18: Simplicissimus
19: jamesly
20: mago
21: Tetris1917
22: Servus
23: kagiuro
24: oldhunter
25: albertof
 

 

La netiquette di ComeDonChisciotte: alcune norme minime per la convivenza e il dialogo costruttivo nel sito





UNA PRESENTAZIONE DI TRUMAN BURBANK
 

  LETTURE SEGNALATE

Crocifissioni riprese dallo smartphone. Antropologia politica di Isis

Cassazione a Napolitano: tornare subito al voto

Libertà e Giustizia: Verso la svolta autoritaria

Marco Mamone Capria - Vivisezione: un po' di chiarezza sul dibattito in corso

Perché nessuno stato ha il Credito pubblico?

GZ - Più Moneta Creano più ti Dicono che non ci Sono Soldi

Il Sussidiario - Una nuova mega-bolla finanziaria ci darà la ripresa

Antonio Camuso - Kabul: stragi di piloti e guerre tra contractor

Rigamo - La notte dei Ganzer viventi

Marco Mamone Capria - La scienza in una società democratica

Giulio Sapelli - Col potere ai professori venne l’inverno della nostra civiltà

Bagnai - Crisi finanziaria e governo dell'economia

Petras - Verso dittature tecnocratiche

 

 

Alfabeta2

andreacarancini.blogspot.it

Animal Station

Appello al Popolo

ArruotaLibera

Alberto Bagnai

Carlo Bertani

Bye Bye Uncle Sam

Cado In Piedi

Campo Antimperialista

Franco Cardini

Carmilla Online

Marco Cedolin

Civium Libertas

Clarissa

Cloroalclero

Cobraf

COMIDAD

Conflitti e Strategie

Da Dietro Il Sipario

Decrescita Felice

Democratic Nutrition

Doppio Cieco

Eddyburg

Eurasia

Free Animals

Geopolitica

Geopoliticamente

Giornale del Ribelle

Fulvio Grimaldi

Iceberg Finanza

Io Non Sto Con Oriana

Karlmarxplatz

Kelebleker

Libre Idee

Loop on Line

Domenico Losurdo

Mainstream

Antonio Mazzeo

Megachip

Nazione Indiana

Nena News

Nogeoingegneria.com

L’Orizzonte degli Eventi

Eugenio Orso

Palestina Libera!

I Quaderni di Truman

Rinascita

Rischio Calcolato

Salamelik

Selvas

Senza Soste

Sinistra In Rete

Sollevazione

Tlaxcala

Veganzetta

La Voce delle Voci

La Voce del Ribelle

Voci Dalla Strada

Voci Dall'Estero

 

 

fratelli

fini



 

 

Alainet.org

Argenpress

Cubadebate

Daniel Estulin

Gara

Percy Francisco Godoy

InSurGente

La Haine

Kaos en la Red

La Jornada

Alberto Montero

Vicenç Navarro

Nueva Tribuna

Pagina/12

Rebelion

Sinpermiso

Adrian Salbuchi

Sur y Sur

Tercera Informacion

Visiones Alternativas

Rodolfo Walsh

 

 
  comedonchisciotte :: Leggi il Topic - Hitler
 FAQFAQ   CercaCerca   Gruppi utentiGruppi utenti   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Hitler
Vai a pagina 1, 2  Successivo
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Opinioni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
pietroancona
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 25, 2007
Messaggi: 2566

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 9:42 am    Oggetto: Hitler Rispondi citando

Hitler non è stato un accidente della storia: è il prodotto del sistema capitalistico scaturito dalla rivoluzione inglese e poi da quella francese ed americana. Il capitalismo che passa alla fase della predazione sanguinaria. L'operazione dell'antisemitismo con la distruzione di gran parte del popolo ebreo fu una operazione di spoliazione violenta per finanziare il Reich e le sue guerre. Il suo obiettivo principale era la distruzione dello stato comunista dell'URSS e l'Occidente fu a lungo diviso se allearsi o non con Hitler e partecipare alla spedizione antisovietica.
Si stanno creando oggi le condizioni per la nascita di un nuovo Hitler. Hitler non è una persona ma un modo di essere del capitalismo. La quantità di topi c he scappano dalle navi progressiste per congiungersi al nemico della classe operaia e condividerne le analisi e le ricette ed il potere è segno che non siamo molto lontani da una svolta violentemente predatoria del capitalismo odierna. Non pretendono forse o creditori del nord europa il Partenone di Atene? Non promette forse Napolitano la cessione di quote di sovranità? Ma questo non basterà a soddisfare il mostro!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Giancarlo54
Newbie
Newbie


Registrato: Nov 04, 2010
Messaggi: 2345

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 10:06 am    Oggetto: Rispondi citando

Pietro sei stato di recente molestato da qualche naziskin? Hai le fissazioni da qualche giorno. Rolling Eyes
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
antiUsrael
Newbie
Newbie


Registrato: Feb 08, 2012
Messaggi: 1526

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 12:20 pm    Oggetto: Re: Hitler Rispondi citando

pietroancona ha scritto:
Il suo obiettivo principale era la distruzione dello stato comunista dell'URSS e l'Occidente fu a lungo diviso se allearsi o non con Hitler e partecipare alla spedizione antisovietica.

Questa è buona, ma è un pensiero tuo o sei capace di fornire qualche fonte?
---
L'Urss è un prodotto del capitalismo: Lenin fu finanziato dai banchieri di Wall street(infatti la Gosbank sovietica era privata a controllata dai finanzieri angloamericani), fu rifornita durante tutta le guerra dagli armamenti pesanti degli USa(come i migliaia di carri Dodge e Sherman che i tedeschi fronteggiarono a Stalingrado) e fatta implodere dai banksters quando non serviva più per imperdirle di diventare definitivamente un nemico dei mondialisti invece che contraltare.
Il nazionalsocialismo in tempo di pace fu la negazione del capitalismo e dello sfruttamento dei deboli: http://pocobello.blogspot.it/2012/07/conquiste-sociali-nel-terzo-reich-1933.html
Inoltre l'Italia di Mussolini e la Germania di Hitler furono gli unici due stati ''occidentali'' a riconoscere l'Urss ed a stipularci accordi commerciali aggirando tutti i blocchi imposti dai capitalisti internazionali.
Anche Stalin smentisce tutto ciò che hai affermato - carta canta: http://22giugno.blogspot.it/2009/10/il-patto-di-non-aggressione.html
Spoliazione del popolo ebreo? In realtà fu l'ipercapitalista popolo ebraico(che non è semita, ma ashkenazita) a spoliare il popolo tedesco durante la repubblica di Weimar e dichiarando la guerra santa mondiale contro il nazionalsocialismo nel 1933(judea declares war on Germany).
Inoltre ci furono 150.000 ebrei antisionisti che combatterono volontari per il terzo reich invece che per la tentacolare anglogiudamerica.
Evidentemente se i capitalisti si sono cosi dannati l'anima per distruggere il terzo reich(invece che l'Urss) e per infargarlo ancora oggi, tanto capitalista non doveva essere..
Ma non temere i tuoi miti Bersani e Hollande ci salveranno dal capitalismo!! Laughing
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ericvonmaan
Ospite





MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 12:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

Addirittura la BC dell'URSS era privata, gestita dai soliti! Non riesco a capacitarmi del fatto che la grande Unione Sovietica non fosse nemmeno riuscita a gestire autonomamente una sua BC statale con moneta di stato, ma dipendesse dal solito giochino... si può veramente pensare che il comunismo reale sia stato addirittura pianificato e organizzato dal capitalismo Shocked
Torna in cima
mincuo
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 16, 2010
Messaggi: 2485

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 1:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

Comunismo è una parola sbagliata. Tu giustamente dici "reale". ma sarebbe bene chiamarlo bolshevismo. Che non è mai morto, e che col comunismo non c'entrava quasi niente. Nè cogli operai molto, visto che tra i primi provvedimenti vi fu l'abolizione di fatto del diritto di sciopero, e tutte le rivolte dei lavoratori furono represse nel sangue. Mai ebbe il bolshevismo seguito di popolo. Era retto sul terrore, il cui decreto fu firmato da Lenin a Settembre del 1918. Inoltre sul sequestro dei familiari dei funzionari, i cosiddetti ostaggi, per garantirsi la loro fedeltà. Iniziò subito quella pratica.
Dovrebbero protestare ed essere interessati proprio i comunisti a separare una loro idea, il comunismo, da quello, il bolshevismo, che negli effetti fu da subito (i gulag iniziano nel 1918) uno sterminio di massa e un'oppressione verso il proprio popolo mai visti nella storia, ma che nella sostanza era un monopolismo organizzato finanziato e diretto in gran parte da un'elite precisa..
Purtroppo le parole vengono inculcate. E la storia viene stravolta dalla propaganda.
Analogamente i liberisti dovrebbero protestare e voler separare un'idea, quella liberale, da quello che nulla ha a che vedere con il "liberismo" autentico e che è invece un monopolismo, e una forma mascherata di bolshevismo, organizzato finanziato e diretto in gran parte da un'elite precisa.. Sempre quella.
Purtroppo le parole vengono inculcate. E la storia viene stravolta dalla propaganda.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
AlbionDoesNotSingAnymore
Newbie
Newbie


Registrato: Aug 10, 2012
Messaggi: 121

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 1:42 pm    Oggetto: Re: Hitler Rispondi citando

pietroancona ha scritto:
Hitler non è stato un accidente della storia: è il prodotto del sistema capitalistico scaturito dalla rivoluzione inglese e poi da quella francese ed americana. Il capitalismo che passa alla fase della predazione sanguinaria. L'operazione dell'antisemitismo con la distruzione di gran parte del popolo ebreo fu una operazione di spoliazione violenta per finanziare il Reich e le sue guerre. Il suo obiettivo principale era la distruzione dello stato comunista dell'URSS e l'Occidente fu a lungo diviso se allearsi o non con Hitler e partecipare alla spedizione antisovietica.
Si stanno creando oggi le condizioni per la nascita di un nuovo Hitler. Hitler non è una persona ma un modo di essere del capitalismo. La quantità di topi c he scappano dalle navi progressiste per congiungersi al nemico della classe operaia e condividerne le analisi e le ricette ed il potere è segno che non siamo molto lontani da una svolta violentemente predatoria del capitalismo odierna. Non pretendono forse o creditori del nord europa il Partenone di Atene? Non promette forse Napolitano la cessione di quote di sovranità? Ma questo non basterà a soddisfare il mostro!

