Welcome to ComeDonChisciotte
 
 

  USER PANEL

. Home
. Archivio per Data
. Cerca
. Il Forum
. Il Tuo Profilo
.
Messaggi Privati
. Pubblica
. Segnala Questo Sito
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI NEL FORUM

entra nei forum

. Notizie dal mondo

. Notizie dall'Italia

. Opinioni

. Segnalazioni

. Cinema

. Libri

 

  FORUM: ULTIMI ARTICOLI


 Nati per uccidere.16.09.1982,massacro di Sabra e Chatila
 A proposito di elezioni in Brasile
 Gli USA vogliono la Grande Guerra
 sondaggio Scozia: No per un pelo
 Il Totalitarismo globale dominante
 Intervento Di Battista su decreto missioni
 Marco Travaglio - Grattini d’autore
 Il monte dei peni.
 Caso Moro:servizi negano a ex pm di consultare atti
 scrivi Isis leggi USA
 Renzi snobba Cernobbio ma corre a New York per il CFR
 Renzi alla Camera, un discorso da dittatura
 H.12 merc.17/9-Diretta dichiarazioni voto missioni militari
 La Russia riduce i flussi di gas anche verso l'Austria.
 In Grecia è ormai generazione 300 euro

ComeDonChisciotte Forums

 

  UTENTI

Benvenuto, anonimo
Nickname
Password
(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: ivanmolineris
News di oggi: 1
News di ieri: 3
Complessivo: 8029

Persone Online:
Visitatori: 1570
Iscritti: 33
Totale: 1603

Online ora:
01 : Matt-e-Tatty
02 : tania
03 : Truman
04 : zeppelin
05 : radisol
06 : s_riccardo
07 : albsorio
08 : IVANOE
09 : alberto_his
10: bwv826
11: Laertino
12: erwin
13: Primadellesabbie
14: spadaccinonero
15: obelynx79
16: oldhunter
17: jorge
18: MarioG
19: enzosabe
20: tao
21: cavalea
22: Valdo
23: marztala
24: mystes
25: bdurruti
26: Mazzam
27: Rosanna
28: paolodegregorio
29: Barnardp
30: clausneghe
31: Stodler
32: Salvathor
33: BIESSE
 

 

La netiquette di ComeDonChisciotte: alcune norme minime per la convivenza e il dialogo costruttivo nel sito





UNA PRESENTAZIONE DI TRUMAN BURBANK
 

  LETTURE SEGNALATE

Crocifissioni riprese dallo smartphone. Antropologia politica di Isis

Cassazione a Napolitano: tornare subito al voto

Libertà e Giustizia: Verso la svolta autoritaria

Marco Mamone Capria - Vivisezione: un po' di chiarezza sul dibattito in corso

Perché nessuno stato ha il Credito pubblico?

GZ - Più Moneta Creano più ti Dicono che non ci Sono Soldi

Il Sussidiario - Una nuova mega-bolla finanziaria ci darà la ripresa

Antonio Camuso - Kabul: stragi di piloti e guerre tra contractor

Rigamo - La notte dei Ganzer viventi

Marco Mamone Capria - La scienza in una società democratica

Giulio Sapelli - Col potere ai professori venne l’inverno della nostra civiltà

Bagnai - Crisi finanziaria e governo dell'economia

Petras - Verso dittature tecnocratiche

 

 

Alfabeta2

andreacarancini.blogspot.it

Animal Station

Appello al Popolo

ArruotaLibera

Alberto Bagnai

Carlo Bertani

Bye Bye Uncle Sam

Cado In Piedi

Campo Antimperialista

Franco Cardini

Carmilla Online

Marco Cedolin

Civium Libertas

Clarissa

Cloroalclero

Cobraf

COMIDAD

Conflitti e Strategie

Da Dietro Il Sipario

Decrescita Felice

Democratic Nutrition

Doppio Cieco

Eddyburg

Eurasia

Free Animals

Geopolitica

Geopoliticamente

Giornale del Ribelle

Fulvio Grimaldi

Iceberg Finanza

Io Non Sto Con Oriana

Karlmarxplatz

Kelebleker

Libre Idee

Loop on Line

Domenico Losurdo

Mainstream

Antonio Mazzeo

Megachip

Nazione Indiana

Nena News

Nogeoingegneria.com

L’Orizzonte degli Eventi

Eugenio Orso

Palestina Libera!

I Quaderni di Truman

Rinascita

Rischio Calcolato

Salamelik

Selvas

Senza Soste

Sinistra In Rete

Sollevazione

Tlaxcala

Veganzetta

La Voce delle Voci

La Voce del Ribelle

Voci Dalla Strada

Voci Dall'Estero

 

 

fratelli

fini



 

 

Alainet.org

Argenpress

Cubadebate

Daniel Estulin

Gara

Percy Francisco Godoy

InSurGente

La Haine

Kaos en la Red

La Jornada

Alberto Montero

Vicenç Navarro

Nueva Tribuna

Pagina/12

Rebelion

Sinpermiso

Adrian Salbuchi

Sur y Sur

Tercera Informacion

Visiones Alternativas

Rodolfo Walsh

 

 
  comedonchisciotte :: Leggi il Topic - La Guerra Ambientale - Disastri climatici creati
 FAQFAQ   CercaCerca   Gruppi utentiGruppi utenti   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

La Guerra Ambientale - Disastri climatici creati

 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Opinioni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Eshin
Newbie
Newbie


Registrato: Aug 23, 2010
Messaggi: 1839

MessaggioInviato: Ven Mar 30, 2012 7:39 am    Oggetto: La Guerra Ambientale - Disastri climatici creati Rispondi citando

Controllo del clima

Chossudovsky, in questa incredibile e dettagliata indagine, dimostra come l'aumento delle temperature non sia l'unica causa dell'estrema instabilità climatica che, negli ultimi anni, ha devastato le più importanti regioni del mondo.

