Welcome to ComeDonChisciotte
 
 

  USER PANEL

. Home
. Archivio per Data
. Cerca
. Il Forum
. Il Tuo Profilo
.
Messaggi Privati
. Pubblica
. Segnala Questo Sito
 

 

GLI ARTICOLI POSTATI NEL FORUM

entra nei forum

. Notizie dal mondo

. Notizie dall'Italia

. Opinioni

. Segnalazioni

. Cinema

. Libri

 

  FORUM: ULTIMI ARTICOLI


 Il cancro del wilsonismo americano in Europa, in Italia.
 Legge Stabilità, 5 Stelle: “Aiuto occulto a Sisal”
 In arrivo pesanti azioni false flag in funzione antirussa?
 Fusaro: La globalizzazione come falsa multiculturalità
 Dichiarazione Parlamento cubano
 Obama-Castro: quelli del NO
 Cristoforo Colombo...
 Jobs Act, Poletti contestato a Pisa
 Un Parlamentare Greco Rivela...
 M5S e referendum euro : che fare ?
 Obama a Cuba: regalo di Natale col "pacco"
 TI: parco del piano di Magadino
 Germania accettò euro in cambio del fallimento Italia
 La Russia non farà default perché…
 Rublo e salvataggio di Putin spiegati da Jacques Sapir

ComeDonChisciotte Forums

 

  UTENTI

Benvenuto, anonimo
Nickname
Password
(Registrare)
Iscrizione:
più tardi: MiMiNo
News di oggi: 0
News di ieri: 1
Complessivo: 8183

Persone Online:
Visitatori: 480
Iscritti: 4
Totale: 484

Online ora:
01 : albsorio
02 : ottavino
03 : sanpap
04 : egenna
 

 

La netiquette di ComeDonChisciotte: alcune norme minime per la convivenza e il dialogo costruttivo nel sito





UNA PRESENTAZIONE DI TRUMAN BURBANK
 

  LETTURE SEGNALATE

Crocifissioni riprese dallo smartphone. Antropologia politica di Isis

Cassazione a Napolitano: tornare subito al voto

Libertà e Giustizia: Verso la svolta autoritaria

Marco Mamone Capria - Vivisezione: un po' di chiarezza sul dibattito in corso

Perché nessuno stato ha il Credito pubblico?

GZ - Più Moneta Creano più ti Dicono che non ci Sono Soldi

Il Sussidiario - Una nuova mega-bolla finanziaria ci darà la ripresa

Antonio Camuso - Kabul: stragi di piloti e guerre tra contractor

Rigamo - La notte dei Ganzer viventi

Marco Mamone Capria - La scienza in una società democratica

Giulio Sapelli - Col potere ai professori venne l’inverno della nostra civiltà

Bagnai - Crisi finanziaria e governo dell'economia

Petras - Verso dittature tecnocratiche

 

 

Alfabeta2

andreacarancini.blogspot.it

Animal Station

Appello al Popolo

ArruotaLibera

Alberto Bagnai

Carlo Bertani

Bye Bye Uncle Sam

Cado In Piedi

Campo Antimperialista

Franco Cardini

Carmilla Online

Marco Cedolin

Civium Libertas

Clarissa

Cloroalclero

Cobraf

COMIDAD

Conflitti e Strategie

Da Dietro Il Sipario

Decrescita Felice

Democratic Nutrition

Doppio Cieco

Eddyburg

Eurasia

Free Animals

Geopolitica

Geopoliticamente

Giornale del Ribelle

Fulvio Grimaldi

Iceberg Finanza

Io Non Sto Con Oriana

Karlmarxplatz

Kelebleker

Libre Idee

Loop on Line

Domenico Losurdo

Mainstream

Antonio Mazzeo

Megachip

Nazione Indiana

Nena News

nogeoingegneria.com

Eugenio Orso

Palestina Libera!

I Quaderni di Truman

Rinascita

Rischio Calcolato

Salamelik

Selvas

Senza Soste

Sinistra In Rete

Sollevazione

Tlaxcala

Veganzetta

La Voce delle Voci

La Voce del Ribelle

Voci Dalla Strada

 

 

fratelli

tasse non dovute

fini



 

 

Alainet.org

Argenpress

Cubadebate

Daniel Estulin

Gara

Percy Francisco Godoy

InSurGente

La Haine

Kaos en la Red

La Jornada

Alberto Montero

Vicenç Navarro

Nueva Tribuna

Pagina/12

Rebelion

Sinpermiso

Adrian Salbuchi

Sur y Sur

Tercera Informacion

Visiones Alternativas

Rodolfo Walsh

 

 
  comedonchisciotte :: Leggi il Topic - Mario Monti e i poteri deboli
 FAQFAQ   CercaCerca   Gruppi utentiGruppi utenti   ProfiloProfilo   Messaggi PrivatiMessaggi Privati   LoginLogin 

Mario Monti e i poteri deboli

 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Segnalazioni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Georgejefferson
Newbie
Newbie


Registrato: Oct 25, 2011
Messaggi: 2709
Località: Pontevico (bs)

MessaggioInviato: Lun Feb 20, 2012 12:52 am    Oggetto: Mario Monti e i poteri deboli Rispondi citando