Una montagna di cazzate che sarebbe degradante mettersi a commentare sotto il profilo STORICO ed IDEOLOGICO e per questo non lo farò. Voi comisti (forma sincopata, come "nazisti") non capite proprio niente, la dottrina e la propaganda marxiste permeano così tanto il vostro cervello al punto di indurvi al delirio ogni qual volta apriate bocca o scriviate qualcosa. Allearsi con Hitler? Dopo averlo trascinato in guerra e respinto 200.000 sue offerte di pace, peraltro estremamente vantaggiose? Va bene che della vera storia, quella basata su fatti e documenti, non su fantasticherie non documentate ed interpretazioni volutamente distorte di fatti reali e i (pochi documenti) che prende in considerazione la storia "ufficiale", non ne sapete nulla, ma anche se qualcuno ve la esponesse, la respingereste a priori con le vostre solite argomentazioni capziose, fregnacce e rigiramenti di frittata vari. Avete la vostra visione storica menzognera che sostanzialmente riprende quella "ortodossa" che viene data in pasto e imposta al grande pubblico occidentale con qualche modifica propagandistica sovietica, come ciò di cui hai appena straparlato. Continuate a difendere il sistema (che vi ha creato) convinti di combatterlo, sbraitando contro il defunto fascismo (il neo-fascismo non ha nulla a che vedere col fascismo, checchè ne diciate) e mettendo in guardia dall'INESISTENTE pericolo "fascista", da cui siete ossessionati e che vedete ovunque. Così finite per limitarvi a strillare come degli ossessi contro il fascismo alle manifestazioni dei cessi sociali, aggredire gente da voi ritenuta "fascista"; l'estabilishment ipercapitalista vi indica i suoi nemici come "fascisti" (anche se spesso non hanno nulla a che vedervi, vedi l'articolo penoso di di cori modigliani che riprende in sostanza le tue castronerie assurde, che ad esempio si scaglia contro il buon Salvatore Tamburro, travisando il significato delle sue parole e tacciandolo senza motivo di "fascismo". Poi ci sono quei pochissimi e VERI Fascisti, essi combattono realmente il sistema e voi li pestate, come successo ad un innocuo ragazzo campano che stava semplicemente distribuendo dei volantini per il proprio movimento autenticamente anti-capitalista) e voi vi scagliate veementemete e quasi sempre con VIOLENZA contro di essi facendo ciò per cui siete nati: SERVIRE IL PADRONE. Il "braccio armato del padronato", i "cani da guardia del capitale" SIETE VOI, trasformerei solo la frase in "braccio armato dell'alta finanza" e "cani da guardia del grande capitale transnazionale, del sistema bancario, della finanza e dei centri del potere REALE". Le bande di teppisti criminali dei cessi sociali sono le truppe cammellate del sistema globalista ipercapitalista che giocano alla rivoluzione usando violenza contro gente innocua o che si batte per la verità come quando impedite le conferenze di storici ed economisti seri negli atenei. Tu dirai, quali sarebbero per te gli storici seri? I "nazzisti"? Perchè chiunque non si conforma alle verità preconfezionate, nonostante disponga di una sterminata documentazione a supporto delle proprie tesi viene etichettato come "nazzista" o "fascista", anche quando, come quasi sempre capita, non ha nulla a che fare con queste ideologie. Ecco come difendete i padroni, i burattinai che gestiscono la baracca che vi hanno drogato con la perversa dottrina marxista-LEN-ISTA (come "nazista")
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
antiUsrael
Newbie
Newbie


Registrato: Feb 08, 2012
Messaggi: 1526

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 1:51 pm    Oggetto: Re: Hitler Rispondi citando

AlbionDoesNotSingAnymore ha scritto:
Allearsi con Hitler? Dopo averlo trascinato in guerra e respinto 200.000 sue offerte di pace, peraltro estremamente vantaggiose?

Qui si sente proprio dalla bocca di Hitler chi sono i responsabili della guerra in discorso in cui, tra le altre cose, chiedeva all'inghilterra che lo stava bombardando, di smetterla cosi da salvare la pace mondiale: http://www.youtube.com/watch?v=4dHipiHBlyU
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ricbo
Ospite





MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 2:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Tipico post sul quale i nazisti negazionisti di questo sito possono sbizzarrirsi e sbrodolare le loro oscenità a briglia sciolta.
Pietro dammi retta quando devi pubblicare una riflessione del genere non farlo qui, ci sono tanti altri blog in giro.
Torna in cima
antiUsrael
Newbie
Newbie


Registrato: Feb 08, 2012
Messaggi: 1526

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 2:13 pm    Oggetto: Rispondi citando

RicBo ha scritto:
Tipico post sul quale i nazisti negazionisti di questo sito possono sbizzarrirsi e sbrodolare le loro oscenità a briglia sciolta.
Pietro dammi retta quando devi pubblicare una riflessione del genere non farlo qui, ci sono tanti altri blog in giro.

Toh chi si rivede!!
Sei talmente ''democratico'' che hai paura della libertà di parola(e delle verità corredate da tante fonti) e sei incapace di controbbatere, ma solo di lanciare le solite accuse diffamatorie degne del peggior pennivendolismo?
Torna nella tana di Hasbara che è meglio.
Oppure usa in nuovi account di CDC...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ricbo
Ospite





MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 2:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

mi mancavi antiUsrael e con te tutti i discepoli della violenza, dell'arroganza, del superomismo, della supremazia culturale.
il mondo sarebbe noioso senza di voi.
Torna in cima
Giancarlo54
Newbie
Newbie


Registrato: Nov 04, 2010
Messaggi: 2345

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 2:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

RicBo ha scritto:
mi mancavi antiUsrael e con te tutti i discepoli della violenza, dell'arroganza, del superomismo, della supremazia culturale.
il mondo sarebbe noioso senza di voi.


Shocked

Ma AntiUsreal non era "nazista"? Adesso, secondo RicBo, è diventato un sinistroide?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ricbo
Ospite





MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 3:12 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Ma AntiUsreal non era "nazista"? Adesso, secondo RicBo, è diventato un sinistroide?

No, nessuna contraddizione, in realtà assomigliate a ciò che più aborrite: il sionismo, l'imperialismo, i biekissimi USAni, lo stalinismo. Siete solo l'altra faccia della medaglia, quella del dominio.
Torna in cima
AlbionDoesNotSingAnymore
Newbie
Newbie


Registrato: Aug 10, 2012
Messaggi: 121

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 3:26 pm    Oggetto: Rispondi citando

Giancarlo54 ha scritto:
RicBo ha scritto:
mi mancavi antiUsrael e con te tutti i discepoli della violenza, dell'arroganza, del superomismo, della supremazia culturale.
il mondo sarebbe noioso senza di voi.


Shocked

Ma AntiUsreal non era "nazista"? Adesso, secondo RicBo, è diventato un sinistroide?

Infatti, i "discepoli della violenza" e "dell'arroganza" sono la canea antifascista (soprattutto quella dei cessi sociali) che devasta le città, pesta impunemente, impedisce con la VIOLENZA convegni e conferenze negli atenei, impone la propria verità e aggredisce verbalmente e fisicamente chi non si beve le sue panzane grossolane e idiote. Bande di imbecilli che sostengono che il problema non siano il sistema bancario, l'alta finanza internazionale e il potentissimo capitale apolide trnsanazionale perchè: a. (se sono comunisti) L'attacco alla finanza e alle banche è "roba da fascisti" (e gli economisti, come Tamburro, che MAI ha espresso tendenze fasciste, anzi, nell'articolo in cui mdigliani lo taccia di "nazismo" per una sua frase su Hitler lui intendeva PARLARE NEGATIVAMENTE del Fuhrer, diventano "complottisti fasciti negazionisti (tanto per inserire qualche aggettivo a grande impatto emotivo) e antisemiti" e il problema si risolverebbe con la lotta di classe abbattendo il sistema capitalista ed imponendo il capitalismo di stato eterodiretto dal grande capitale speculativo. Per ora niente rivoluzione, quindi nel frattempo che ci organizziamo nella speranza che lorsignori abbiano nuovamente bisogno di noi e aprano i rubinetti, pestiamo fascisti e presunti tali, pippiamo 10 g di bamba, beviamo una bottiglia di vodka e teniamo i nostri comizi antifascisti durante le manifestazioni studentesche o di altra natura, sbraitando come posseduti, inneggiando alla violenza estrema contro i fascisti e poi li accusiamo di essere violenti e intolleranti. b (se non sono comunisti) Il problema non sono le banche ma gli artigiani parassiti che evadono 100 euro a fine mese. Il sistema è quasi perfetto, fa i nostri interessi, le banche fanno beneficienza, soprattutto quelle centrali e con qualche piccolo correttivo e 900 manovre di austerity nell'arco di tre giorni si risolverà tutto. Poi c'è l'alter ego dei sinistrati, rappresentato da movimenti demenziali e parodistici funzionali al'estabilishment e spesso gestiti da esso tipo alba dorata, stronzfront ed in generale l'area di estrema destra, anch'essa violenta e fanatica come loro.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
haward
Newbie
Newbie


Registrato: Oct 01, 2012
Messaggi: 349

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 4:07 pm    Oggetto: Rispondi citando

Le centrali di potere economico che finanziarono Hitler sono le stesse che crearono e sostennero, dal 1917 al 1989, l'Unione Sovietica, vale a dire l'alta finanza ebraica. La classe operaia era totalmente schierata con Hitler in Germania, dato che in pochi anni il nazional socialismo aveva abbattuto la disoccupazione e ridato un lavoro ed una dignità a milioni di lavoratori. In Unione Sovietica la classe operaia non esisteva. Nacque, diciamo così, sulle ceneri di decine di milioni di contadini, in gran parte piccoli e piccolissimi proprietari, sterminati in quanto non "allineati" al progetto. Io non ho molta simpatia o stima per Adolf Hitler ed il nazismo ma la verità è una e non potrà essere occultata per sempre. E poi il "capitalismo" voltò le spalle ad Hitler quando quest'ultimo palesò i suoi reali intendimenti in ambito economico, finanziario e geo politico. L'URSS, senza il continuo afflusso di capitali, tecnologia, dirigenti, quadri ed assistenza scientifica da parte dei governi USA e di Wall Street, non sarebbe riuscita nemmeno a sfamare un decimo della sua popolazione!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mincuo
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 16, 2010
Messaggi: 2485

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 4:22 pm    Oggetto: Rispondi citando

RicBo ha scritto:
Citazione:
Ma AntiUsreal non era "nazista"? Adesso, secondo RicBo, è diventato un sinistroide?

No, nessuna contraddizione, in realtà assomigliate a ciò che più aborrite: il sionismo, l'imperialismo, i biekissimi USAni, lo stalinismo. Siete solo l'altra faccia della medaglia, quella del dominio.


Manca Leninismo e Trotzkismo RicBo all'elenco tuo.
E COME MAI sempre lo Stalinismo e basta si cita?
Guarda RicBo, perfino una cosa terra terra come Wikipedia (che omette qualche particolare, su chi comandava, chissà perchè) ti fa un bel quadretto, sebbene un pò zoppo:
http://en.wikipedia.org/wiki/Red_Terror
Ma se hai bisogno di chiarimenti, se posso aiutare, nel mio piccolo, con fonti d'archivio o primarie. Anche per qualche curiosità minore, se interessa.
Ad esempio come lo chiamavano i Russi il Terrore scatenato da Lenin nel 1918?
Еврейский террор.
Ma io purtroppo non conosco il russo, non so che vuol dire.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Merio
Newbie
Newbie


Registrato: Jun 28, 2011
Messaggi: 249

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 4:42 pm    Oggetto: Rispondi citando

Еврейский террор = terrore ebraico

Ho usato gogle translator... e mi sono "spaventato"... in ogni caso, chiedo in generale, risulta corretto affermare che dietro al Nazismo e Bolscevismo, poi divenuto Stalinismo c'è il famoso scudo rosso e nero dei Rothschild??
Ma come si fa a dimostrarlo??