L'aviazione americana è in grado di manipolare il clima.

Può addirittura provocare inondazioni, uragani, siccità e terremoti. Il Dipartimento della Difesa ha destinato elevate somme di denaro allo sviluppo e al perfezionamento di queste tecnologie.

"Si definisce guerra ambientale la modifica intenzionale, o la manipolazione, del sistema ecologico che interessa il clima e i fenomeni metereologici, gli strati dell'atmosfera terrestre quali la ionosfera e la magnetosfera, il sistema della tettonica a zolle, e/o può innescare eventi sismici (terremoti) per provocare, a un bersaglio ben definito per ubicazione geografica, una volontaria distruzione fisica, economica e psico-sociale, prevista da una strategia di guerra".

Quali sono le cause dell'estrema instabilità climatica che, negli ultimi anni, ha devastato le più importanti regioni del mondo?

Gli uragani e le tempeste tropicali hanno provocato gravissimi danni nei Caraibi. L'Asia e il Medio Oriente sono afflitti dalla siccità. L'Africa occidentale è invasa da un enorme sciame di locuste, il più grande degli ultimi dieci anni. Quattro terribili uragani e una tempesta tropicale, Alex, Ivan, Frances, Charley e Jeanne si sono susseguiti in un periodo di tempo molto breve. Si è, inoltre, verificato un evento senza precedenti nei Caraibi: l'isola di Grenada è stata completamente distrutta, sono morte 37 persone e i due terzi circa della popolazione dell'isola, 100.000 abitanti, è rimasta senza casa; ad Haiti si sono registrati più di duemila decessi e altre diecimila persone sono senza tetto. Anche la Repubblica Dominicana, la Giamaica, Cuba, le Bahamas e la Florida sono state distrutte. Negli Stati Uniti del sud, in Florida, Alabama, Georgia, Mississippi e le due Carolina, si sono registrati i danni maggiori nella storia del paese. Un'indagine, resa pubblica nel luglio 2003 dall'Organizzazione Metereologica Mondiale (O.M.M.), stabilisce, senza ulteriori ricerche, che la causa di questi fenomeni è l'aumento della temperatura del globo:

"Questi eventi senza precedenti [basse e alte temperature, elevate precipitazioni e siccità] concorrono nel calcolo delle medie mensili e annuali che, per quanto riguarda le temperature, hanno registrato un aumento graduale negli ultimi cento anni" dichiara l'OMM. (CNN, 3 luglio 2003, http://www.cnn.com/2003/WEATHER/07/03/wmo.extremes/)

Nonostante l'aumento delle temperature sia un fattore sicuramente importante, questo non è l'unica causa alla base di questi fenomeni metereologici atipici.

Guerra climatica

Vi è sicuramente stata una notevole espansione dell'arsenale adibito alla guerra climatica negli Stati Uniti, una priorità per il Dipartimento della Difesa.

Mentre gli ambientalisti accusano l'amministrazione Bush per non aver firmato il Protocollo di Kyoto, la questione della "guerra climatica", cioè la manipolazione dei fenomeni metereologici a scopi militari, non viene mai menzionata.

L'aviazione americana è in grado di manipolare il clima sia a scopo sperimentale sia a scopi militari e segreti. Può addirittura provocare inondazioni, uragani, siccità e terremoti. Negli ultimi anni il Dipartimento della Difesa ha destinato elevate somme di denaro allo sviluppo e al perfezionamento di queste tecnologie.

La manipolazione climatica diverrà parte della sicurezza interna e internazionale e sarà sfruttata in maniera unilaterale... Sarà usata a scopi difensivi e offensivi e anche come deterrente. La capacità di generare precipitazioni, nebbia e temporali e di modificare il clima, ... e la creazione di un clima artificiale, fanno parte di quelle tecnologie integrate che possono far aumentare la capacità statunitense, o diminuire quella degli avversari, di ottenere conoscenza, ricchezza e potere globale.

Anche se non esistono prove effettive che le strutture per la guerra climatica siano state deliberatamente impiegate dall'aviazione statunitense per modificare i fenomeni metereologici , queste tecniche sviluppate a scopo militare sono già state probabilmente testate, come si fa per le nuove armi. Ovviamente l'argomento è tabù per gli scienziati. La possibilità di manipolazioni climatiche e ambientali previste dall'esercito e dai servizi segreti, anche se tacitamente riconosciuta, non è considerata importante. Gli specialisti dell'esercito non si pronunciano a questo proposito, i meteorologi non fanno ricerche e gli ambientalisti rimangono saldi sulla teoria del riscaldamento globale e sul Protocollo di Kyoto.

Ironicamente il Pentagono, pur ammettendo di poter modificare il clima mondiale a scopi militari, ha aderito alla teoria sull'aumento delle temperature. Una importante ricerca ne ha analizzato nei dettagli le implicazioni.

Il documento del Pentagono è una copertura conveniente. Il programma di guerra climatica non viene assolutamente nominato: (HAARP)The High-Frequency Active Auroral Research Program, (Programma di Ricerca Aurorale Attivo ad Alta frequenza), che ha sede a Gokona, Alaska - gestito unitamente dall'aviazione e dalla marina statunitensi.

Alex, Ivan, Frances, Charley e Jeanne (agosto-settembre 2004): Quattro terribili uragani e una tempesta tropicale si sono susseguiti in un periodo di tempo molto breve. Si è inoltre verificato un evento senza precedenti nei Caraibi: l'isola di Grenada è stata completamente distrutta, sono morte 37 persone e i tre terzi circa della popolazione dell'isola, 100.000 abitanti, è rimasta senza casa; ad Haiti si sono verificati più di duemila decessi e altre diecimila persone sono senza tetto. Anche la Repubblica Dominicana, la Giamaica, Cuba, le Bahamas e la Florida sono state distrutte. Negli Stati Uniti del sud, in Florida, Alabama, Georgia, Mississippi e le due Caroline, si sono registrati i danni maggiori nella storia del paese.