MARIO MONTI e I POTERI DEBOLI
Dossier composto e strutturato da Georgejefferson

premessa-Il Neoliberismo
IL Neoliberismo è un termine usato dagli appartenenti al liberalismo economico moderno, pensiero dominante sulla globalizzazione e dottrina che sostiene la separazione dell'economia dal controllo e partecipazione dello Stato, la privatizzazione dei servizi pubblici, la liberalizzazione di ogni settore anche strategico e la fine di ogni chiusura doganale. Secondo i critici, il neoliberismo non ha portato benessere, ma ha accentuato le disuguaglianze fra le differenti classi sociali all'interno dello stesso Paese e le differenze esistenti tra i paesi ricchi ed il "sud" del mondo,ovvero è aumentata la ricchezza di alcuni paesi e delle multinazionali a scapito della maggioranza delle popolazioni. La critica denuncia il carattere antidemocratico del neoliberismo. La tesi è che attraverso pratiche come l'uso dei media e lo sfruttamento della confusione e dello shock (causati da eventi come guerre, crisi o cataclismi), le grandi istituzioni finanziarie possano mettere sotto pressione i governi tramite lo strumento del debito, per far approvare riforme liberiste contro gli interessi generali delle popolazioni e a favore di lobby e multinazionali.

http://www.treccani.it/enciclopedia/neoliberismo/

http://it.wikipedia.org/wiki/Neoliberismo

parte prima-La Commissione Trilaterale
Mario monti è Figlio di un direttore di banca, nipote del banchiere Raffaele Mattioli e Presidente dell'Università ultraliberista Bocconi dal 1994, Presidente europeo della Commissione Trilaterale, gruppo privato di interesse mondialista e ultra-neoliberista, che coordina America settentrionale, Europa e Giappone. Un gruppo che si prefigge di diventare un organo privato di orientamento della politica internazionale dei paesi della triade (Stati uniti, Europa, Giappone), da qui il nome.

http://www.treccani.it/enciclopedia/mario-monti/

http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Monti

http://www.trilateral.org/go.cfm?do=Page.View&pid=11

In un articolo sul Newsweek, David Rockfeller, decano dei banchieri americani e fondatore della Commissione Trilaterale scriveva: “I governi devono essere sostituiti da qualcos’altro. Il business mi sembra il più adatto a prenderne il posto Rockfeller, 1991

Nel 2000 Daniel Janssen, ex presidente della Lobby industriale European Roundtable of Industrialists alla Commissione trilaterale scriveva:
“Da un lato stiamo riducendo il potere degli Stati e del settore pubblico attraverso privatizzazioni e deregolamentazione … Dall’altro stiamo trasferendo molti poteri dei governi nazionali ad una struttura più moderna a livello europeo. L’unificazione europea che serve al business come il nostro”

http://www.paolobarnard.info/docs/ilpiugrandecrimine2011.pdf

il senatore repubblicano Americano Barry Goldwater scrive nel 1979 che la Commissione e’ un centro di potere creato per sviluppare un potere economico globale non eletto, superiore ai governi politici delle nazioni coinvolte.

http://www.italiaoggi.it/giornali/preview_giornali.asp?id=1748355&codiciTestate=1&sez=notfoundG&testo=barry+goldwater&titolo=Bilderberg%20Group,%20regista%20del%20mondo

Lo scrittore francese Jacques Bordiot, sosteneva che per far parte della Trilateral, era necessario che i candidati fossero «giudicati in grado di comprendere il grande disegno mondiale dell’organizzazione e di lavorare utilmente alla sua realizzazione», e precisava che il vero obiettivo della Trilaterale fosse quello «di esercitare una pressione politica sui governi delle nazioni industrializzate, per portarle a sottomettersi alla loro strategia globale».

http://it.wikipedia.org/wiki/Commissione_Trilaterale

Il professor Piergiorgio Odifreddi ha invece liquidato tale organizzazione internazionale definendola, su Repubblica (9 nov.2011), “una specie di massoneria ultraliberista”

http://odifreddi.blogautore.repubblica.it/2011/11/09/mari-o-monti/

• Nel testo "The Crisis of Democracy" (pubblicato Sul St. Petersburg Times, agosto1974) redatto per la Commissione trilaterale nel 1975 si trova scritto:
- Lo Stato Sociale da ai lavoratori garanzie per alleviare la disoccupazione ed e' una deriva disastrosa - si avvertono i potenti che “L’impulso della democrazia è di diminuire il potere del governo e di diminuire la sua autorità”
- la concertazione sindacale produce allontanamento da parte dei lavoratori, che non si riconoscono in quel processo burocratico e tendono a distanziarsene, e questo significa che più i sindacati accettano la concertazione più diventano deboli e meno capaci di mobilitare i lavoratori, e di metter pressione sui governi”
- le uniche democrazie che funzionano sono quelle dove larga parte della popolazione resta in apnea.

http://news.google.com/newspapers?id=FkBSAAAAIBAJ&sjid=QXkDAAAAIBAJ&pg=7385,1213898&dq=crisis+of+democracy&hl=en

a pagina 161 c’e’la lista di ciò che secondo gli autori ostacola la democrazia:
1) la ricerca dell’eguaglianza e del valore dell’individuo… 2) l’espansione della partecipazione alla politica… 3) la competizione politica essenziale alla democrazia… 4) l’attenzione che il governo dà all’elettorato e alle pressioni dalla società.

http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=151

il giornalista Richard Falk,nel 1978 ,scrive sulle colonne della Monthly Review (storico mensile di New York): «Le idee della Commissione Trilaterale possono essere sintetizzate come l’orientamento ideologico che incarna il punto di vista sovranazionale delle società multinazionali, che cercano di subordinare le politiche territoriali a fini economici non territoriali».