Pace ai vostri sensi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
AlbionDoesNotSingAnymore
Newbie
Newbie


Registrato: Aug 10, 2012
Messaggi: 121

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 4:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

haward ha scritto:
Le centrali di potere economico che finanziarono Hitler sono le stesse che crearono e sostennero, dal 1917 al 1989, l'Unione Sovietica, vale a dire l'alta finanza ebraica. La classe operaia era totalmente schierata con Hitler in Germania, dato che in pochi anni il nazional socialismo aveva abbattuto la disoccupazione e ridato un lavoro ed una dignità a milioni di lavoratori. In Unione Sovietica la classe operaia non esisteva. Nacque, diciamo così, sulle ceneri di decine di milioni di contadini, in gran parte piccoli e piccolissimi proprietari, sterminati in quanto non "allineati" al progetto. Io non ho molta simpatia o stima per Adolf Hitler ed il nazismo ma la verità è una e non potrà essere occultata per sempre. E poi il "capitalismo" voltò le spalle ad Hitler quando quest'ultimo palesò i suoi reali intendimenti in ambito economico, finanziario e geo politico. L'URSS, senza il continuo afflusso di capitali, tecnologia, dirigenti, quadri ed assistenza scientifica da parte dei governi USA e di Wall Street, non sarebbe riuscita nemmeno a sfamare un decimo della sua popolazione!

Ottimo haward, commento breve e conciso che va dritto al nocciolo della questione. Un unico appunto: non mi risulta che le centrali del potere economico finanziarono Hitler. Pare che prescott bush gli fece pervenire una modesta somma di denaro tramite il suo emissario harriman (cosa che da adito a molte speculazioni) nei primi anni '20, prima del putsch di Monaco, quando Hitler era ancora un signor nessuno. Tuttavia il partito Nazionalsocialista dei Lavoratori Tedeschi (NSDAP) non beneficiò mai di cospicui finanziamenti esteri, ma si basava essenzialmente sui contributi di iscritti e simpatizzanti. Poi abbiamo i finanziamenti di alcuni ebrei tedeschi con sede in GERMANIA (NON negli STATES) come gli oppenheim e gli schroeder, che però riguardano il governo Nazionalsocialista e non il partito, quando il Fuhrer era già salito al potere. Infine possiamo citare Henry Ford e Krupp, che avevano simpatie Nazionalsocialiste, mentre fritz thyssen finì a Dachau. Tutto il resto è fuffa, la storia delle consociate americane in territorio tedesco è stata volutamente distorta ed è divenuta nota grazie al propagandista filo-sovietico pauwels, autore di un libro iperfazioso ("profit uber alles"), ricco di omissioni strategiche, mistificazioni ed enormemente fallato sotto il profilo storico. I presunti finanziamenti dei rotschild ed in generale quelli provenienti da wall street mi risultano essere pure invenzioni di david icke e company, al contrario dei massicci finanziamenti che lorsignori (loeb, schiff, parvus, warburg, rotschild, rockfeller, B'nai Brith) diedero a lenin e trotzky per la realizzazione della rivoluzione bolscevica in Russia.

Nel Reich si raggiunse la massima occupazione nel giro di due anni e nel 1938 c'era carenza di manodopera. Il tenore di vita dei lavoratori crebbe enormemente e lo stato sosteneva le famiglie e i meno abbienti. Le condizioni di lavoro migliorarono in maniera notevolissima, così come il grado di istruzione. Tutto certificato da dati e statistiche ufficiali, mentre i filo-sovietici si ostinano a voler rappresentare Hitler come un mangia-operai, sadico e accanito difensore del potere padronale, che schiavizzò la popolazione e ne peggiorò drasticamente le condizioni di vita (quando avevano toccato il fondo, non vedo come le cose potessero andare peggio). Vabbeh, loro sono fatti così, dogmatismo, propaganda e dottrina marxista "uber alles".


Ultima modifica di AlbionDoesNotSingAnymore il Lun Ott 15, 2012 5:00 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Giancarlo54
Newbie
Newbie


Registrato: Nov 04, 2010
Messaggi: 2345

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 4:51 pm    Oggetto: Rispondi citando

RicBo ha scritto:
Citazione:
Ma AntiUsreal non era "nazista"? Adesso, secondo RicBo, è diventato un sinistroide?

No, nessuna contraddizione, in realtà assomigliate a ciò che più aborrite: il sionismo, l'imperialismo, i biekissimi USAni, lo stalinismo. Siete solo l'altra faccia della medaglia, quella del dominio.


Mi se che hai le idee un pochino confuse, io da tempo ho oramai rinunciato a dividere il mondo in bianchi e neri, in buoni e cattivi e ti assicuro che mi sento molto ma molto meglio e posso giudicare e sorridere vedendo quello che scrivono quelli come te che sono sicuri si avere la verità in tasca ed invece, in tasca, non hanno un capzo di niente. Stammi bene.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mincuo
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 16, 2010
Messaggi: 2485

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 6:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Merio ha scritto:
Еврейский террор = terrore ebraico.....



Ma dai!!! Ma davvero!!!
Non ti fidare troppo però della traduzione di Google.
Non è che magari a Google saranno tutti "antisemiti"? Ho provato a dare un'occhiata ai proprietari, per vedere se c'era per caso un Goebbels, un Himmler, non si sa mai....
Vedo Sergey Brin, Larry Page (poi ci sarebbe anche un Brasiliano che non si nomina mai, per cui non lo nomino) mah....no, no,...non mi dicono niente.
Però come Chairman c'è un tale Eric E. Schmidt.
Mah, boh......questo però suona un pò Tedesco in effetti come cognome....
Saranno mica dei neonazisti?
E quegli Storici che riportano cose terribili di questo genere, come L.I. Kritchevsky, Leonard Shapiro, G.Aronson, D.S. Pasmanik, Howard Sachar, Shmuel Ettinger, Sonia Margolina, Yury Sletzskine, Salo Baron ecc...
Ma sta a vedere che magari anche loro sono neonazisti? Accidenti.....bisogna controllare bene....
E che non ci sia anche qualcuno neofascista? Questo ad esempio che è Inglese ma sembra quasi Italiano dal cognome, ed è uno storico famoso: Simon Sebag Montefiore, e ha anche appena scritto un libro particolare, molto bello (consiglio).....
Bisogna fare attenzione, controllare bene, perchè dicono di quelle cose, ma di quelle cose......a leggerli, mamma mia....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
haward
Newbie
Newbie


Registrato: Oct 01, 2012
Messaggi: 349

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 6:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie, Albion. In PDF è disponibile il testo di A.C. Sutton intitolato : "Wall Street and the rise of Hitler", libro che fa parte di una trilogia che esamina le fonti di finanziamento, oltre che del nazionalsocialismo, anche della rivoluzione bolscevica e del New Deal Roosveltiano. Sutton è anche autore di un interessante saggio sulla società degli Skull and Bones.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mincuo
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 16, 2010
Messaggi: 2485

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 6:54 pm    Oggetto: Rispondi citando

Di Sutton io consiglio questi:
Western Technology and Soviet Economic Development: 1917–1930 (1968)
Western Technology and Soviet Economic Development: 1930–1945 (1971)
Western Technology and Soviet Economic Development: 1945–1965 (1973
E anche:
Technological Treason: A catalog of U.S. firms with Soviet contracts, 1917–1982

Metto qui, da Wiki, anche un commento di Zbigniew Brzezinski (noto fasssissta-nazzzissssta-antisemita-negassssionisssta-clerical-populisssstta):

For impressive evidence of Western participation in the early phase of Soviet economic growth, see Antony C. Sutton's Western Technology and Soviet Economic Development: 1917–1930, which argues that 'Soviet economic development for 1917–1930 was essentially dependent on Western technological aid' (p.283), and that 'at least 95 per cent of the industrial structure received this assistance.' (p. 348).
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mincuo
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 16, 2010
Messaggi: 2485

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 7:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

@Merio
Merio, ho controllato: tiriamo un sospiro di sollievo!!!
TUTTI quelli nominati, dai proprietari di Google, a TUTTI gli storici nominati da me prima, non sono antisemiti, questo è sicuro!!! E' TECNICAMENTE IMPOSSIBILE, proprio. Alla peggio a loro si può appiccicare l'etichetta "self hatred" che viene riservata spesso, tramite la solita collaudata calunnia organizzata, a tutti quegli Ebrei che non stanno simpatici alla lobby, come i Gilad Atzmon, i Gideon Levy, gli Ilan Pappè, gli Israel Shahak, gli Ariel Toaff, i Norman Filkestein ecc....Ma antisemiti no, quello proprio no.
Hanno anche creato una lista anni fa chiamata elegantemente SHIT list in cui hanno indicato tutti gli Ebrei "cattivi". http://www.masada2000.org/list-A.html
L'hanno anche pubblicizzata all'inizio, ma poi nascosta. Essendoci molte tra le meglio teste lì dentro si sono accorti che poi gli rimaneva un pò poco oltre ai Dershowitz, ai Perle, ai Blankfein, ai Murdoch, agli Adelson.....in quella dei "buoni".
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
AlbionDoesNotSingAnymore
Newbie
Newbie


Registrato: Aug 10, 2012
Messaggi: 121

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 7:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

haward ha scritto:
Grazie, Albion. In PDF è disponibile il testo di A.C. Sutton intitolato : "Wall Street and the rise of Hitler", libro che fa parte di una trilogia che esamina le fonti di finanziamento, oltre che del nazionalsocialismo, anche della rivoluzione bolscevica e del New Deal Roosveltiano. Sutton è anche autore di un interessante saggio sulla società degli Skull and Bones.

Grazie dell'informazione Smile
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
antiUsrael
Newbie
Newbie


Registrato: Feb 08, 2012
Messaggi: 1526

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 7:45 pm    Oggetto: Hitler vs capitalisti internazionali Rispondi citando

haward ha scritto:
Grazie, Albion. In PDF è disponibile il testo di A.C. Sutton intitolato : "Wall Street and the rise of Hitler", libro che fa parte di una trilogia che esamina le fonti di finanziamento, oltre che del nazionalsocialismo, anche della rivoluzione bolscevica e del New Deal Roosveltiano. Sutton è anche autore di un interessante saggio sulla società degli Skull and Bones.

Le somme che arrivarono ad Hitler(e solo all'inizio) sono irrisorie rispetto a come finanziarono l'Urss. Loro pensavano che cosi avrebbero usato Hitler come una marionetta, ma fu lui ad usarli.

Scrive Henry Coston (L'Alta Finanza e le rivoluzioni, 1970): "La banca ebraica sosteneva più volentieri i partiti, i giornali ed i candidati della sinistra. L'industria pesante riservava le sue sovvenzioni alle organizzazioni centriste e conservatrici. Entrambe erano, sino alla fine del 1932, ostili al Partito Nazionalsocialista. Krupp Von Bohlen era, a quanto riferisce Fritz Thyssen nelle sue memorie, <decisamente> a Hitler"

Prosegue citando diversi finanziatori, molti anche ebrei, come i finanzieri Waldemar e Saul Oppenheim.

"la ricerca non marxista e in parte anche quella marxista occidentale si è schierata con una certa unanimità contro la tesi che Hitler sia stato comprato dal denaro dei capitalisti" Klaus Hildebrand

Un fatto degno di nota citato a fine capitolo: Thyssen, tra i finanziatori di Hitler fino al 1938, anno in cui i rapporti vennero interrotti e quindi fu costretto a rifugiarsi in Svizzera (fu espulso nello stesso anno anche il finanziere ebreo Marx Warburg che risiedeva in Amburgo e che faceva parte dell'Alto Consiglio internazionale della IG Farben), disse dalla sua nazione-ospite disse atterrito al suo amico Stephenson, al tempo capo del controspionaggio inglese per l'emisfero atlantico: "Noi abbiamo perduto il controllo di Hitler".