Brasile (marzo 2004): il primo uragano che si sia mai formato nell'Atlantico meridionale si è abbattuto sul Brasile con venti a una velocità di circa 90 miglia/h e ha causato più di una dozzina di morti. "I meteoreologi sono letteralmente rimasti a bocca aperta quando hanno avvistato il ciclone di nuvole, con tanto di occhio ben definito, in un bacino oceanico dove non se n'erano mai visti prima".

Giappone, Cina e Penisola Coreana: "Il numero dei tifoni abbattutisi sul Giappone ha superato ogni record, e le tempeste - una alla settimana per tutta l'estate - hanno causato disastri a Taiwan, in Cina e nella Penisola Coreana". (Ibid)

Cina (agosto 2004): Il tifone Rananim, il peggiore degli ultimi 48 anni, ha causato 164 morti e ferito più di 1800 persone nella provincia cinese di Zhejiang. Le autorità meteorologiche cinesi hanno confermato che Rananim è stato il peggior tifone che abbia colpito la Cina dal 1956. Secondo le stime ha mandato in rovina circa 13 milioni di persone...

Stati Uniti (maggio 2003): 562 tornado hanno colpito gli Stati Uniti, il record più alto nella storia, che supera di gran lunga quello precedente di 399 del giugno 1992.(CNN, 3 luglio 2003) http://www.cnn.com/2003/WEATHER/07/03/wmo.extremes/

India (inizi 2003): un'ondata di caldo pre-monsonico ha causato picchi di temperatura compresi fra i 45 e i 49 gradi centigradi (113-120 gradi Fahrenheit), provocando la morte di più di 1400 persone. (Ibid)

Sri Lanka: "piogge violente causate dal ciclone tropicale 01B hanno peggiorato le condizioni meteorologiche e provocato piene e slavine e più di 300 morti". (Ibid)

Europa occidentale (estate 2003): temperature estive straordinariamente elevate. "Non si aveva un giugno così caldo in Svizzera da almeno 250 anni, mentre nella Francia meridionale le temperature sono aumentate rispetto alla media stagionale di 5-7 gradi centigradi (9-13 gradi Fahrenheit). Anche in Inghilterra e Galles non si assisteva a un giugno così caldo dal 1976." (Ibid) Sono state formulate diverse teorie generali sui cambiamenti climatici e meteorologici, ma nessuna di esse spiega in maniera esauriente le cause di queste manifestazioni climatiche così atipiche e irregolari, per non parlare della perdita di vite umane e della distruzione che ha portato alla destabilizzazione di interi sistemi agricoli ed ecologici. Ovviamente queste teorie non menzionano il problema della manipolazione climatica a scopi militari.

La manipolazione climatica praticata dall'esercito americano:

il programma HAARP


The High-Frequency Active Auroral Research Program (HAARP) con sede a Gokona, Alaska, esiste dal 1992. Fa parte deli nuovi armamenti a tecnologia avanzata sotto il controllo dell' Iniziativa di Difesa Strategica degli Stati Uniti (S.D.I). Approntato dal Laboratorio di Ricerca dell'aviazione , Direzione Veicoli Spaziali, HAARP è un sistema di antenne così potenti da poter creare "modificazioni locali controllate della ionosfera" [lo strato più elevato dell'atmosfera]:

"[HAARP verrà usato] per provocare un cambiamento nella temperatura della ionosfera minimo e localizzato, cosicché le risultanti reazioni fisiche possano essere studiate da altri strumenti piazzati nello stesso sito o nei pressi di HAARP".

Nicholas Begich -attivista della campagna contro HAARP- lo descrive come:

"Uno strumento tecnologico super potente che emette onde radio in grado di raggiungere aree della ionosfera, si concentrano su di essa e la riscaldano. In seguito le onde elettromagnetiche rimbalzano sulla terra e penetrano qualsiasi cosa - viva o morta che sia." (per info http://www.globalresearch.ca/articles/CHO201A.html )

Rosalie Bertel, scienziata di fama mondiale, definisce HAARP come "un gigantesco impianto di riscaldamento che può causare gravi danni alla ionosfera creando dei buchi, ma anche delle lunghe incisioni sullo strato protettivo che evita che il pianeta sia bombardato da radiazioni mortali". (citato in Chossudovsky, op cit.)

Secondo Richard Williams, fisico e consulente del laboratorio David Sarnoff di Princeton, HAARP è "un atto irresponsabile di vandalismo globale". Williams e altri scienziati temono un secondo stadio segreto in cui HAARP "proietterà ancora più energia nella ionosfera. Ciò potrebbe causare un grave danno nella parte superiore dell'atmosfera in un punto da cui si produrrebbero per anni effetti a rapida diffusione su tutto il pianeta per anni". (Citato in Scott Gilbert, Environmental Warfare and US Foreign Policy: The Ultimate Weapon of Mass Destruction, http://www.globalresearch.ca/articles/GIL401A.html)

HAARP è stato pubblicamente presentato come un programma di ricerca scientifica e accademica. Tuttavia documenti militari degli Stati Uniti sembrano suggerire che l'obiettivo principale di HAARP è di "sfruttare la ionosfera per scopi stabiliti dal Dipartimento della Difesa". (citato in Chossudovsky, op cit).

Senza alcun esplicito riferimento al programma HAARP, una ricerca dell'Aviazione statunitense parla dell'uso di "modificazioni indotte nella ionosfera" come un mezzo per alterare i fenomeni metereologici e disturbare comunicazioni e radar nemici. (Ibid) HAARP può inoltre causare blackout e distruggere le centrali elettriche di intere regioni.