http://www.investireoggi.it/forum/607501-post12.html


parte seconda-L’ASPEN INSTITUTE
Mario Monti fa parte del comitato esecutivo del gruppo Aspen Institute (SEZIONE ITALIANA),un’altra struttura globalista abbastanza ambigua finanziata principalmente da Fondazione Ford e Fondazione Rockefeller. Direttamente dalle pagine del sito si legge: “L'Istituto concentra la propria attenzione verso i problemi e le sfide più attuali della politica, dell'economia, della cultura e della società, con un'attenzione particolare alla business community italiana e internazionale. Il "metodo Aspen" privilegia il confronto ed il dibattito "a porte chiuse". Attorno al tavolo Aspen discutono leader del mondo industriale, economico, finanziario, politico, sociale e culturale in condizioni di assoluta riservatezza

http://www.aspeninstitute.it/
http://www.aspeninstitute.org/
http://www.aspeninstitute.it/istituto/identita-e-missione

Ne fanno parte Margaret Thatcher, Jimmy Carter e Condoleezza Rice(SEZIONE AMERICANA). Nei suoi seminari si formano i potenti del mondo, Attualmente Walter Isaacson è il presidente mondiale, chi è costui? E’ l’ ex presidente della CNN, il canale televisivo statunitense più potente e conosciuto al mondo. Pensate che quest’uomo ha rinunciato ad una delle poltrone più ambite del pianeta per sedere in cima all’ Aspen Institute. Da un episodio del genere possiamo dedurre la planetaria importanza di questa organizzazione.

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-10-07/biografia-miei-figli-220851.shtml?uuid=Aavr7wAE

http://www.repubblica.it/tecnologia/2011/10/06/news/jobs_bibliografia-22773839/ (vedi note su Walter Isaacson)

http://it.wikipedia.org/wiki/Walter_Isaacson

L’Aspen Institute Italia riunisce le più grandi industrie italiane, delle banche e delle assicurazioni, della cultura e della politica, non c’è settore che manchi all’appello: Generali, Fincantieri, Confindustria, la Rai, Mediaset, Pirelli, Poste Italiane, società Autostrade, Enel, Fiat etc. tutti i capitali italiani, di ogni settore, convergono nell’istituto come Soci sostenitori.
L’Aspen è il reale promotore del ritorno del nucleare in Italia
http://www.aspeninstitute.it/system/files/inline/Pagine%20da%20soci%20ita%201-10-10.pdf

http://www.agoravox.it/La-mamma-del-nucleare-all-italiana.html

Insomma questi soci non solo portano avanti le loro idee, ma si rendono disponibili ad appoggiare eventi specifici “su tematiche di rilevante interesse strategico“. Ma che significa? Che hanno il potere di veicolare le politiche del paese? I soci ordinari:”Enrico Letta, Mario Draghi, Giorgio Napolitano, Romano Prodi, Massimo D’Alema, Fedele Confalonieri, Lucia Annunziata, Paolo Mieli, Francesco Caltagirone, Cesare Geronzi, Franco Frattini, Gianfranco Fini, Gianni Letta, Luca Montezemolo, Sergio Marchionne, Emma Mercegaglia, Tommaso Padoa Schioppa, Giuliano Amato, John Elkann, Lucio Stanca ed altri

http://www.aspeninstitute.it/istituto/comunita-aspen/comitato-esecutivo

Il dibattito a porte chiuse è CONSIDERATO DA LORO come uno dei migliori metodi per curare le piaghe di questo mondo crudele. Libertà di pensiero a porte chiuse, bel modo di perpetrare il bene comune. Il punto è che Aspen non è un’associazione umanitaria, non fa beneficenza ed è lecito pensare che persone del calibro dei suoi membri non si riuniscano soltanto per scambiare quattro chiacchiere sui massimi sistemi o per il BENE COMUNE. I requisiti richiesti sono basilari, ma se non sei segnalato da un socio dell’Aspen Institute la possibilità di entrare a far parte della famiglia sono pressochè nulle. E’ chiaro che l’Aspen non è roba per tutti.

parte terza-Il Bilderberg
Mario Monti ha contribuito alla realizzazione del mercato unico intervenendo in favore della liberalizzazione dei movimenti di capitale, da alcuni chiamata anche fuga dei capitali e deregolamentazione

Membro del comitato direttivo del Gruppo Bilderberg, un incontro annuale per inviti, non ufficiale, di circa 130 partecipanti, la maggior parte dei quali sono personalità influenti in campo economico, politico e bancario.

http://www.bilderbergmeetings.org/participants_2011.html

I partecipanti trattano una grande varietà di temi globali, economici, militari e politici. Il gruppo si riunisce annualmente in hotel o resort di lusso in varie parti del mondo. I nomi dei partecipanti sono resi pubblici attraverso la stampa ma la conferenza è chiusa al pubblico e ai media. le discussioni durante questa conferenza non sono mai registrate o riportate all'esterno. A prescindere da cosa realmente accada, il solo fatto di come si svolga e di chi lo componga non risponde certo a una logica di democrazia e trasparenza.
http://it.wikipedia.org/wiki/Bilderberg

William Vincent Shannon, prestigioso giornalista, redattore del New York Times e ambasciatore degli Stati Uniti in Irlanda durante la presidenza Carter (1977-1981) dichiara: «I membri del Bilderberg stanno costruendo l'era del post nazionalismo: non avremo più paesi, ma piuttosto regioni della terra circondate da valori universali. Belle parole,naturalmente senza interpellare i cittadini, direttamente interessati, su chi deve decidere e quali siano i VALORI UNIVERSALI. Lo storico e autorevole giornale Times, nel 1977 descrisse i membri del Bilderberg Group come «una congrega dei più ricchi, dei più economicamente e politicamente potenti e influenti uomini nel mondo occidentale, che si incontrano segretamente per pianificare eventi che poi sembrano accadere per caso». Nel 1979 l'ex governatore repubblicano Barry Goldwater la descriveva come «un abile e coordinato sforzo per prendere il controllo e consolidare i quattro centri di potere: politico, monetario, intellettuale ed ecclesiastico grazie alla creazione di una potenza economica mondiale superiore ai governi politici degli stati coinvolti».