Ultima parte del capitolo che segue la dichiarazione di Thyssen poc'anzi citata: "I capitalisti che finazionarono il Partito nazionasocialista credettero, almeno fino per un certo periodo, di aver condizionato Adolf Hitler e di averne successivamente perso il controllo, mentre, in realtà, essi non esercitarono mai alcuna forma di vincolo sui comportamenti di Hitler; anzi al contrario fu Hitler a servirsi dei loro finanziamenti, pur intuendone l'equivocità del movimente, per abbattere la democrazia di Weimar, per fondare il Volkstaat nazionalsocialista e, in ultimo, per rispondere militarmente all'aggressione imperialista del capitalismo ebraico internazionale nei confronti del Terzo Reich."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
antiUsrael
Newbie
Newbie


Registrato: Feb 08, 2012
Messaggi: 1526

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 8:02 pm    Oggetto: 'Hitler fa arrestare Rothschild' dal corriere della sera Rispondi citando

Merio ha scritto:
Еврейский террор = terrore ebraico

Ho usato gogle translator... e mi sono "spaventato"... in ogni caso, chiedo in generale, risulta corretto affermare che dietro al Nazismo e Bolscevismo, poi divenuto Stalinismo c'è il famoso scudo rosso e nero dei Rothschild??
Ma come si fa a dimostrarlo??

Pace ai vostri sensi

I Rothschild controllavano l'Urss tramite la Gosbank e l'alta finanza, ma non erano direttamente coinvolti apparte la spia sovietica Viktor Rothschild: http://www.savethemales.ca/vic.jpg

e qualche altro emissario ebraico tra i tanti del soviet supremo.

Per quanto riguarda il nazionalsocialismo si tratta di assolute falsità.
A tal riguardo riporto questo articolo:
''Solo Louis de Rothschild resistette cocciutamente fino al 1938 in Austria dove i nazionalsocialisti lo arrestarono l'11 marzo 1938 a palazzo Hoyos a Vienna durante l'Anschluss con la scusa-accusa provata di massiccio finanziamento della propaganda contro l'annessione dell'Austria al Reich. Per 14 mesi lavò i pavimenti dei vari carceri e lucido le auto dei gerarchi fino a quando fu portato all'Hotel Metropole. Ma gli altri Rothschilds non stettero con le mani in mano: fecero pressioni sui Windsor e su Chamberlain per dissuadere Hitler.
Alla fine dopo più di una anno di pressioni fu rilasciato con riscatto di 2.5 milioni di dollari e gli furono confiscate tutte le proprietà. Riparò a Parigi dove più tardi altri Rothschilds dovettero vedersela di nuovo coi nazionalsocialisti tedeschi che invasero la Francia dopo che quest'ultima gli dichiarò guerra.''

Fonte:
Stephan Richter STORIA ILLUSTRATA N°8 - Anno III Agosto 1959

Ecco invece il ritaglio dell'articolo del Corriere della Sera che parla di banchieri fatti arrestare da Hitler a Vienna tra cui il barone Louis Rotschild:


Inoltre Baron Louis, Elisabeth,Blanka,Guy,Édouard Alphonse sono altri Rothschild arrestati ed espropriati dal Terzo Reich anche se potrebbero essercene degli altri.

Dal sito ufficiale dei Rothschild riporto questo documento:

''The crash of 1929 brought problems[..]Less than a decade later a darker tide arrived; the Austrian Rothschilds' interests were seized in 1938 by the Nazis, bringing to an end more than a century at the heart of middle European banking. In France and Austria,the family was scattered for the duration of the war.''

--
C'è anche un'altra bufala da smentire ovvero quella di Hitler ebreo ecc.
Ecco perchè OSS e CIA nel dopoguerra misero in giro la bufala che Hitler era ebreo e Rothschild o loro uomo:
http://14parole.wordpress.com/tag/carolyn-yeager/

Credo di essere stato esaustivo almeno su questa vicenda una volta per tutte.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Merio
Newbie
Newbie


Registrato: Jun 28, 2011
Messaggi: 249

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 9:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Cacchio... ho fatto bene a chiedere adesso informazioni da saggiare da qui a qualche mese... vedremo di infilare anche queste cose nelle ore di svago...
Grazie a tutti...

P.s.
spero di non essere ot, ma i Semiti sono il popolo ebraico, o la faccenda è più complicata?? Siate pure lapidari... tanto sono argomenti che prima, o poi dovrò affrontare...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
antiUsrael
Newbie
Newbie


Registrato: Feb 08, 2012
Messaggi: 1526

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 9:30 pm    Oggetto: ebrei ashkenaziti (quasi totalità)son discendenti dei cazari Rispondi citando


No i semiti sono i palestinesi (islamici,cristiani e una minoranza ebraica da sempre stanziata li e che non si è convertita alle altre religioni).
I sionisti si sono inventati l'assurdo termine antisemitismo perchè tra i tanti vantaggi che ne traggono uno è che rimanda implicitamente a pensare che l'occupazione della Palestina abbia un misero fondamento e solo perchè gli antichi ebrei erano semiti. Ma gli ebrei di oggi ad assoluta maggioranza ashkenazita sono i discendenti dei Cazari un popolo turco-caucasico che si converti al giudaismo talmudico a partire dal VIII secolo DC su spinte rabbiniche e che fu disperso dai vicini bellicosi che gli distrussero il regno-crocevia per non pagargli più dazio.
I kazari si diffusero in Europa e soprattutto in Polonia creando le comunità ashkenazite a seguito dell'invasione del loro territorio da parte delle orde di Gengis Khan .
E' curioso notare che sui libri di storia(scolastici e non) il periodo da V° al XI° secolo DC sia cosi poco trattato ed approfondito.
Sembra quasi un buco nero nella storia.
Mi viene un sospetto.. Idea
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Tashtego
Newbie
Newbie


Registrato: Oct 02, 2012
Messaggi: 415

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 9:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hitler era legalmente e di diritto a capo della Germania. E' chiaro che non poteva accettare un altro potere interno con volontà di dominio tramite il sistema finanziario (illegale perchè non eletto); non c'era posto per due governi in un solo stato.

Ed è la storia dei giorni nostri, e dei paesi occidentali. Solo che non ci sono capi di stato con le palle e la capacità o l'autorità(debolezza delle democrazie) di opporsi a questi governi oscuri.

La guerra è forse stata persa allora, definitivamente. Ma esistono ancora gli spiriti liberi, gli uomini di buona volontà, quelli che non si conformano e non accettano l'ingiustizia dal volto di ghiaccio e magari ci sarà un'altra guerra che affronteremo da posizione di debolezza, da perdenti. Che dire? Prendo a prestito le parole di un mio Maestro, George Bernanos, in un saggio ispiratissimo e fatalmente dimenticato del 1936 "I grandi cimiteri sotto la luna":

"... le parole che avete rubato - le parole magiche: giustizia, onore, patria -...Le parole che avete rubato sboccano ora anch'esse nella guerra. Ebbene, morire per morire, non credo che moriremmo nelle vostre file. Moriremo vestiti della nostra pelle, della nostra vera pelle, e non dei vostri sinistri rifiuti di tonaca. Marciremo tranquillamente nella nostra pelle, la nostra, sotto terra - la nostra terra - la terra che le vostre sporcizie di chimici non hanno ancora avuto il tempo di adulterare..."
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mincuo
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 16, 2010
Messaggi: 2485

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 10:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Semiti, è un termine definito per la prima volta da Johann Gottfried Eichhorn nel 1787 (Einleitung in das Alte Testament), e si identificano
in un gruppo linguistico vasto, di cui gli Arabi sono la gran parte.
Gli Ebrei Semiti propriamente detti sono principalmente i Sefarditi, probabilmente Berberi, e ne costituiscono forse appena il 10%. La maggioranza degli Ebrei è costituita invece dagli Askhenaziti. Il terzo gruppo sono i Mitzrahi. Poi c'è un'infinità di sottogruppi.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
antiUsrael
Newbie
Newbie


Registrato: Feb 08, 2012
Messaggi: 1526

MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 10:50 pm    Oggetto: Rispondi citando

mincuo ha scritto:
Semiti, è un termine definito per la prima volta da Johann Gottfried Eichhorn nel 1787 (Einleitung in das Alte Testament), e si identificano
in un gruppo linguistico vasto, di cui gli Arabi sono la gran parte.
Gli Ebrei Semiti propriamente detti sono principalmente i Sefarditi, probabilmente Berberi, e ne costituiscono forse appena il 10%. La maggioranza degli Ebrei è costituita invece dagli Askhenaziti. Il terzo gruppo sono i Mitzrahi. Poi c'è un'infinità di sottogruppi.

Si rettifico i semiti non sono solo gli ebrei di Palestina, ma anche i sefarditi.
Comunque quelli in questione nonchè coloro che governano l'ebraismo(e non solo) sono gli Ashkenaziti.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
gm
Ospite





MessaggioInviato: Lun Ott 15, 2012 11:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

“…il bolshevismo non è mai morto…”
Mi piacerebbe sapere oggi dove si trova il bolscevismo (scrivo senza “h”)
“… che col comunismo non c’entrava quasi niente”
Il bolscevismo era l’organizzazione politica che intendeva realizzare il comunismo, quindi, anche se mi farebbe comodo dire il contrario, c’entrava eccome col comunismo, sebbene in seguito quell’organizzazione scivolò – non esclusivamente per ragioni soggettive (quasi fossero tutti dei banditi e basta che avevano preso in giro il popolo come piace propagandare agli anticomunisti) ma soprattutto teoriche e oggettive (la guerra) - su un piano che aveva sempre meno a che spartire con i principi del comunismo.
“… tra i primi provvedimenti vi fu l'abolizione di fatto del diritto di sciopero, e tutte le rivolte dei lavoratori furono represse nel sangue.”
Poiché mi sembra che il sig. mincuo ci tiene a supportare spesso le proprie affermazioni con documenti, sarebbe utile che supportasse queste gravi affermazioni (soprattutto quella sui bagni di sangue) con documentazione idonea.
Comunque, considerato che anche ai giorni nostri, strati di cosiddetti “popolo” sono stati e sono strumentalizzati e armati dall’esterno per sovvertire regimi che non fanno comodo agli Usa in particolare (vedi le famigerati "primavere arabe") , sarebbe da accertare se per caso non ci furono manipolazioni simili anche nella russia post rivoluzionaria.
“…Mai ebbe il bolshevismo seguito di popolo.”
Siccome i bolscevichi erano poche migliaia di persone sarebbe da spiegare come fu possibile che riuscissero a imporre il loro terrore su un popolo intero!
“Era retto sul terrore, il cui decreto fu firmato da Lenin a Settembre del 1918. Inoltre sul sequestro dei familiari dei funzionari, i cosiddetti ostaggi, per garantirsi la loro fedeltà.”
I funzionari a cui si fa riferimento erano i borghesi o piccoli borghesi visti, giustamente, come nemici più o meno potenziali del comunismo e per i quali Lenin, altrettanto giustamente, scrisse che, in quanto depositari del “general intellect”, cioè delle capacità professionali indispensabili, almeno temporaneamente, per il funzionamento dell’economia e dello stato, dovevano essere costretti , anche puntandogli il fucile alla schiena, a fare quello che serviva al nuovo sistema sociale economico.
Sembra proprio che non ci si voglia rendere conto che una rivoluzione “non è un ballo o un pranzo di gala”!
“ … il bolshevismo, che negli effetti fu da subito (i gulag iniziano nel 1918) uno sterminio di massa e un'oppressione verso il proprio popolo mai visti nella storia”
I famigerati “gulag” che sono il “ritornello preferito” dei nostri borghesi “liberal” furono lo strumento indispensabile per mettere in condizione di non nuocere coloro che, a torto o a ragione, i bolscevichi ritenevano che fossero nemici del comunismo!
Anche su questa vecchia storia trita e ritrita dei gulag, sembra proprio che non ci si voglia rendere conto che una rivoluzione “non è un ballo di gala”!
Se per avventura i bolscevichi fossero riusciti a realizzare gli obiettivi del comunismo, eliminando il capitalismo dalla faccia della terra, sicuramente quei “gulag”, inizialmente indispensabili, non avrebbero più avuto ragione di esistere e sarebbero spariti.