L'analisi delle dichiarazioni emanate dall'esercito statunitense dimostra l'impensabile: la segreta manipolazione dei fenomeni metereologici, dei sistemi di comunicazione e delle centrali elettriche sono un'arma di guerra globale che permette agli Stati Uniti di infastidire e dominare intere regioni del mondo.

Fonte:

http://www.vergognatevi.com/blog/articolo.asp?articolo=110

RELAZIONE
sull'ambiente, la sicurezza e la politica estera
HAARP - Un sistema di armamenti con effetti devastanti sul clima
14 gennaio 1999
http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?type=REPORT&reference=A4-1999-0005&format=XML&language=IT

OWNING THE WEATHER:LA GUERRA AMBIENTALE E' GIA' COMINCIATA
http://www.scribd.com/doc/2169816/Owning-the-weather-la-guerra-globale-ambientale-e-gia-cominciata
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ricbo
Ospite





MessaggioInviato: Ven Mar 30, 2012 10:07 am    Oggetto: Rispondi citando

davvero, ma c'è qualcuno che crede che scaldando la ionosfera sopra l'alaska si possa provocare un terremoto o anche solo un uragano a 20 mila km di distanza? (a parte quelli che credono alla teoria dell'universo elettrico).

c'è davvero qualcuno che crede sia possibile che con qualche centinaio di aerei che spruzzano qualche intruglio si possa modificare il clima di un emisfero terrestre?

non c'è uno straccio di prova documentale, un numero, uno studio, qualsiasi cosa a cui appigliarsi per dimostrare quello che paventa questo articolo.
nulla di nuilla di nulla di nulla.

ci sono solo persone che hanno visto troppi film sui mondi distopici e hanno montato in casa un altarino a Huxley.
Torna in cima
Matt-e-Tatty
Newbie
Newbie


Registrato: Sep 21, 2007
Messaggi: 1210

MessaggioInviato: Ven Mar 30, 2012 10:37 am    Oggetto: Rispondi citando

RicBo ha scritto:
davvero, ma c'è qualcuno che crede che scaldando la ionosfera sopra l'alaska si possa provocare un terremoto o anche solo un uragano a 20 mila km di distanza? (a parte quelli che credono alla teoria dell'universo elettrico).

c'è davvero qualcuno che crede sia possibile che con qualche centinaio di aerei che spruzzano qualche intruglio si possa modificare il clima di un emisfero terrestre?

non c'è uno straccio di prova documentale, un numero, uno studio, qualsiasi cosa a cui appigliarsi per dimostrare quello che paventa questo articolo.
nulla di nuilla di nulla di nulla.

ci sono solo persone che hanno visto troppi film sui mondi distopici e hanno montato in casa un altarino a Huxley.


Non so si terremoti e uragani, ma quanto ai cambiamenti climatici artificiali, è tutto vero, o per lo meno, è possibilissimo e da almeno mezzo secolo. Nulla di eccezionalmente tecnologico... certamente molto costoso.

Però una cosa me la chiedo: io mi considero uno scettico, a certe cose non credo ciecamente anche perchè non ho "strumenti" causa ignoranza scientifica sull'argomento, leggo, mi chiedo se possa esser possibile, e non trovo mai risposte certe, che sia clima, che sia rivoluzione, che sia teoria monetaria ecc. Lei dove le raccoglie tutte le sue certezze?
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ricbo
Ospite





MessaggioInviato: Ven Mar 30, 2012 10:51 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Non so si terremoti e uragani, ma quanto ai cambiamenti climatici artificiali, è tutto vero, o per lo meno, è possibilissimo e da almeno mezzo secolo. Nulla di eccezionalmente tecnologico... certamente molto costoso.

L'unica cosa certa è che si può controllare la pioggia, ma in un'area limitata, al massimo grande come l'umbria.
I russi lo fecero all'epoca di chernobyl provocando pioggia sulla bielorussia e fermando una parte delle nubi radioattive dirette a Mosca.
Ultimamente il governo della regione di Madrid ha proposto di usare questo sistema per ridurre la siccità sulla regione.

Citazione:
Però una cosa me la chiedo: io mi considero uno scettico, a certe cose non credo ciecamente anche perchè non ho "strumenti" causa ignoranza scientifica sull'argomento, leggo, mi chiedo se possa esser possibile, e non trovo mai risposte certe, che sia clima, che sia rivoluzione, che sia teoria monetaria ecc. Lei dove le raccoglie tutte le sue certezze?

io non ho certezze, ho solo dubbi, ma non vado a cercare risposte dove non ci sono dati certi. piuttosto che avere una risposta sbagliata, o che non passa il filtro della plausibilità, mi tengo il dubbio.
ovvio che stiamo parlando di scienza non di filosofia o politica o economia.


Ultima modifica di ricbo il Ven Mar 30, 2012 10:55 am, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Eshin
Newbie
Newbie


Registrato: Aug 23, 2010
Messaggi: 1839

MessaggioInviato: Ven Mar 30, 2012 10:54 am    Oggetto: Rispondi citando

HAARP - Un sistema di armamenti con effetti devastanti sul clima

Il 5 febbraio 1998 la sottocommissione "Sicurezza e disarmo" del Parlamento europeo tenne un'audizione in cui si parlò anche di HAARP. Benché invitati, i rappresentanti della NATO e degli USA preferirono non partecipare. La commissione deplora che gli USA non abbiano inviato nessuno all'audizione e non abbiano approfittato dell'occasione per commentare il materiale presentato(22).