http://www.rassegnastampa-totustuus.it/modules.php?name=News&file=print&sid=4855

Giuseppe fortunato, componente del Garante per la privacy, e Presidente dell'Associazione Nazionale dei Difensori Civici Italiani dichiara: "Questa potentissima lobby mira a conquistare posizioni nelle istituzioni dell’Unione Europea a vantaggio dei suoi membri ed è strutturata con il meccanismo della segretezza quale obbligo assoluto dei membri. Ecco cosa hanno scritto alcuni giornalisti investigativi inglesi nel magazine on line di Bbc News a pochi giorni dal meeting di Stresa BILDERGERG (2004) "Si tratta di una delle associazioni più controverse dei nostri tempi. Nessuna parola di quanto viene detto nel corso degli incontri è mai trapelata."

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=print&sid=588

Il Barone Denis Winston Healey, ex Ministro britannico della Difesa (1964-1970) e delle Finanze (1974-1979) disse: «Quel che accade nel mondo non avviene per caso; si tratta di eventi fatti succedere, sia che abbiano a che fare con questioni nazionali o commerciali, e la maggioranza di questi eventi sono inscenati da quelli che maneggiano la finanza».

http://www.scienzaverde.it/index.php?option=com_content&view=article&id=368:gruppo-bilderberg-un-mistero-qquasiq-svelato&catid=60:edizione-n-9-gennaio-2010&Itemid=97

Giugno 1991 - I leader mondiali si incontrano per un'altra riunione a porte chiuse del Bilderberg Club a Baden Baden, in Germania. In quell'occasione, David Rockefeller afferma: ”Siamo grati alle grandi pubblicazioni i cui direttori hanno presenziato alle nostre riunioni e che rispettano le loro promesse di discrezione da quasi quaranta anni. Sarebbe stato impossibile per noi sviluppare il nostro piano mondiale se fossimo stati sotto le luci dei riflettori durante quegli anni. Ma il mondo ora è più sofisticato e più preparato a marciare verso un Governo Mondiale. L'autorità sovranazionale di un'élite intellettuale e di banchieri internazionali è certamente preferibile all'autodeterminazione nazionale praticata nei secoli passati”

parte quarta-Goldman Sachs
Dal 2005 Mario Monti è consulente internazionale per Goldman Sachs. Parliamo di una delle più potenti banche d'affari del mondo, ovvero un istituto bancario che, a differenza delle banche commerciali, non permette depositi ma offre servizi e specula con elevato rischio (da wikipedia enciclopedia). Il 16 aprile 2010 Goldman Sachs è stata incriminata per frode dalla SEC (l'ente governativo statunitense preposto alla vigilanza della borsa valori) e tuttora sotto processo negli Stati Uniti. Essa è banca speculatrice sulla crisi dei famosi mutui subprime (come scrive il Time).

http://www.repubblica.it/economia/2010/04/17/news/rampini_goldman-3407899/

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Finanza%20e%20Mercati/2010/04/goldman-sachs-inchiesta-federale-penale.shtml?uuid=688724f8-5431-11df-ba0b-5727e1f590b1&DocRulesView=Libero&fromSearch

http://www.telegraph.co.uk/finance/markets/2821324/Goldmans-traders-not-bosses-deserve-credit.html

http://www.idealista.it/news/archivio/2011/05/17/025553-crisi-dei-mutui-indaga-ancora-sulel-tre-banche-di-wall-street

Nell’aprile del 2010 i dirigenti della Goldman Sachs furono costretti a testimoniare al Congresso americano: Llyod Blankfein, presidente di Goldman, e David Viniar, vicepresidente esecutivo, sotto le pressanti domande del senatore Carl Levin furono costretti ad ammettere che sapevano di vendere spazzatura. Gary Gensler, ex dirigente della Goldman Sachs aiutò i politici degli stati uniti ad abolire la regolarizazione dei derivati, permettendo lauti guadagni prima della crisi accesa dalla stessa DERIVA CRIMINALE dei suddetti DERIVATI.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/11/11/goldman-sachs-lato-ombra-draghi-monti/169987/
http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=122

E’ ormai di dominio pubblico il coinvolgimento di GOLDMAN SACH nelle responsabilità della crisi greca. Ha investito nel debito della Grecia, aiutando il governo greco a mascherare le reali condizioni del proprio debito pubblico (lo scrive Spiegel, rivista settimanale con la maggior vendita in Germania), continua a speculare e, nonostante ciò, dettare condizioni sul debito greco.

http://www.telegraph.co.uk/finance/markets/2821324/Goldmans-traders-not-bosses-deserve-credit.html

Per Le Monde (Il principale quotidiano francese), dirigenti, consiglieri ma anche trader della Goldman Sachs si ritrovano oggi al potere nei Paesi europei chiave per la gestione della crisi finanziaria.