Quanto alla banca russa che era privata (fino a quando?) e che a qualche altro fa sospettare addirittura che il “comunismo” sia stato voluto e organizzato dal capitalismo, la meraviglia e i dubbi forse potrebbero venir meno se si pensasse che le strutture (anche finanziarie) di un qualsiasi sistema economico sociale radicato da secoli non si possono certo estirpare del tutto da un giorno all’altro.
Torna in cima
mincuo
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 16, 2010
Messaggi: 2485

MessaggioInviato: Mar Ott 16, 2012 12:18 am    Oggetto: Rispondi citando

Dunque già su Wikipedia ne vedi sul link di bagni di sangue e represioni di scioperi.Basta leggere. Ma è acqua fresca. Per il resto devi dirmi solo a che profondità vuoi che io lo faccia. Dato che sono preciso a me sta benissimo. Glielo racconto io il Bolshevismo alla gente, visto che è da che hanno aperto gli archivi che lo studio e sono 22 anni ormai. Una puntata al giorno, non c'è fretta, da qui a ottobre 2013 possiamo andare avanti, e solo per il caro Lenin. Così cominciamo anche a usare il nome completo, che è meglio.
N.B In URSS si è arrivati fino al 18% della forza lavoro come forzata (Commissione Yakovlev) cioè ci sono passati decine di milioni di persone nei gulag. Anche di quello faccio 10 puntate speciali. Dimmi pure.
P.S Ho scritto i FAMILIARI dei funzionari prendevano in ostaggio, per garantirsi la fedeltà dei funzionari. I FAMILIARI. Non "Lenin, altrettanto giustamente, scrisse che, in quanto depositari del “general intellect”, cioè delle capacità professionali indispensabili, almeno temporaneamente, per il funzionamento dell’economia e dello stato, dovevano essere costretti , anche puntandogli il fucile alla schiena, a fare quello che serviva al nuovo sistema sociale economico. No, no signor GM, no. Li spedivano nei Gulag che erano di 4 categorie, da quelli dove si sopravviveva a quelli no, e a seconda di come si comportavano i funzionari i familiari passavano da uno all'altro. (Sub Commissione Griushin, per i documenti).
Pure la moglie di Vjačeslav Michajlovič Skrjabin, più conosciuto col
nome di Molotov, che fu costretto lui stesso a denunciarla, e cioè Polina Zhemchuzhina, (al tempo di Stalin).
Per le "poche migliaia di Bolscevichi" non ti preoccupare. Spiego anche quello. Città per città. Cheka prima, compresi i "Dipartimenti speciali Ecclesiastici" e poi GPU OGPU NKVD, più i reparti del GRU, più i reparti speciali dell'Armata rossa. Pure mi allargo, per completezza, a Ungheria, Ukraina e Crimea specialmente, per non far torto anche alle donne, con le imprese della cara Rosa Zemlyachka (alias Rosalia Zalkind). Con chi a capo di ognuna. Perchè quello è la cosa principale, così la gente capisce bene. Se CdC è d'accordo a me va benissimo. Un bell'inquadramento prima e poi punto per punto. Vedrai che sono chiarissimo GM. Con i documenti d'archivio e le fonti citate.


Ultima modifica di mincuo il Mar Ott 16, 2012 1:38 am, modificato 8 volte in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
antiUsrael
Newbie
Newbie


Registrato: Feb 08, 2012
Messaggi: 1526

MessaggioInviato: Mar Ott 16, 2012 12:27 am    Oggetto: Rispondi citando

Winston Churchill, dal suo libro The Second World War, Berna 1960:
“Il delitto imperdonabile della Germania prima della seconda guerra mondiale fu il suo tentativo di sganciare la sua economia dal sistema di commercio mondiale, e di costruire un sistema di cambi indipendente di cui la finanza mondiale non poteva più trarre profitto.”.

['Germany's unforgivable crime before the second world war was its attempt to loosen its economy out of the world trade system and to build up an own exchange system from which the world-finance couldn't profit anymore.'
Winston Churchill "The second World War" Bern 1960]
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
gm
Ospite





MessaggioInviato: Mar Ott 16, 2012 1:37 am    Oggetto: Rispondi citando

mincuo ha scritto:
Dunque già su Wikipedia ne vedi sul link. Per il resto devi dirmi solo a che profondità vuoi che io lo faccia. Visto che sono preciso a me sta benissimo. Glielo racconto io il Bolshevismo alla gente, visto che è da che hanno aperto gli archivi che lo studio e sono 22 anni ormai. Una puntata al giorno, non c'è fretta, da qui a ottobre 2013 possiamo andare avanti, e solo per il caro Lenin.
N.B In URSS si è arrivati fino al 18% della forza lavoro come forzata (Commissione Yakovlev) cioè ci sono passati decine di milioni di persone nei gulag. Anche di quello faccio 10 puntate speciali. Dimmi pure.
P.S Ho scritto i FAMILIARI dei funzionari prendevano in ostaggio, per garantirsi la fedeltà dei funzionari. I FAMILIARI. Pure la moglie di Vjačeslav Michajlovič Skrjabin, molto meglio conosciuto col
nome di Molotov, Polina Zhemchuzhina, al tempo di Stalin.
Per le "poche migliaia di Bolscevichi" non ti preoccupare. Spiego anche quello. Città per città. Cheka prima, compresi i "Dipartimenti speciali Ecclesistici" e poi GPU OGPU NKVD, più i reparti del GRU, più i reparti speciali dell'Armata rossa. Pure mi allargo, per completezza, a Ungheria, Ukraina e Crimea specialmente, per non far torto anche alle donne, con le imprese della cara Rosa Zemlyachka (alias Rosalia Zalkind). Con chi a capo di ognuna. Perchè quello è la cosa principale, così la gente capisce bene. Se CdC è d'accordo a me va benissimo. Un bell'inquadramento prima e poi punto per punto. Vedrai che sono chiarissimo GM. Con i documenti d'archivio e le fonti citate.


scusa, mincuo, di cosa troverei i link su wikipedia? del bagno di sangue degli operai? a parte che così come tu non ti fidi delle traduzioni google, io non mi fido molto di wikipedia, comunque ho già detto che eventualmente bisognerebbe indagare se quelle "rivolte operaie" fossero davvero spontanee e non sobillate da qualcun'altro.
Quanto ai "FAMILIARI" dei funzionari, se piuttosto che fucilare i funzionari BORGHESI il metodo migliore per costringerli alla collaborazione era quello di mettere in galera i loro familiari (borghesi anch'essi, non semplicemente ... "familiari", e adulti!), la considererei una faccenda brutta ma necessaria... anche se capisco bene che affermazioni del genere possono far inorridire dei "liberal".
Se poi sarai in grado di spiegarmi anche come abbiano fatto poche migliaia di bolscevichi a terrorizzare un popolo di 200 milioni o più, te ne sarò grato.
Se le cose stessero come tu sostieni (i bolscevichi senza alcun appoggio popolare) lenin e il suo partito sarebbero stati spazzati via in un quarto d'ora!
Comunque se sarai così gentile da offrirci materiale oggettivo di riflessione te ne sarò grato.
Poi, naturalmente, ammesso che ce lo offrirai, bisognerà anche cercare di interpretarlo e probabilmente le interpretazioni risulteranno diverse a seconda che sia fatta da un liberal o meno.
Torna in cima
mincuo
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 16, 2010
Messaggi: 2485

MessaggioInviato: Mar Ott 16, 2012 2:27 am    Oggetto: Rispondi citando

No tesoro, io mi fido della traduzione di Google, facevo un pò di ironia, come pure sul russo, ma si vede non è la specialità di GM.
Il link che avevo messo era questo http://en.wikipedia.org/wiki/Red_Terror
E li ci sono pure gli operai che si rivoltano e i contadini, ammazzati.
Che tu interpreterai di sicuro.
Io non ho problemi, sono abituato da anni a farabutti e lazzaroni di prima categoria che interpretano e sono anche preparati, quindi le interpretazioni di certa gente le conosco bene e mi fanno fresco, anzi più scrivo e più loro interpretano e più vede la gente come intepretano e più di buon umore mi mettono. La gente vede e così poi interpreta bene anche lei.
Quando si parla dei peggiori criminali e assassini di massa del 20° secolo si può intepretare poi tutto quello che si vuole. Se anche si toglie qualche milione ai 60 milioni di ammazzati cambia poco.
N.B. Non devi intepretare troppo quello che scrivo io. E non devi cambiarlo, soprattutto, quello lo fai alla sezione del partito. Io ho scritto che non ebbero mai seguito popolare. Non "i bolscevichi senza alcun appoggio popolare". Che non avessero largo seguito è ovvio per chiunque non interpreti troppo, visto che furono obbligati a instaurare un terrore di massa fin da subito. Del famigerato Hitler nel 1933, quando andò al potere, eletto democraticamente, non si conosce nessun terrore di massa instaurato.
Anzi il primo provvedimento che fece fu quello di disarmare la polizia cittadina.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Merio
Newbie
Newbie


Registrato: Jun 28, 2011
Messaggi: 249

MessaggioInviato: Mar Ott 16, 2012 7:53 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ok, grazie per le informazioni!!

Pace ai vostri sensi
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Kevin
Newbie
Newbie


Registrato: Jul 31, 2009
Messaggi: 587

MessaggioInviato: Mar Ott 16, 2012 8:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Discussione interessante, alcuni fatti non li conoscevo.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
antiUsrael
Newbie
Newbie


Registrato: Feb 08, 2012
Messaggi: 1526

MessaggioInviato: Mar Ott 16, 2012 11:07 pm    Oggetto: PROFITTO UBER ALLES ? bugie del propagandista rosso Pauwles Rispondi citando

Per rispondere alle menzogne del propagandista Jacques Pauwels dal titolo ''corporazioni americane e Hitler'' , prese per buone anche qui su comedonchisciotte (aprire link e guardare sesto riquadro a sinistra 'IL PROFITTO UBER ALLES! IL PROFITTO INNANZITUTTO!' ): http://www.comedonchisciotte.net/
riporto l’articolo di Luca Leonello Rimbotti pubblicato da Linea in data 30 maggio 2010 che fa a pezzi le menzogne dello scritto in questione:

Menzogne e omissioni strategiche sul finanziamento a Hitler da parte dei capitalisti tedeschi e americani.