HAARP, il programma di ricerca sulle radiazioni ad alta frequenza (High Frequency Active Auroral Research Project) è condotto congiuntamente dall'aeronautica militare e dalla marina militare americane e dall'Istituto di geofisica dell'Università dell'Alaska di Fairbanks. Progetti analoghi vengono condotti addirittura in Norvegia, probabilmente in Antartide, ma anche nell'ex Unione Sovietica(23). HAARP è un progetto di ricerca in cui, attraverso impianti basati a terra e una serie di antenne, ciascuna alimentata da un proprio trasmettitore, si riscaldano con potenti onde radio parti della ionosfera(24). L'energia così generata riscalda talune parti della ionosfera provocando buchi e lenti artificiali.

Lo HAARP può essere impiegato per molti scopi. Manipolando le proprietà elettriche dell'atmosfera si diventa in grado di porre sotto controllo forze immani. Facendovi ricorso quale arma militare, le conseguenze potrebbero essere devastanti per il nemico. Attraverso HAARP è possibile convogliare in una zona prestabilita energia milioni di volte più intensa di quella che sarebbe possibile inviare con qualsiasi altro trasmettitore tradizionale. L'energia può anche essere indirizzata verso un obiettivo mobile, per cui si potrebbe applicare anche contro i missili del nemico.

Il progetto consente anche di migliorare le comunicazioni con i sommergibili e di manipolare la situazione meteorologica globale. Ma è possibile anche il contrario, cioè disturbare le comunicazioni. Manipolando la ionosfera è possibile ostacolare le comunicazioni globali facendo però arrivare a destinazione le proprie. Un'altra applicazione del sistema è quella di scandagliare a raggi X la terra per vari chilometri di profondità (con un'apposita tomografia a effetto penetrante) per esplorare campi di petrolio e di gas, ma anche attrezzature militari sotterranee. Radar in grado di vedere oltre l'orizzonte e di definire gli oggetti a grande distanza sono un'altra delle applicazioni del sistema HAARP. Ciò consente di individuare gli oggetti in arrivo da dietro la curvatura del pianeta.

A partire dagli anni '50 gli Stati Uniti hanno effettuato esplosioni di materiale nucleare nelle fasce di Van Allen(25) per sondare gli effetti delle esplosioni atomiche ad un'altezza così elevata sulle trasmissioni radio e le operazioni radar in virtù dell'intenso impulso elettromagnetico scatenato dalle deflagrazioni. Esse crearono nuove fasce di radiazione magnetica comprendenti quasi tutta la terra. Gli elettroni correvano lungo linee di campo magnetiche creando un'aurora boreale artificiale sopra il Polo Nord. Con questi test militari si rischia seriamente di danneggiare per molto tempo la fascia di Van Allen. Il campo magnetico terrestre può essere distrutto in vaste aree impedendo le comunicazioni via radio. Secondo scienziati americani ci vorranno probabilmente molte centinaia di anni prima che la fascia di Van Allen si stabilizzi nella sua posizione normale. Il sistema HAARP può provocare mutamenti delle costanti meteorologiche. Esso può anche influenzare tutto l'ecosistema, soprattutto nella sensibile area antartica.

Un'ulteriore seria conseguenza del sistema HAARP sono i buchi ionosferici causati dalle potenti onde radio inviate. La ionosfera ci protegge dalle radiazioni provenienti dal cosmo. Si spera che i buchi giungano a riempirsi nuovamente, ma le esperienze compiute con i mutamenti dello strato di ozono puntano in direzione contraria. Ciò significa che esistono buchi non indifferenti nella fascia protettiva della ionosfera.

A causa delle sue notevoli ripercussioni sull'ambiente, HAARP è una questione che riguarda tutto il mondo e bisogna anche chiedersi se i vantaggi di sistemi del genere controbilancino effettivamente i rischi. Le conseguenze ecologiche ed etiche vanno analizzate approfonditamente prima di qualsiasi altra ricerca e sperimentazione. HAARP è un progetto quasi totalmente sconosciuto all'opinione pubblica, ed è importante aumentare la consapevolezza di quest'ultima in proposito.

HAARP è il proseguimento di cinquant'anni di ricerca spaziale intensiva di chiaro stampo militare, portata avanti anche nel quadro delle "guerre stellari" per il controllo delle fasce più alte dell'atmosfera e delle comunicazioni. Tale ricerca va considerata seriamente nociva per l'ambiente, con conseguenze incalcolabili per la vita umana. Nessuno è oggi in grado di dire con sicurezza quali possono essere le conseguenze di HAARP. La cultura della segretezza nell'ambito della ricerca militare dev'essere combattuta. E' necessario promuovere il diritto alla trasparenza e alla verifica democratica dei progetti di ricerca militari, come pure il controllo parlamentare.

Tutta una serie di atti normativi internazionali ("Convenzione sul divieto dell'utilizzo a scopi militari

o ad altri scopi ostili delle tecniche di modificazione dell'ambiente", "The Antarctic Treaty", "Trattato recante principî per il comportamento degli Stati nell'esplorazione dello spazio esterno, compresi la luna e gli altri corpi celesti" e la Convenzione dell'ONU sulle leggi del mare) fanno risultare HAARP assai dubbio non soltanto dal punto di vista umano e politico, ma anche da quello giuridico. Il trattato sull'Antartide prevede che l'Antartide possa essere utilizzata unicamente a scopi pacifici(26). Ciò potrebbe anche significare che HAARP rappresenta una violazione del diritto internazionale. Tutte le conseguenze dei nuovi sistemi di armamenti devono essere valutate da organismi internazionali indipendenti. Vanno inoltre elaborati altri accordi internazionali tesi a proteggere l'ambiente da inutili devastazioni in caso di guerra.

http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?type=REPORT&reference=A4-1999-0005&format=XML&language=IT
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
ricbo
Ospite





MessaggioInviato: Ven Mar 30, 2012 11:03 am    Oggetto: Rispondi citando

Eshin, quello che è davvero preoccupante e per cui dovremmo davvero organizzare una campagna di informazione e di pressione sui governi, è la segretezza del piano e degli scopi del sistema haarp ed il fatto che
nessuno conosce le conseguenze dell'interazione con la ionosfera delle onde emesse, ergo, sarebbe meglio fermarli.
tutto il resto, cambiamenti climatici inclusi, sono speculazioni.
Torna in cima
Matt-e-Tatty
Newbie
Newbie


Registrato: Sep 21, 2007
Messaggi: 1210

MessaggioInviato: Ven Mar 30, 2012 11:10 am    Oggetto: Rispondi citando

RicBo ha scritto:
Citazione:
Non so si terremoti e uragani, ma quanto ai cambiamenti climatici artificiali, è tutto vero, o per lo meno, è possibilissimo e da almeno mezzo secolo. Nulla di eccezionalmente tecnologico... certamente molto costoso.