http://www.lemonde.fr/europe/article/2011/11/14/goldman-sachs-le-trait-d-union-entre-mario-draghi-mario-monti-et-lucas-papademos_1603675_3214.html

parte quinta-La Commissione europea e la B.C.E.
Monti è stato Commissario europeo tra il 1995 e il 1999… cosa e' la commissione europea?
Le leggi fatte da questo super Stato d’Europa sono vincolanti sulle nostre leggi nazionali, e sono persino più forti della nostra Costituzione. Le leggi verranno scritte da burocrati che noi non eleggiamo (Commissione Europea), mentre l’attuale Parlamento Europeo, dove risiedono i nostri veri rappresentanti da noi votati, non potrà proporre le leggi, né adottarle o bocciarle da solo. Potrà solo contestarle ma con procedure talmente complesse da renderlo di fatto secondario (noi votiamo solo chi ha un potere consultivo e non esecutivo ma in pochissimi lo sanno) http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=139
Angelo Panebianco, in un editoriale di prima pagina sul Corriere della Sera scrive: «si pretende che i Paesi membri dell' Unione siano democrazie, ma si pretende anche che se ne dimentichino tutte le volte che sono in gioco questioni di interesse europeo. Fino a Maastricht (1992) e oltre, il silenzio/assenso degli elettori garantì mano libera alle élites nella costruzione dell'Europa. Le classi dirigenti si erano abituate a credere che gli elettori, nelle faccende europee, non fossero poi tanto importanti.

http://archiviostorico.corriere.it/2011/novembre/28/MONETA_AMMALATA_DEMOCRAZIA_DEBOLE_co_8_111128003.shtml

competenze esclusive: solo l’UE ha il potere di legiferare in settori come l’unione doganale, la politica commerciale comune o la concorrenza.

http://europa.eu/lisbon_treaty/glance/democracy/index_it.htm

la mattina del 13 dicembre 2007, mentre in Italia si dibatte sugli inciuci del PD, per le urla di Beppe Grillo, o per l’ultima signorina del cavaliere… ventisette capi di governo europei si riunirono a Lisbona e decisero di inaugurare la costituzione europea… chiamata TRATTATO DI LISBONA per non incorrere nell’obbligo istituzionale di alcuni paesi al REFERENDUM. Nel Trattato è sancito il nostro futuro… Ma quelle corsie dove portano? Al nostro interesse di persone? Al nostro benessere? Alla nostra pacifica convivenza? Ce l’hanno chiesto? Abbiamo voce in capitolo? No, nessuno ce lo ha chiesto e quasi nessuno della gente comune ne sa nulla. È formato da migliaia di emendamenti a centinaia di regole già in essere per un totale di 2800 pagine. L’intera opera è architettata in modo da essere incomprensibile e illeggibile dagli esseri umani ordinari, inclusi i nostri politici. Come spiega il parlamentare europeo danese Jens-Peter Bonde “i primi ministri erano pienamente consapevoli che il Trattato non sarebbe mai stato approvato se fosse stato letto, capito e sottoposto a referendum. La loro intenzione era di farlo approvare senza sporcarsi le mani con i loro elettori”. Il nostro Giuliano Amato ribadì il concetto appieno, in una dichiarazione rilasciata durante un discorso al Centro per la Riforma Europea a Londra il 12 luglio del 2007: “Fu deciso che il documento fosse illeggibile, poiché così non sarebbe stato costituzionale”
(evitando in tal modo i referendum)

http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=139

Il Transatlantic Business Dialogue (TABD), senza dubbio la più ampia alleanza tra grandi Multinazionali e Stati, forse la più potente lobby industriale del mondo. Fondata nel 1995, costituisce una piattaforma di dialogo costante tra la Commissione Europea. permettono scambi di visioni e discussioni intorno alle scelte politiche tra i leader del business mondiale, ed i commissari dell’UE, al fine di sviluppare una stretta connessione tra il grande business ed i governi per risolvere specifici problemi, promuovere la cooperazione transatlantica e migliorare le opportunità di affari”. Con queste belle parole si presentano, ma, come documentato dal giornalista Paolo Barnard (REPORT-RAI TRE- I GLOBALIZZATORI), la Lobby arriva al punto di presentare annualmente sul tavolo dell’Europa una lista di priorità, sulla cui attuazione la Commissione si esprime dandosi letteralmente dei voti e manifestando tutte le migliori intenzioni per soddisfare le loro richieste. Nella lista dei suoi membri compaiono veri giganti multinazionali quali Ford, British American Tobacco, British Petroleum, BASF, Deloitte, Hernst&Young, Deutsche Bank, Microsoft, Pfitzer, Siemens, Thyssenkrupp, solo per citarne alcuni. Solo la Pfitzer, il colosso farmaceutico, ha un fatturato che eguaglia quello dei 18 Stati africani più ricchi. D’altronde, sulla “incisività” dell’azione del TABD si è espresso, nel 1997, l’allora Commissario europeo al Commercio, affermando come “il Trans Atlantic Business Dialogue è diventato un meccanismo efficace per ancorare le politiche dei governi agli interessi dei gruppi di affari.”

http://www.eurasia-rivista.org/la-crisi-e-l-unione-europea-conflitto-d%E2%80%99interessi-o-solo-interessi/12526/

Paolo Barnard/I globalizzatori http://www.youtube.com/watch?v=43HxGvIYCa0

Si stima vi siano a Bruxelles 15000 lobbisti che difendono gli interessi delle grandi aziende europee

http://it.wikipedia.org/wiki/Gruppo_di_pressione

In uno studio svolto da ALTER-EU (organizzazione che si occupa di proporre strumenti per la trasparenza alle influenze lobbystiche sulla politica europea) si conclude: «la Commissione cerca la sua legittimità di governo non dalla società civile europea, ma esclusivamente dal settore finanziario privato».