Nel suo libro Profit uber alles! Le corporations americane e Hitler, Pawels dimostra come la guerra sia l’affare più remunerativo che si possa immaginare, ieri e oggi. L’alta finanza e le grandi corporations Usa sovvenzionarono con i loro fondi l’ascesa del nazionalsocialismo, lo aiutarono a riarmarsi, lo sostennero nelle aggressioni e proseguirono l’operato anche nella guerra contro la Germania

I nostri marxisti residui sono davvero impareggiabili. Per nulla fiaccati dallo storico fallimento della loro dialettica di classe, continuano a recitare i loro dogmi ideologici con la stessa ottusità con cui la beghina snocciola il suo rosario. Li vediamo sfornare, così, ogni tanto, dei veri incunaboli di faziosità storiografica, che vanno tenuti in conto come documenti di uno stato mentale ancora tutt’altro che defunto. In particolare, segnaliamo un libretto della nota casa editrice La Città del Sole, intitolato Profit uber alles! Le corporations americane e Hitler, in cui l’autore, Jacques R. Pauwels, si danna l’anima per dimostrare che Hitler fu sovvenzionato, non solo dai capitalisti tedeschi, ma anche, e massicciamente, da quelli americani. Questi, soprattutto attraverso la Ford, la General Motors e la Texaco – che avevano filiali in Germania già da molti anni -avrebbero fornito al Terzo Reich un aiuto decisivo per la ripresa economica prima e per il riarmo poi. Il tutto condito con bugie grossolane e con omissioni strategiche: sembra di avere in mano una pubblicazione propagandistica della vecchia DDR. Una vera rarità bibliografica. La nazionalizzazione industriale effettuata dal Governo Hitler non appena insediato, ad esempio, diventa così uno «stratagemma key-nesiano»; il fatto che le fabbriche americane in Germania, come la Ford, che divenne Ford-Werke, venissero allineate alle direttive del Governo viene semplicemente occultato, dicendo che i profitti, tramite non meglio precisate vie svizzere, avrebbero raggiunto ugualmente i loro padroni americani… la politica del Terzo Reich in materia economica – di cui fu esempio l’immediata nazionalizzazione della Banca centrale – non viene neppure rammentata… la politica sociale, poi, che storici come Zitelmann hanno chiarito che elevò non di poco la condizione dell’operaio tedesco, viene ancora rubricata – come negli anni Sessanta sotto la voce “repressione di classe”… e così via. Hitler servo del padrone capitalista: l’antico slogan marxista vive ancora tra noi! Difficile pensare, per dirne una, al servo che toglie al padrone il suo strumento migliore, cioè le banche, no? Ma questo la pubblicazione marxista in parola tralascia di commentarlo.

Il fatto è che non furono i capitalisti – e tantomeno quelli americani – a utilizzare Hitler per incrementare i loro profitti, ma Hitler a sfruttare loro per incrementare la sua produzione. Le aziende americane in terra tedesca vennero semplicemente messe in riga come tutte le altre: ai profitti realizzati si proibì il rientro in America con apposite leggi; la proprietà rimase straniera fino al 1941, ma la direzione era tutta tedesca, e di fanatica fede nazionalsocialista, a giudicare dal caso del direttore generale della Ford-Werke Robert Schmidt, che fu premiato col titolo di “Fuhrer dell’economia”: onorificenza riservata a chi prendeva ordini da Berlino, e certo non da Washington. Poco importava la titolarità dell’azienda, se questa produceva in base alle direttive del Governo tedesco. Dopo il 1941, con la creazione dei “custodi dei beni nemici”, si ebbe in pratica la confisca della proprietà industriale straniera. Pauwels scrive che dopo Pearl Harbor non fu sostituito nessuno di tali “custodi”: volendo provare così che i legami tra tedeschi e capitalisti USA rimase stretto come prima della Guerra. Ma dimentica che alla Germania non interessavano le chiacchiere marxiste, bensì la produzione di guerra. E la produzione veniva garantita dall’efficienza di questi “custodi”, che lavoravano già da anni nelle fabbriche di proprietà americana in Germania e che garantivano elevati ritmi produttivi. A leggere Pauwels si apprende che la Wehrmacht – per il fatto che la Ford era di proprietà tedesca – fu armata dagli americani. Che la Texaco, anche attraverso la quale fino al 1941 la Germania mise da parte scorte di carburanti e lubrificanti, permise a Hitler di fare la Guerra, e che dunque si ebbe una “Blitzkrieg made in USA”. Ma i dirigenti, i tecnici, gli operai, gli ingegneri, i costruttori, e soprattutto il Ministro dell’Economia e il Governo erano tedeschi e quanto poco fossero al servizio degli americani lo dimostrarono la chiusura del commercio estero – effettuata in base alla politica dello “spazio imperiale europeo”: in pratica l’autarchia continentale – e la dichiarazione di guerra del 1941, che mirava a scuotere pei l’appunto il predominio mondiale del capitalismo americano, da poco sostituitosi a quello inglese. Hitler, come la storia dimostra, venne finanziato nella sua ascesa anche da capitalisti ebrei, come gli Oppenheim: si sa che il capitalismo non ha ideologia. E neppure il Nazionalsocialismo si faceva tanti scrupoli, ad esempio ad “arianizzare” qualche proprietà, se questo rientrava nei suoi interessi. Il fatto è che poi, una volta finanziato, Hitler fece la politica sua e non quella degli altri. Questo oggi è ampiamente dimostrato. Ad esempio da Kershaw, che come molti altri ha scritto a chiare lettere sulla “emancipazione” di Hitler dai “padroni” e sul fatto che egli «subordinò gli interessi economici a priorità ideologiche». Non occorre spendere altre parole. Ancora di meglio fa Pauwels quando scrive, senza pudore, che la vittoria contro Hitler fu opera dell’URSS e che gli aiuti americani ai russi coprirono soltanto «il quattro o il cinque per cento del totale della produzione bellica sovietica». Se anche ammettessimo un tale dato non dimostrato, questo potrebbe essere stato il motivo decisivo per cui i tedeschi mancarono di così poco la vittoria. Quando si trovò di fronte le decine di migliaia fra autocarri Dodge o carri Sherman o jeep o altro materiale americano dalle parti di Stalingrado, probabilmente la Wehrmacht ebbe modo di apprezzare quanto quel «quattro o cinque per cento» fosse decisivo. Anziché pensare ai finanziamenti americani a Hitler, il filo-sovietico Pauwels avrebbe fatto meglio a scrivere un libro sui finanziamenti del capitalismo americano -ebraico e non – a favore della rivoluzione di Lenin e ancor meglio sui finanziamenti da costui ottenuti direttamente dal comando militare tedesco, che nel 1917 lo spedì a Retrogrado per fargli demolire lo Stato zarista. Oppure avrebbe fatto bene a scrivere un libro sui rapporti tra Russia sovietica e Reichswehr negli anni Venti, quando i russi passavano armi a reazionari del tipo di Noske e Kapp. Che la rivoluzione russa sia stata finanziata dai capitalisti USA, dai Parvus, dai Warburg, dai Rothschild, che Trotsky – finanziato dal magnate Jacob Schiff – avesse per moglie la figlia di un banchiere, che – come documentò nel 1968 Antony Sut-ton – «nel 1944 ben due terzi della grande industria sovietica era stata costruita con l’assistenza tecnica e finanziaria americana», che negli anni Trenta-Quaranta la Russia campava col grano dell’Arkansas… è del resto una storia risaputa.

Per ribadire l’ovvia realtà che i governi americani sono sempre stati al servizio degli interessi finanziari del loro ceto dirigente capitalista – poiché questo è l’intento del libretto di Pauwels – non importava avventurarsi nell’ardua dimostrazione che nella Quinta Strada erano tutti amici di Hitler. E poi il capitalismo è apolide, sono sempre esistiti canali economici sotterranei fuori controllo: per dire, c’erano tedeschi che vendevano armi all’Etiopia nel 1936, o italiani che passavano materiale aereonautico ai francesi nel 1940: per i capitalisti gli affari sono affari. L’importante è lo scopo finale per cui i loro governi lavorano. Gli americani raserò a zero la Germania e salvarono la Russia sovietica dal tracollo: da quale parte stesse il loro capitalismo è dimostrato a sufficienza.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mincuo
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 16, 2010
Messaggi: 2485

MessaggioInviato: Mar Ott 16, 2012 11:53 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ancora di meglio fa Pauwels quando scrive, senza pudore, che la vittoria contro Hitler fu opera dell’URSS e che gli aiuti americani ai russi coprirono soltanto «il quattro o il cinque per cento del totale della produzione bellica sovietica».

Questi sono un pò di dati parziali dell'aiuto USA 1941-1945. (lend lease Act).
Cioè armi e munizioni, ma più di tutto materie prime, prodotti semilavorati e lavorati ed attrezzature. L’Economics Division del Congressional Research Service lo ha stimato in 11 miliardi, 171 milioni dell'epoca, pari a circa 280-300 miliardi attuali. Il 21° rapporto al Congresso del 30 settembre 1945, elenca la fornitura all’URSS di:
14.795 aerei
7.056 carri armati
51.503 jeep
375.883 autocarri
35.170 motociclette
8.071 trattori,
8.218 cannoni
131.633 mitragliatrici
345.735 tonnellate di esplosivi
10 milioni e 910.000 dollari per macchinari da costruzione
11.155 vagoni merci
1.981 locomotive
8.089 macchine per la posa di binari ferroviari
90 navi da carico
105 cacciasommergibili
197 torpediniere,
7.784 motori navali
4.478.000 tonnellate di generi alimentari (tra i quali carne in scatola, burro, cioccolato, ecc....)
1 miliardo e 88 milioni di USD per macchine ed equipaggiamento vario (centinaia di migliaia di radiotrasmittenti, lampadine, binari ferroviari, filo spinato, paracadute, torni, presse da fusione, bulldozer, reti mimetiche, telefoni da campo, cucine da campo, apparecchiature ottiche, ferri chirurgici ecc...)
2.317.694 tonnellate di acciaio
802.000 tonnellate di metalli non ferrosi (cobalto, berillio, nickel, molibdeno, cadmio, leghe di magnesio, alluminio, zinco, bronzo, piombo ecc...)
2.670.000 tonnellate di prodotti petroliferi,
106 milioni e 893.000 metri di prodotti chimici
49.860 tonnellate di cuoio e simili
3.786.000 pneumatici
81.000 tonnellate di gomma
15.417.000 paia di stivali, + fibbie e bottoni per 1.647.000 dollari
Questo non è tutto, perchè vanno aggiunti i servizi e le collaborazioni, ma era tanto per dare un'idea.
Comunque è inutile. Se anche mostri questi dati (e ce ne sono ancora) al bolscevico odierno (che non è mai morto e non c'entra molto col comunismo) quello poi "interpreta" e dirà che l'URSS non se ne è fatta niente di tutte queste cose, le hanno buttate via quasi tutte, perchè capitaliste, ed ecco che rimane il 4-5%, come è scritto nel suo libretto.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
antiUsrael
Newbie
Newbie


Registrato: Feb 08, 2012
Messaggi: 1526

MessaggioInviato: Mer Ott 17, 2012 12:33 am    Oggetto: Rispondi citando

@Mincuo grazie dell'integrazione e se hai altri dati portali anche se questi sono più che sufficienti
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
gm
Ospite