L'unica cosa certa è che si può controllare la pioggia, ma in un'area limitata, al massimo grande come l'umbria.
I russi lo fecero all'epoca di chernobyl provocando pioggia sulla bielorussia e fermando una parte delle nubi radioattive dirette a Mosca.
Ultimamente il governo della regione di Madrid ha proposto di usare questo sistema per ridurre la siccità sulla regione.

Citazione:
Però una cosa me la chiedo: io mi considero uno scettico, a certe cose non credo ciecamente anche perchè non ho "strumenti" causa ignoranza scientifica sull'argomento, leggo, mi chiedo se possa esser possibile, e non trovo mai risposte certe, che sia clima, che sia rivoluzione, che sia teoria monetaria ecc. Lei dove le raccoglie tutte le sue certezze?

io non ho certezze, ho solo dubbi, ma non vado a cercare risposte dove non ci sono dati certi. piuttosto che avere una risposta sbagliata, o che non passa il filtro della plausibilità, mi tengo il dubbio.
ovvio che stiamo parlando di scienza non di filosofia o politica o economia.


Oltre ai russi, nelle manipolazioni note ci si sono cimentati i cinesi (olimpiadi), gli americani (già dal Vietnam) e tante altre che non ricordo ma di cui ho letto in passato, comunque documentato da fonti ufficiali.
Il filo della plausibilità invece mi pare soggettivo. Quello che è plausibile (o probabile) per mè non è detto sia lo stesso per uno scienziato.
I dati certi però non li abbiamo in nessun caso, ne con le fonti ufficiali, ne con quelle alternative. Ricorda il clima gate? C'erano scienziati climatologi che sostenevano la teoria del riscaldamento globale da CO2, altri scienziati altrettanto autorevoli che sostenevano che detta teoria fosse una baggianata. Poi loscandalo delle mail...
Per esperienza professionale sò che alcune tecnologie militari vecchie di decenni e sorpassatissime sono l'innovazione presente in alcuni ambiti della mia professione, decenni fà ci si puntavano i cannoni, oggi ci si misura il territorio. Per questo, pur con tutti i dubbi, faccio molta fatica a bollare tutto come baggianata.
Il fatto poi, che ci siano discussioni negli organi istituzionali e documenti firmati da politicanti per accordi con potenze straniere, dovrebbe far riflettere. Mia opinione da non scienziato frequentatore della rete.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Truman
Newbie
Newbie


Registrato: Oct 21, 2004
Messaggi: 3198

MessaggioInviato: Ven Mar 30, 2012 12:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

E' da anni che si sa che il clima viene manipolato per scopi militari. Un esempio è nel seguito.

CLIMI DI GUERRA
di Carlo Stracquadaneo 6 Giugno 2004
- Fra tre anni, nel 2007, una tempesta particolarmente violenta farà scatenare l’oceano sulle coste dell’Olanda. Una serie di città come L’Aia diventeranno invivibili; un’ondata di disperati senza tetto si riverserà sulle frontiere d’Italia e Spagna che, a loro volta, subiranno improvvisi e intermittenti raffreddamenti, mentre il clima dell’Europa nord-occidentale sarà secco, gelido e ventoso come quello siberiano. La pianura padana assomiglierà a una steppa, partirà una corsa al riarmo nucleare in preparazione di un’inevitabile apocalisse, chiusure di frontiere e guerre scatenate per mancanza d’acqua, nel 2022 Germania e Francia entreranno in conflitto per lo sfruttamento del Reno e l’Unione Europea collasserà. Questa non è la sceneggiatura in chiave europea del film The Day After Tomorrow di Roland Emmerich, né un’apocalittica previsione di ambientalisti, bensì gli esiti di un rapporto di 22 pagine, dei climatologi Peter Schwartz e Doug Randall, redatto su commissione di Andrew Marshall, che al Pentagono dirige l’ufficio Net Assesment, un think-tank che redige rapporti segreti sugli scenari futuribili per i governo americano. “An Abrupt Change and Its Implications for United States National Security” (“Un violento cambiamento climatico e le sue implicazioni per la sicurezza degli Stati Uniti”. Sottotitolo: “Immaginare l’impensabile”) questa è l’etichetta sul dossier di Schwartz e Randall, redatto nell’ottobre 2003. Il documento avrebbe dovuto rimanere segreto e invece dai cassetti del Pentagono è scivolato sulle pagine di Fortune e dell’Observer per poi essere ripreso dai giornali di tutto il mondo con un clamore giustificato dall’autorevolezza del destinatario, la cui commessa è costata 100mila dollari.