http://www.alter-eu.org/sites/default/files/documents/bursting-the-brussels-bubble.pdf

il commissario europeo responsabile per il personale, Sim Kallas ha affermato di non poter impegnare la Commissione a favore di norme vincolanti, questa e' stata una sua risposta all'idea di varare un regolamento per le tante lobby che prosperano a Bruxelles, richiesta da una coalizione di 140 organizzazioni non governative

http://www.vita.it/news/view/47691

La commissione europea e' impregnata di enormi conflitti di interesse, impallidiscono i politici nostrani... rappresentanti del "Businnes" ENTRANO ED ESCONO CONTINUAMENTE DAI LUOGHI DI POTERE

http://it.euronews.net/2011/04/01/ue-europarlamento-discute-norme-anti-lobby/

http://www.glieuros.eu/Conflitto-d-interessi-all-europea,4229.html?lang=fr

http://www.blog.art17.it/2011/12/04/la-crisi-e-l%E2%80%99unione-europea-conflitto-d%E2%80%99interessi-o-solo-interessi/

Il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy, il 30 nov.2010, agli ambasciatori dichiara:
"Per stare nell’Euro che abbia una struttura credibile occorre sacrificare la sovranità nazionale"

http://www.repubblica.it/economia/2011/11/30/news/rehn_giorni_critici_per_euro-25830125/

http://wwww.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2011/11/30/visualizza_new.html_12010151.html

Poi all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Istituto universitario europeo a Fiesole:
”L’Italia ha bisogno di riforme, non di elezioni”

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2011-11-11/rompuy-italia-bisogno-riforme-163427.shtml?uuid=Aaud4fKE

Nessuno, fra i cittadini europei, lo ha eletto e si sbilancia nel dire se siano necessarie elezioni o meno..sacrificare sovranità in uno degli stati più grandi che gli pagano lo stipendio.

Mario Monti dichiara solennemente quanto sia importante attuare le misure (a suo dire) necessarie per la crescita suggerite (imposte?) dalla COMMISSIONE e BANCA CENTRALE EUROPEA, vediamo queste misure estraendo le dichiarazioni più sconcertanti che troviamo nella famosa lettera della BCE per il parlamento italiano:
• È necessaria una piena liberalizzazione dei servizi pubblici locali, Questo dovrebbe applicarsi in particolare alla fornitura di servizi locali attraverso privatizzazioni su larga scala
• riformare ulteriormente il sistema di contrattazione salariale collettiva
• da ritagliare i salari e le condizioni di lavoro alle esigenze specifiche delle aziende
• accurata revisione delle norme che regolano l’assunzione e il licenziamento dei dipendenti
• prendere immediatamente misure allo scopo di migliorare l’efficienza amministrativa e la capacità di assecondare le esigenze delle imprese
• il Governo dovrebbe valutare una riduzione significativa dei costi del pubblico impiego, rafforzando le regole per il ricambio e, se necessario, riducendo gli stipendi

http://www.corriere.it/economia/11_settembre_29/trichet_draghi_italiano_405e2be2-ea59-11e0-ae06-4da866778017.shtml?fr=correlati

C’e’ da sottolineare che lo stesso MARIO DRAGHI (governatore della BCE). ad una conferenza stampa datata 8 dicembre 2011 dichiara: ”in effetti nel breve termine l’austerità e l’aumento delle tasse (pacchetto Monti) causeranno impoverimento economico”. Ma aggiunge subito che si tratta di un effetto collaterale sulla via di una splendida guarigione per un motivo: perché mentre verrà applicata l’austerità, confermata come essenziale e i popoli europei sottoposti a questa cura diventeranno “competitivi, potranno contare sull’export”

http://www.mecpoc.org/2011/12/not-only-in-germany-the-ecb-now-wants-export-driven-growth-for-whole-europe/

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=284

resta da capire cosa intenda per splendida guarigione, a chi andranno questi presunti benefici, e come potranno contare sull’export in un paese impoverito, visto che l’unico modo rimane quello di tagliare il costo del lavoro (masse di lavoratori alla cinese?)

Mario Draghi dal 2002 al 2005 è stato vicepresidente e membro del management Committee Worldwide della Goldman Sachs, proprio nel periodo in cui in America le banche d’affari erano scatenate in manovre speculative e scavavano il disastro finanziario che si è materializzato nel 2008, trascinando il resto del mondo.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/11/11/goldman-sachs-lato-ombra-draghi-monti/169987/

parte sesta-varie finali
Monti è stato primo presidente del Bruegel, think tank economico nato nel 2005 a Bruxelles finanziato attualmente da 16 Stati membri e da ben 28 multinazionali, con lo scopo di influire privatamente sulle politiche economiche comunitarie.

http://archiviostorico.corriere.it/2005/gennaio/19/Centro_Bruegel_commissario_Monti_alla_co_9_050119035.shtml

http://www.bruegel.org/about/

Nel curriculum pubblicato nella concessione della laurea Honoris Causa a MARIO MONTI, troviamo che è membro del board, come EUROPEAN ADVISORY COUNCIL di Moody’s ( inquisita a Bari per aggiotaggio e manipolazione di mercato ), una delle tre sorelle AGENZIE DI RATING che danno i voti ad aziende e stati, come opinioni… ma sconquassando le aspettative dei mercati anche se sono state incapaci di vedere l'avvicinarsi della crisi americana dei subprimes nel 2007, tutti prodotti promossi fino al giorno del loro crollo, ma anche di prevedere la crisi del debito sovrano della zona euro, come sottolinea il fondo monetario internazionale. Un errore che cercano di far dimenticare con i loro continui declassamenti (in ultimo, declassano l’italia stimolando l’onda di indignazione riguardo al debito pubblico…mentre l’ITALIA POSSIEDE IL MINOR DEBITO PRIVATO D’EUROPA, DOPO LA GERMANIA… POSSIEDE IL MAGGIOR RISPARMIO PRIVATO D’EUROPA, DOPO LA GERMANIA… POSSIEDE LA SECONDA INDUSTRIA MANUFATTURIERA D’EUROPA E POSSIEDE ANCORA, nonostante le svendite degli anni 90, UN FORTE PATRIMONIO PUBBLICO, dati BANKITALIA

http://www.bancaditalia.it/statistiche/stat_mon_cred_fin/banc_fin/ricfamit/2011/suppl_64_11.pdf

http://www.presseurop.eu/it/content/article/709601-che-gioco-giocano-le-agenzie-di-rating

http://video.ilsole24ore.com/SoleOnLine4/Video/Finanza%20e%20Mercati/2010/agenzie-rating-bufera/agenzie-rating-bufera.php