MessaggioInviato: Mer Ott 17, 2012 1:40 am    Oggetto: Rispondi citando

mincuo ha scritto:
No tesoro, io mi fido della traduzione di Google, facevo un pò di ironia, come pure sul russo, ma si vede non è la specialità di GM.
Il link che avevo messo era questo http://en.wikipedia.org/wiki/Red_Terror
E li ci sono pure gli operai che si rivoltano e i contadini, ammazzati.
Che tu interpreterai di sicuro.
Io non ho problemi, sono abituato da anni a farabutti e lazzaroni di prima categoria che interpretano e sono anche preparati, quindi le interpretazioni di certa gente le conosco bene e mi fanno fresco, anzi più scrivo e più loro interpretano e più vede la gente come intepretano e più di buon umore mi mettono. La gente vede e così poi interpreta bene anche lei.
Quando si parla dei peggiori criminali e assassini di massa del 20° secolo si può intepretare poi tutto quello che si vuole. Se anche si toglie qualche milione ai 60 milioni di ammazzati cambia poco.
N.B. Non devi intepretare troppo quello che scrivo io. E non devi cambiarlo, soprattutto, quello lo fai alla sezione del partito. Io ho scritto che non ebbero mai seguito popolare. Non "i bolscevichi senza alcun appoggio popolare". Che non avessero largo seguito è ovvio per chiunque non interpreti troppo, visto che furono obbligati a instaurare un terrore di massa fin da subito. Del famigerato Hitler nel 1933, quando andò al potere, eletto democraticamente, non si conosce nessun terrore di massa instaurato.
Anzi il primo provvedimento che fece fu quello di disarmare la polizia cittadina.


Sig. mincuo, premesso che io non sono il suo “tesoro” , vedo che lei gongola per il fatto che io non sarei stato all’altezza di cogliere la sua sottile ironia riguardo alla sua scarsa fiducia nelle traduzioni google.
Forse anche perché lessi molto velocemente un qualche suo commento al riguardo, effettivamente non ho colto la sua ironia.
Però mi consolo al pensiero di averla invece colta quando, a differenza di altri utenti che le chiedevano le ragioni per cui aveva deciso di abbandonare CDC, mi resi subito conto che la sua era solo una “battuta ironica” tant’è che la vediamo ancora vivo e vegeto a pronunciare le sue sentenze qui sopra … ma forse non era neppure una “battuta” ma solo un espediente per verificare quante persone l’avrebbero supplicata di rimanere.
Finora, contrariamente a quanto diceva un certo “mondart” che l’accusava di essere il suo vero nemico più di qualsiasi obama e di qualsiasi banca, avevo supposto che lei fosse un “liberal” e fosse disponibile alla discussione ma dal tono della sua risposta (peraltro piuttosto scarna in confronto alla mole di documentazione promessa) credo di essermi sbagliato e siccome lei, abusando del suo “intuito” , mi cataloga senza dubbio in qualche partito, mi permetto di catalogarla anch’io nel partito dei “reazionari” travestiti da liberal o, quantomeno, nel partito degli anticomunisti viscerali.
Tanto più perché, contrariamente alle sue frettolose, errate catalogazioni, non sono mai stato iscritto a nessun partito e, quindi, nel mio ultimo commento e nelle mie domande non c’era assolutamente niente che mi fosse suggerito né da qualche segretario di partito né dall’ironia ma solo dall’interesse ad appurare la fondatezza delle sue affermazioni.
Ho letto la documentazione wikipedia alla quale lei fa riferimento.
Purtroppo conosco poco la lingua del padrone (l’inglese) in cui lei invece si trova a suo agio e ho dovuto accontentarmi di una maldestra traduzione automatica.
Per quello che sono riuscito a capire , specie da alcuni passi del documento, sembrerebbe che la russia fosse un’immenso campo di sterminio, con fosse comune, gente spellata viva, naturalmente gli immancabili “gulag” e chi più ne ha più ne metta.
Almeno in buona parte, sembra di assistere a una riedizione di quanto spesso abbiamo sentito dire sulle “fosse comuni” nella ex Yugoslavia (per giustificare i barbari bombardamenti di clinton con la complicità del sig. d’alema allora primo ministro), oppure una riedizione di quanto, più recentemente, abbiamo sentito dire sulle altre “fosse comuni” libiche … tutte notizie sorte solo dalla peggiore e infame propaganda poi decisamente smentite da fonti un po’ meno di parte.
Mi consenta, quindi, di nutrire forti dubbi e riserve sull’obiettività di quanto riportato da wikipedia nella cui bibliografia troviamo anche:
- Il libro nero del comunismo : crimini, terrore, repressione , Harvard University Press
- Lenin politico polizia Oxford University Press
- Donald Rayfield . Stalin ei suoi boia :. il tiranno e chi ha ucciso per Lui
- Gellately, Robert (2007). Lenin, Stalin e Hitler: The Age of catastrofe sociale .
- Karl Kautsky , Terrorismo e comunismo capitolo VIII, I comunisti sul luogo di lavoro, il terrore
- Alexander Nikolaevich Yakovlev . Un secolo di violenza nella Russia sovietica. Yale University Press , 2002.
Troviamo cioè l’università di Harvad, quella di Oxford, poi un donald rayfield che parla in realtà di Stalin, inoltre troviamo un Gellately robert … cioè un altro russo, vero sig. mincuo?
Poi troviamo un kautsky, noto anche come “il papa rosso”, che fu il peggiore opportunista pseudo comunista che sia esistito sulla faccia della terra e contro il quale Lenin lottò duramente.
Poi troviamo, un pò isolato mi sembra, quel Yakovlev citato anche da lei, sig. mincuo, e del quale dirò qualcosa in seguito.
In altri termini, sig. mincuo, si ha il legittimo sospetto che la sua wikipedia sia fortemente influenzata dalla solita propaganda reazionaria o visceralmente anticomunista oppure opportunistica alla kautsky.
A lei, sig. mincuo non piacciono o fanno sorridere le “interpretazioni” diverse dalla sua … e da wikipedia perché, contrariamente a quanto pretende di far credere, il suo scopo non è quello di informare ma di disinformare in base ai suoi personali preconcetti o alle sue personali convinzioni … legittime naturalmente almeno finché anche nel mondo attuale non scoppi una qualche rivoluzione … altrettanto feroce di quella bolscevica.
Perciò , che sorrida o no, mi riservo di meglio approfondire le questioni rivolgendomi ad altre fonti più credibili … naturalmente solo per un mio scrupolo personale e non certo per continuare la discussione con lei.

Tuttavia per il momento mi limito a riportare alcuni passi tradotti da google - di cui ora prendiamo atto che Lei si fida - e tratti dalla sua stessa “obiettiva” fonte wikipediana:
1) Secondo i documenti citati dal compianto Alexander Yakovlev , allora capo del Comitato di Presidenza per la riabilitazione delle vittime della repressione politica, preti, monaci e monache furono crocifissi, gettati in calderoni di catrame bollente, scalpo, strangolato, in comunione con il piombo fuso e annegati in fori nel ghiaccio. [ 29 ] Si stima che circa 3.000 sono stati messi a morte nel 1918 da solo.

Il “compianto Alexander Yakovlev” ? compianto da chi? Probabilmente dall’’estensore dell’articolo, il che già puzza di partigianeria! E chi sarebbe questo Yakovlev? Un insigne storico? Affatto! Si tratta invece del “capo del Comitato di Presidenza per la riabilitazione delle vittime della repressione politica (nota mia: in russia immagino )”..
Sicuramente lei riterrà questo personaggio molto affidabile ma io credo che molte altre persone – me compreso – non possano che assegnare al “compianto yakovlev” una credibilità prossima allo zero.

2) 'Terrore Rosso' Il termine è venuto a fare riferimento alle campagne di violenza commessi da gruppi comunisti o comunisti-affiliato. Spesso, tali atti sono state effettuate in risposta a (e / o seguito da) misure analoghe adottate dal anticomunista parte del conflitto. Vedere terrore bianco .

Lei, sig. mincuo tace totalmente su questo “terrore bianco” e preferisce soffermarsi solo su quello rosso. Come si può notare qui si dice che “spesso” il terrore rosso fu una risposta a quello bianco.
Ma capisco che i reazionari travestiti da liberal o gli anticomunisti viscerali, nella presentazione dei fatti debbano far risaltare solo quello che a loro conviene.

3) Secondo Figes, "Il terrore esplose dal basso. Era un elemento integrante del sociale rivoluzione sin dall'inizio. I bolscevichi incoraggiato, ma non ha ancora creato questo terrore di massa.

Secondo questo Figes (che è un altro storico evidentemente poco incline alle interpretazioni di comodo del sig. mincuo) “il terrore esplose dal basso”!
Sig. mincuo, Lei sa cosa significa “basso”? significa che, più che da parte bolscevica, venne proprio da quelle masse popolari che secondo lei non avrebbero appoggiato i bolscevichi.

Lei, sig mincuo, si mostra anche infastidito perché le ho attribuito la frase “i bolscevichi non ebbero mai seguito popolare.” , mentre lei precisa, infastidito, che la frase esatta sarebbe stata : “i bolscevichi non ebbero alcun appoggio popolare".

Sfido chiunque a spiegare la “sottile” differenza che ci sarebbe tra queste due frasi e , in particolare, tra l’espressione (da me usata) “seguito popolare” e l’altra – cioè la sua - di “appoggio popolare”, che l’ha spinta alla sua infastidita precisazione.
Detto questo non ho difficoltà a convenire con lei che i bolscevichi sicuramente furono solo una minoranza rivoluzionaria.
Ma da qui a dire , come lei ha fatto, che non ebbero “appoggio popolare” ce ne corre perché, se così fosse stato, sarebbero stati spazzati via in un batter d’occhio.
D’altronde qualunque rivoluzione inizia spesso proprio da parte di una esigua minoranza … ma lei questo, a differenza della storia, non può ammetterlo!
Sig. mincuo, lei è bravo in inglese, in russo, in latino, in statistica, in operazioni bancarie e in mille altre cose ma quanto a lingua italiana e obiettività storica mi lasci dire che la trovo alquanto deludente!
Torna in cima
gm
Ospite





MessaggioInviato: Mer Ott 17, 2012 3:02 am    Oggetto: Rispondi citando

devo in parte correggere la parte finale del mio commento precedente perché, il realtà, il sig. mincuo ha detto "(i bolscevichi) non ebbero mai seguito popolare", mentre gli attribuii l'espressione "i bolscevichi non ebbero alcun appoggio popolare".

ma ... invertendo l'ordine dei fattori, il risultato non cambia e, quindi, rimane sostanzialmente valido tutto il resto.
Torna in cima
mincuo
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 16, 2010
Messaggi: 2485