Guerra fredda, clima rovente
Non è la prima volta che in tema di mutamenti climatici si evocano gli scenari più agghiaccianti. All’inizio degli anni settanta, la stampa scientifica internazionale dedicò grandi spazi al progetto poco conosciuto di “immissione” e “interdizione” di talune azioni in ambiente meteorologico e geofisico a scopo militare. Il giornale americano “Christian Science Monitor” scrisse, nel 1973, che “il Pentagono assegna annualmente più di due milioni di dollari per la realizzazione di una nuova arma che permetterebbe di creare artificialmente inondazioni, siccità, maremoti, uragani e modifiche dello strato dell’ozono atmosferico”. Il Senato americano, l’11 luglio 1973, aveva infatti autorizzato il Governo a procedere nella realizzazione di tale progetto, anche con riferimento all’interdizione dagli effetti passivi degli eventi ambientali ed atmosferici. La prevenzione di azioni destinate a modificare l’ambiente a scopi militari, fu oggetto di un approfondito esame nel vertice di Mosca tra Nixon e Breznev, nel luglio 1974, che diede luogo alla “Dichiarazione relativa all’ambiente naturale e al suo utilizzo per scopi militari”. Poco dopo, gli organi centrali della stampa sovietica denunciavano i danni eventuali della guerra meteorolgica e geofisica, così come l’orrore derivante dall’utilizzazione di defolianti e altri mezzi idonei ad incendiare le foreste e dava la primizia di una proposta sovietica tendente a mettere all’Ordine del giorno dell’Assemblea Generale dell’Onu un’interdizione conglobante tutte le azioni (militari o altre) sull’ambiente naturale, che non siano compatibili con gli interessi della scienza rivolta unicamente al benessere dell’uomo. L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite giudicò indispensabile raccomandare al Comitato di Ginevra per il disarmo, di lavorare per un testo concertato, atto a interdire tutte le azioni condotte sull’ambiente naturale e sul clima, per scopi militari o altro. Nel giugno del 1975 furono tenuti a Ginevra i negoziati preliminari relativi all’eventuale interdizione della guerra meteorologica. I negoziati avvennero “a porte chiuse” e nessuna notizia trapelò oltre al fatto che le delegazioni erano guidate da T.A. Davies, direttore aggiunto dell’Agenzia americana per il disarmo ed il controllo degli armamenti (ACDA) e dall’ accademico sovietico E.K. Fedorov, noto meteorologo. ...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage
Eshin
Newbie
Newbie


Registrato: Aug 23, 2010
Messaggi: 1839

MessaggioInviato: Ven Mar 30, 2012 1:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

Meteorologi eee?

Cos'erano in realtà? ?

C'è chi scrive...
Marshall ha incaricato Peter Schwartz e Doug Randall (del prestigioso gruppo di consulenza californiano Global Business Network) di redigere il rapporto.
Altri invece ...
due esperti della pianificazione strategica, Peter Schwartz e Doug Randall.
Altri ancora...
Pentagono da due futurologhi americani di vasta fama, Peter Schwartz e Doug. Randall.


E Cenerentola racconta
Due noti analisti, Peter Schwartz, consulente della Cia e Doug Randall del Global Business Network, avrebbero recentemente confezionato un rapporto sul ...
http://www.cenerentola.info/archivio/numero32/articoli_n.32/amb.htm


"...Europa nord-occidentale sarà secco, gelido e ventoso come quello siberiano. La pianura padana assomiglierà a una steppa, partirà una corsa al riarmo nucleare in preparazione di un’inevitabile apocalisse, chiusure di frontiere e guerre scatenate per mancanza d’acqua....."Ne stanno confezionando di cose...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
dana74
Newbie
Newbie


Registrato: Apr 15, 2009
Messaggi: 13903

MessaggioInviato: Ven Mar 30, 2012 1:29 pm    Oggetto: Rispondi citando

mi stupisco a volte come si possa mettere in dubbio ormai quel che è palese ma tant'è..

se non si vuol credere a Chossudovksy, Fabio Mini e tanti altri, mi chiedo quei brevetti depositati per la manipolazione climatica allora che ci stanno a fare.


Una domanda retorica, ma l'Onu non vietata la manipolazione climatica già nel lontano 1974 (non son sicura della data)?

Certo, basta dire si tratta di un programma di ricerca e scavalcato il problema, ma da allora, quella cosca chiamata Onu, s'è più pronunciata?

Ah inoltre su meteolive segnalavano l'anomalia di una alta pressione persistente e se ne stupivano parecchio, come si stupivano come la stampa non ne parlasse minimamente, non sono affatto complottisti e questa è una vaga contro riprova una qualche alterazione ...

ora la cerco
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
dana74
Newbie
Newbie


Registrato: Apr 15, 2009
Messaggi: 13903

MessaggioInviato: Ven Mar 30, 2012 2:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

ah intanto "accordo" Italia - Usa sul CLIMA

http://www.scribd.com/doc/9381320/Piano-dettaglio-Accordo-Italia-USA-sul-Clima

del 2003

accordo l'ho virgolettato, l'accordo si fa tra parti contraenti con pari dignità, non è il caso di una colonia quale l'Italia è
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
green23
Newbie
Newbie


Registrato: Apr 16, 2012
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Sab Apr 21, 2012 10:56 pm    Oggetto: Lo scrivono sul sito della difesa americana gia' nel 97 Rispondi citando

riposto la mia risposta al articolo sul terremoto a Palermo
intanto vi lascio un paio di Link http://greenfamilystudios.blogspot.com/2012/01/documentario-sullarma-climatica-haarp.html http://greenfamilystudios.blogspot.com/2011/04/haarp-e-guerra-ambientale.html poi prego tutti quelli che ritengono queste informazioni demenziali...di informarsi prima di scrivere e troveranno descrizioni dettagliate, interrogazioni al parlamento europeo etc....su questo tipo di armi e su questo tipo di nuova "vecchia tecnologia" magari si trattasse solo di fantascienza!! se sapete l'inglese leggetevi bene questa intervista su sito della difesa americana e poi porgete le Vostre scuse a chi cerca di aprirvi gli occhi. http://www.defense.gov/transcripts/transcript.aspx?transcriptid=674 un breve estratto dove dice testuali parole: Others are engaging even in an eco- type of terrorism whereby they can alter the climate, set off earthquakes, volcanoes remotely through the use of electromagnetic waves. In poche parole accusano i terroristi di cercare di utilizzare questa tecnologia per attacare gli USA....siamo alle solite accusano terzi per coprire i loro misfatti. Cercate di comprendere che se avete il vostro bel cellulare touch screen e il vostro super leggero laptop non potete ancora pensare realmente che la guerra si faccia solo a fucilate?e magari che si vada nello spazio ancora con i razzi? e che il fornetto a microonde sia magico?e non scrivo oltre per non destabilizzare troppo chi guarda senza vedere.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
green23
Newbie
Newbie