Standard & Poor e Moody’s (società private, quindi non enti pubblici autorizzati) sono partecipate da banche d’affari e proprietari INGLESI E AMERICANI, in palese conflitto d’interessi.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/08/11/dietro-le-agenzie-di-rating-interessi-in-conflitto-della-finanza-mondiale/151056/ http://it.wikipedia.org/wiki/Rating

“la maggioranza che sorregge un governo che si mette anche brevemente in contrasto con i mercati internazionali si decompone e il governo cade” (Dichiarazione di Marcello De Cecco, (considerato il più autorevole economista italiano, La Sapienza, Roma).


Mario Monti ha colpito Bill Gates con una multa di 497 milioni di euro. La cifra sembra un gran risultato, dobbiamo considerare però che Bill Gates, per molti anni l'uomo più ricco del mondo, possiede un patrimonio stimato (2011) di 80 miliardi di dollari, ed un giro d’affari di circa 60 miliardi annui..controlla da solo una ricchezza superiore a quella prodotta singolarmente da centoventinove nazioni del nostro pianeta. Dal monopolio si passa ad un non meno preoccupante oligopolio, dove la concorrenza e’ lecita, ma solo tra giganti del settore.

http://www.treccani.it/enciclopedia/william-henry-iii-gates_(Enciclopedia_Italiana)/

http://it.wikipedia.org/wiki/Bill_Gates

http://www.paolobarnard.info/docs/IL%20LIVE%208%20DELLA%20IPOCRISIA.htm

http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=2968#axzz1heKP3Ijs

Monti ha bloccato nel 2001 l'autorizzazione per la fusione fra i due colossi statunitensi General Electric e Honeywel. Si e' dichiarato che l'abuso di posizione dominante potrebbe estromettere dal mercato (con i suoi relativi interessi) i concorrenti come Rolls Royce e Pratt & Whitney, nei settori aereospaziali...

http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=11905

http://archiviostorico.corriere.it/2001/luglio/04/Honeywell_Europa_blocca_maxi_fusione_co_0_0107043220.shtml

Queste presunte lodevoli iniziative contrastano con altre iniziative più Laissez-faire (lascia fare) riguardo a questioni di mercato ad alto interesse sociale come i frequenti via libera concessi ad aziende come la MONSANTO riguardo all'alimentazione umana(OGM e BREVETTI SULLE SEMENTI)

http://www.ilsole24ore.com/art/economia/2010-07-14/scelte-libere-colture-082711.shtml?uuid=AYgcxg7B

http://www.corriere.it/esteri/10_marzo_02/ue-fine-embargo-ogm_42b721ca-25eb-11df-9cde-00144f02aabe.shtml
http://finanza.repubblica.it/News_Dettaglio.aspx?code=704&dt=2011-07-05&src=TLB

http://www.ansa.it/web/notizie/canali/energiaeambiente/speciali/2011/11/30/visualizza_new.html_12047509.html

http://www.aiol.it/news/2010/11/18/concentrazioni-la-commissione-ue-approva-condizionale-l%E2%80%99acquisizione-da-parte-della-

http://www.molecularlab.it/news/view.asp?n=2307

Nel 1999 Mario Monti è stato costretto, nella sua qualità di Commissario europeo sotto la presidenza Santer, a dare le dimissioni “per l’accertata responsabilità collegiale dei Commissari nei casi di frode, cattiva gestione e nepotismo” messi in luce dal Collegio di periti nominato appositamente dal Parlamento Europeo..“raccomandazioni e favoritismi”; di abusi che hanno comportato, con il sistema dei “sottomarini” l’erogazione non controllata di oltre 7.000 miliardi (spariti) nell’ambito dell’Ufficio Europeo per gli Aiuti umanitari d’Emergenza. Nel 1999, dopo questi fatti, ha provveduto la successiva Commissione, con presidente Romano Prodi, a riconsegnargli il posto.
Mario Monti perseguì il gruppo Coca-Cola per abuso di posizione dominante. Nel 2004, per evitare un contenzioso, raggiunse un accordo in base al quale il colosso americano rinunciò ad alcuni comportamenti censurati dal commissario Ue. Giusto il tempo di far dimenticare il braccio di ferro e nel 2006, sorpresa, Monti viene assunto dalla Coca-Cola come membro dell'international advisory board

http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Monti

http://www.megachip.info/tematiche/democrazia-nella-comunicazione/7140-goldman-sachs-mario-monti-e-il-governo-dellitalia.html

il professore ha accettato di trasformare l’Italia in un bel discount, grazie all’impegno promesso all'Europa ad abrogare la “golden share”, il meccanismo che ha finora permesso allo Stato di conservare il controllo di aziende strategiche, per fini pubblici,nei settori energetici di energia, comunicazioni e difesa: Eni, Snam rete gas, Enel, Telecom, Finmeccanica, poste... la “golden share”, permetteva allo stato italiano di intervenire e bloccare eventuali scalate di privati per fini di pubblica utilità. La commissione europea (politici non votati da nessuno) ritiene si contrastino le norme sulla libera circolazione dei capitali (o fuga e deregolamentazione??). Le pressioni sull’Italia in tal senso sono fortissime ma dove nessuno sembra aver fretta di demolire meccanismi simili presenti in Germania, Francia e altri Paesi dell’area euro. Finmeccanica, dopo il recente (casuale) mega crollo borsistico, ha una capitalizzazione di appena due miliardi (solo i suoi beni immobili valgono il doppio) Mario monti, estremista del libero mercato...sarà lui ad aprire le finestre alla definitiva uscita dello Stato Italiano dalla sua stessa economia?