MessaggioInviato: Mer Ott 17, 2012 10:37 am    Oggetto: Rispondi citando

Io ho messo un link veloce a wikipedia, signor GM. Ma ho citato precedentemente un gruppo di storici. Però cosa avrebbe wikipedia di male. Cita tutti stermini falsi? Lo strano casomai invece è che scelga Figes, non gli altri, dato che è uno storico di seconda categoria, anche se pubblicizzato, con pure qualche questione giudiziaria per via di storie con Amazon, ma lui è eletto, e tira da una parte su una questione, sulla quale peraltro sta zitta anche Wikipedia. Per me non è una sorpresa il perchè scelgono lui.
Ma vedrà che citerò specialmente L.I. Kritchevsky, Leonard Shapiro, G.Aronson, D.S. Pasmanik, Howard Sachar, Shmuel Ettinger, Sonia Margolina, Simon Sebag Montefiore, Yury Sletzskine, Salo Baron, e Alexander Solzhenitzyn. Molti sono russi. Oltre a S. Melgunov, che vedo dimentica di citare, pur essendo il primo della lista, e da cui viene presa parte che stava nel link, come sbadatamente ne dimentica anche altri del link, come E. Radzinsky, Yevgenia Albats, V.N. Mitrokhin, V. Rezin (Suvorov), Martov. Metodo bolscevico, appunto.
Ma io arrivo, non si preoccupi. Solo che non prendo ordini da nessuno, sul come e quando, con suo dispiacere immagino.
N.B. Vedo che si ingarbuglia un pò nell'ansia di fare argomenti ad personam, "lei è questo o quell'altro". Stia calmo, si concentri, si rilassi.
P.S. Il risultato cambia: "per seguito popolare" si intende una larga partecipazione popolare, mentre tradurre e mettermi in bocca che "non ebbe alcun seguito" e ribadire due volte che allora io avrei inteso dire che poche migliaia di persone avrebbero fatto tutto da soli significa ribaltare la verità. Metodo bolscevico, appunto.
Non ci fu un seguito popolare, nè dei contadini, nè di buona parte degli operai, che si rivoltarono OVUNQUE e questa fu la ragione del terrore di massa. Che non si organizza "dal basso" ma coi decreti mandati a tutte le Regioni, coi i tribunali volanti, i Commissari Politici, le squadre della Cheka, e quelle speciali dell'Armata Rossa ecc...(da cui disertarono in 3 milioni, per via dell'afflato popolare).
Terrore che inizia prima della guerra civile, e quindi dei bianchi.
Fu una rivoluzione organizzata, finanziata, e diretta da un'elite ben connotata come avrò modo di illustrare con dovizia di particolari, elite borghese, e specificatamente in gran parte alto-borghese.
E inoltre non tutti i borghesi furono colpiti dalla Rivoluzione, nè tutti furono sostituiti poi da proletari.
Isaac Lurie (Larin) un alto dirigente ebreo spiegò infatti in due articoli sulla Pravda del 1918 che i borghesi ebrei andavano "perdonati" in quanto vittime precedenti dello zarismo. Come lei certamente saprà, il primo provvedimento in assoluto fatto dai Bolscevichi fu un decreto contro "l'antisemitismo" il 27 Luglio 1918. Fu una delle chiavi di volta, dato che qualunque delazione era sufficiente per rimuovere, incarcerare o ammazzare una persona.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
AlbionDoesNotSingAnymore
Newbie
Newbie


Registrato: Aug 10, 2012
Messaggi: 121

MessaggioInviato: Mer Ott 17, 2012 1:32 pm    Oggetto: Rispondi citando

gm ha scritto:
Quanto alla banca russa che era privata (fino a quando?) e che a qualche altro fa sospettare addirittura che il “comunismo” sia stato voluto e organizzato dal capitalismo, la meraviglia e i dubbi forse potrebbero venir meno se si pensasse che le strutture (anche finanziarie) di un qualsiasi sistema economico sociale radicato da secoli non si possono certo estirpare del tutto da un giorno all’altro.


La Gosbank, Banca Centrale della Russia sovietica prima e dell'unione sovietica poi, fu istituita da lenin nel 1921. Nacque a capitale privato, il cui azionista di maggioranza era rockfeller. Fino a quando? Fino al 1987, anno in cui scadde la partecipazione azionaria dei signori rockfeller. Non solo il capo della rivoluzione avrebbe potuto costituirla fin dal principio a capitale STATALE, ma per la nazionalizzazione sarebbe stata sufficiente l'emanazione di una semplicissima legge. In 66 anni non sarebbero stati in grado di "estirpare" una struttura finanziaria, non "radicata da secoli", bensì fondata da essi stessi, anzi, da lenin in persona? Si potrebbero dire molte altre cose circa i legami tra il blocco sovietico e quello iper-capitalista americano, però già il fatto che le quote della "banca di stato" dell'iper-collettivista e statalista URSS fossero detenute da grandi capitalisti statunitensi mi sembra un'anomalia di non poco conto. Altro dato estremamente rilevante: all'indomani della rivoluzione bolscevica lenin vendette a rockfeller (sempre lui) la metà degli sterminati e ricchissimi campi petroliferi caucasici, fino ad allora di proprietà PUBBLICA.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Tonguessy
Newbie
Newbie


Registrato: Sep 25, 2006
Messaggi: 2384

MessaggioInviato: Mer Ott 17, 2012 3:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

gm ha scritto:
a differenza di altri utenti che le chiedevano le ragioni per cui aveva deciso di abbandonare CDC, mi resi subito conto che la sua era solo una “battuta ironica” tant’è che la vediamo ancora vivo e vegeto a pronunciare le sue sentenze qui sopra … ma forse non era neppure una “battuta” ma solo un espediente per verificare quante persone l’avrebbero supplicata di rimanere.


Credo si tratti di un problema di ceci. C'è chi si aspetta che qualcuno inginocchiato sui ceci faccia delle suppliche. E chi invece trova i ceci dei legumi insulsi, sia per le suppliche che per l'arte culinaria.
A questa categoria a cui sento di appartenere (salvo solo la vellutata con farro e rosmarino), contrappongo il brio di un vino bianco frizzante. No, niente roba francese per carità.

Ecco quindi la scelta epocale: ceci o prosecco? Ho sempre una bottiglia pronta in frigo, nel caso gli uomini volessero tenere fede alle promesse fatte.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mincuo
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 16, 2010
Messaggi: 2485

MessaggioInviato: Mer Ott 17, 2012 3:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Me ne andrò, me ne andrò lo stesso tra un pò. Hanno scritto in tanti, e sta scritto qui in più parti, e mi hanno chiesto di non andare. Non avevo fatto promesse formali però, ho detto che avevo intenzione.
Anzi nell'occasione avevo anche fatto una replica precisa su un fatto storico, (che conservo) ma vedo che dopo aver chiuso il thread, alcuni giorni dopo qualcuno della redazione l'ha cancellata. Chissà come mai.
Comunque fammi sapere ufficialmente se devo rendere conto al Comitato Centrale e al Commissario Politico Tonguessy di quel che faccio.
P.S.Non sono poi così insulsi i ceci. Ci si fanno anche i buonissimi falafel. Non li conosci?


Ultima modifica di mincuo il Mer Ott 17, 2012 4:23 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Giancarlo54
Newbie
Newbie


Registrato: Nov 04, 2010
Messaggi: 2345

MessaggioInviato: Mer Ott 17, 2012 4:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

AlbionDoesNotSingAnymore ha scritto:
gm ha scritto:
Quanto alla banca russa che era privata (fino a quando?) e che a qualche altro fa sospettare addirittura che il “comunismo” sia stato voluto e organizzato dal capitalismo, la meraviglia e i dubbi forse potrebbero venir meno se si pensasse che le strutture (anche finanziarie) di un qualsiasi sistema economico sociale radicato da secoli non si possono certo estirpare del tutto da un giorno all’altro.


La Gosbank, Banca Centrale della Russia sovietica prima e dell'unione sovietica poi, fu istituita da lenin nel 1921. Nacque a capitale privato, il cui azionista di maggioranza era rockfeller. Fino a quando? Fino al 1987, anno in cui scadde la partecipazione azionaria dei signori rockfeller. Non solo il capo della rivoluzione avrebbe potuto costituirla fin dal principio a capitale STATALE, ma per la nazionalizzazione sarebbe stata sufficiente l'emanazione di una semplicissima legge. In 66 anni non sarebbero stati in grado di "estirpare" una struttura finanziaria, non "radicata da secoli", bensì fondata da essi stessi, anzi, da lenin in persona? Si potrebbero dire molte altre cose circa i legami tra il blocco sovietico e quello iper-capitalista americano, però già il fatto che le quote della "banca di stato" dell'iper-collettivista e statalista URSS fossero detenute da grandi capitalisti statunitensi mi sembra un'anomalia di non poco conto. Altro dato estremamente rilevante: all'indomani della rivoluzione bolscevica lenin vendette a rockfeller (sempre lui) la metà degli sterminati e ricchissimi campi petroliferi caucasici, fino ad allora di proprietà PUBBLICA.


Avevo già sentito queste cose, senza voler fare nessuna polemica, siamo sicuri? Perchè se fosse vero (e ripeto lo avevo già sentito) vorrebbe dire che proprio tutta la storia che ci hanno raccontato fino ad oggi è tutta una gigantesca balla! Come una balla sarebbe che l'alleanza tra occidentali e Stalin sarebbe stata causata unicamente dall'invasione tedesca dell'URSS. Se fosse tutto vero sarebbe lampante che tra capitalismo occidentale e bolscevismo sovietico c'era già dall'inizio una "unità di intenti".
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mincuo
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 16, 2010
Messaggi: 2485

MessaggioInviato: Mer Ott 17, 2012 4:06 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non riesco a postare comunque fu privatizzata anche formalmente nel 37, l'architetto fu Averell Harriman, mentre Armand Hammer, miliardario Americano, fu nominato ufficialmente Consigliere della Gosbank. Qui hai notizie sull'importanza e chi era Harriman. (che non compare mai nei libri). http://www.flickr.com/photos/bootbearwdc/215469874/
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
antiUsrael
Newbie
Newbie


Registrato: Feb 08, 2012
Messaggi: 1526

MessaggioInviato: Mer Ott 17, 2012 5:11 pm    Oggetto: Rispondi citando

mincuo ha scritto:
Me ne andrò

dove devi andare?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
mincuo
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 16, 2010
Messaggi: 2485

MessaggioInviato: Mer Ott 17, 2012 7:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Consiglio, per chi volesse approfondire la figura di Armand Hammer, il libro di Edward Jay Epstein, professore di scienze politiche ad Harvard, UCLA, e al MIT. Si è avvalso di numerosi documenti desecretati sia in USA che soprattutto nell'ex URSS. Hammer cercò di bloccare questa pubblicazione, e anche quelle di James Angleton. Epstein ha anche un sito ufficiale dove si trovano alcune cose interessanti, ad esempio sul commercio dei diamanti.

Il titolo del libro è "Dossier: the secret history of Armand Hammer". http://www.amazon.com/exec/obidos/ASIN/0786706775/qid%3D964656684/sr%3D1-2/102-2805718-7780915

Qui, per chi vuol sapere qualcosa senza leggere il libro, una recensione così così, non molto buona, che però insieme a quella del libro, qualcosa dice:
http://www.theforbiddenknowledge.com/hardtruth/armand_hammer.htm

Per il resto, volendo, chi cerca trova.....Se aspetta i giornali e le TV su queste cose sta fresco.....
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Opinioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
 
 

Forums ©

 
  La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Precisa che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e che in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere considerato responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi. La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

- messaggi non concernenti il tema dell'articolo
- messaggi offensivi nei confronti di chiunque
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)




Disclaimer A meno di avvisi di particolari (articoli con diritti riservati) il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità.

Il logo del sito (adattato da xkcd.com) è rilasciato con licenza creative commons.