Registrato: Apr 16, 2012
Messaggi: 2

MessaggioInviato: Sab Apr 21, 2012 10:58 pm    Oggetto: Lo scrivono sul sito della difesa americana gia' nel 97 Rispondi citando

riposto la mia risposta al articolo sul terremoto a Palermo
intanto vi lascio un paio di Link

http://greenfamilystudios.blogspot.com/2012/01/documentario-sullarma-climatica-haarp.html

http://greenfamilystudios.blogspot.com/2011/04/haarp-e-guerra-

ambientale.html poi prego tutti quelli che ritengono queste informazioni demenziali...di informarsi prima di scrivere e troveranno descrizioni dettagliate, interrogazioni al parlamento europeo etc....su questo tipo di armi e su questo tipo di nuova "vecchia tecnologia" magari si trattasse solo di fantascienza!! se sapete l'inglese leggetevi bene questa intervista su sito della difesa americana e poi porgete le Vostre scuse a chi cerca di aprirvi gli occhi.
http://www.defense.gov/transcripts/transcript.aspx?transcriptid=674

un breve estratto dove dice testuali parole: Others are engaging even in an eco- type of terrorism whereby they can alter the climate, set off earthquakes, volcanoes remotely through the use of electromagnetic waves.

In poche parole accusano i terroristi di cercare di utilizzare questa tecnologia per attacare gli USA....siamo alle solite accusano terzi per coprire i loro misfatti. Cercate di comprendere che se avete il vostro bel cellulare touch screen e il vostro super leggero laptop non potete ancora pensare realmente che la guerra si faccia solo a fucilate?e magari che si vada nello spazio ancora con i razzi? e che il fornetto a microonde sia magico?e non scrivo oltre per non destabilizzare troppo chi guarda senza vedere.
[url][/url]
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
greiskelly
Newbie
Newbie


Registrato: Dec 14, 2011
Messaggi: 1224

MessaggioInviato: Lun Mag 07, 2012 8:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

la posto qui:

Tremendo tornado si abbatte sul Giappone

Dettagli
Creato Lunedì, 07 Maggio 2012 16:38
Scritto da Francesca Mancuso



Un violento tornado si è abbattuto ieri nei pressi di Tokyo, in Giappone, in una zona solitamente non soggetta a questo genere di fenomeni. Finora si parla di una vittima e circa 40 feriti.

Il tornado ha colpito la parte nord-orientale della capitale giapponese, distruggendo diverse costruzioni, tra case e uffici. Ma la zona maggiormente colpita è stata la città di Tsukuba, a 60 km da Tokyo. I vigili del fuoco e le squadre mediche si sono subito precipitate nella zona del tornado.

La città è un centro scientifico, con decine di istituti di ricerca e accademica. Qui sono state particolarmente colpite le aree residenziali. La vittima è un ragazzo di 14 anni, morto a seguito delle ferite riportate, secondo quanto ha riferito lo Tsukuba Medical Center. Circa 40 altre persone sono rimaste ferite, di cui almeno 10 ricoverati negli ospedali della zona.

La gravità della situazione è emersa subito. L'emittente pubblica NHK ha mostrato file di case senza tetto, complessi di appartamenti con balconi e finestre devastati, e pali del telefono basculanti. Secondo l'Huffington Post, le abitazioni danneggiate sono circa 200. La Tepco ha fatto sapere che 24.000 case sono rimaste senza elettricità.

Numerosi i danni anche nei centri vicini, come riportato da AFP. La cittadina di Moka, nella vicina prefettura di Tochigi ha contato un ferito e danni a 132 edifici. Un certo numero di lesioni di lieve entità sono state segnalate anche a Tochigi, mentre una fascia del Giappone orientale è stata colpita da forti venti, grandine, fulmini e pioggia. In totale, il tornado avrebbe danneggiato circa 500 case e palazzi nella regione del Kanto.

Ma c'è un punto oscuro. L'Agenzia meteorologica del Giappone ha spiegato che gli osservatori locali avevano messo in guardia le regioni di Tokai e Kanto Tohoku su una possibile tromba d'aria. Già ieri mattina le condizioni meteo erano instabili.

Il Giappone non ha fatto nemmeno in tempo a gioire per la chiusura dell'ultimo reattore. Proprio ieri infatti è stato il primo giorno del Giappone senza energia nucleare con la chiusura dell'ultimo impianto, quello di Tomari avvenuta il 5 maggio. Una notizia attesa da tempo, la liberazione del paese dall'atomo, passata in secondo piano a causa del tornado.

http://www.youtube.com/watch?v=P5OClURqzqU&feature=player_embedded




http://www.greenme.it/informarsi/ambiente/7553-tornado-giappone
Torna in cima
Profilo Messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Opinioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
 
 

Forums ©

 
  La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Precisa che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e che in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere considerato responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi. La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

- messaggi non concernenti il tema dell'articolo
- messaggi offensivi nei confronti di chiunque
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)




Disclaimer A meno di avvisi di particolari (articoli con diritti riservati) il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità.

Il logo del sito (adattato da xkcd.com) è rilasciato con licenza creative commons.