In un articolo uscito il 13/9/2011 sul Sole24Ore, dal Titolo: "Tremonti vara il piano Britannia 2" Sembra che l’operazione sia in fase conclusiva tanto da far dichiarare a MASSIMO GIANNINI su repubblica testuali parole: "Si parla di cessioni pubbliche per 400 miliardi di euro, tra quote di Eni ed Enel, Terna e Poste, Rai e beni immobili, un grande saldo di fine stagione"

http://eventiquattro.ilsole24ore.com/eventi-e-altro/diritto-e-societa/notizie/2011/11/24/golden-share-un-mese-allitalia.aspx

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2011/11/23/golden-share-il-giallo-del-deferimento-ue.html

http://www.ilgiornale.it/economia/saglia_ok_riforma_golden_share/29-11-2011/articolo-id=559469-page=0-comments=1

http://www.milanofinanza.it/news/dettaglio_news.asp?id=201109130942011739&chkAgenzie=PMFNW

http://www.repubblica.it/politica/2011/09/14/news/tremonti_giannini-21634177/

Mario monti tempo fa in un video dichiara: ”Non dobbiamo sorprenderci che l’Europa abbia bisogno di gravi crisi per fare passi avanti. I passi avanti dell’Europa sono per definizione cessioni di parti di sovranità nazionali a un livello comunitario. Abbiamo bisogno delle crisi per fare passi avanti, ma quando una crisi sparisce rimane un sedimento, perché si sono messi in opera istituzioni, leggi… per cui non è pienamente reversibile”…cioè.. nuovi sovrani non eletti rimangono in pianta stabile.

http://www.youtube.com/watch?v=STEvyznA2Ew

Ospite da GAD LERNER su LA7, disse: “L’euro è stato un successo, e la crisi greca ne è la dimostrazione come caso limite di scuola”…con buona pace di milioni di EX lavoratori, innocenti e disperati.

http://www.youtube.com/watch?v=Qq7omxEXhR8

parte settima-Situazione
Si dice che il centrodestra al governo non sia stato capace di attuare le riforme strutturali necessarie al paese per la crescita, fortemente suggerite dagli organi europei, nell’era dei 17 anni di presenza, si dice che ci sia stato un progressivo impoverimento del paese, ed e’ vero. Ma nonostante i ripetuti scandali morali ed economici avvenuti… dalle escort ai vari processi imputati al cavaliere, lui resta in sella ed altezzoso si compiace del potere che mantiene… nonostante le cosiddette leggi ad personam, scudi fiscali, depenalizzazione del falso in bilancio,accorciamento dei limiti alla prescrizione, processi brevi e quant’altro… a fine 2011 le borse crollano, lo spread con i titoli tedeschi vola… Si dice che non riesce a riformare per il bene del paese perché considera l’ulteriore impoverimento un male per toccare suoi, e di altri amici, interessi..GLI ORGANI EUROPEI cominciano a consigliare le dimissioni, Lui insiste..rimane…la macchina del fango in cosi tanti anni non ha funzionato. Succede un fatto: il 9 Nov 2011, crollo verticale per Mediaset -12%, perdita del valore azionario record.. alla Camera il premier scende a 308 deputati, 8 in meno della maggioranza… Mario Monti è nominato senatore a vita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano nell’arco di una settimana, 12 nov 2011, Berlusconi sale al Quirinale per rassegnare le sue dimissioni ed Il 13 nov 2011, Monti riceve da Napolitano l'incarico per la formazione di un nuovo governo… a tempo di record Berlusconi si fa da parte… ma gli esperti negano le accuse di ricatto finanziario.. non ci sono poteri forti, come si appresta a tranquillizzare Monti ed il cavaliere si è dimesso per GRANDE SENSO DI RESPONSABILITA’ per il bene del paese.
Bossi dichiara successivamente: ”Ero presente, i suoi dirigenti a Roma gli hanno detto -Silvio qui ti distruggono le imprese vai a dimetterti” Ma naturalmente Bossi le spara sempre grosse e non e’ credibile. Ora MARIO MONTI e’ al governo, paladino del bene comune, non eletto ma necessario per le riforme della GRANDE EUROPA DEI POPOLI(?) Accolto dall’opinione pubblica che lo conosce da ora come l’anziano, saggio professore.

http://www.nanopress.it/economia/2011/11/09/borsa-crollo-verticale-per-mediaset-12-spread-a-560_P4527541.html

http://www.daw-blog.com/2011/11/25/bossi-berlusconi-e-stato-ricattato-si-e-dimesso-per-salvare-mediaset/

Conclusione
Vediamo cosa ha prodotto nel mondo questo fantomatico NEOLIBERISMO detto anche GLOBALIZZAZIONE:

1.Certe grandi banche d’affari anno un fatturato pari a quello di stati di medie dimensioni, sono intoccabili, e dettano legge 2.Una finanza fuori controllo può ridurre sul lastrico milioni di persone per i suoi errori e i suoi interessi 3.Spostare soldi è diventato un mestiere che fa guadagnare ad un singolo l’equivalente di dieci dottori o venti insegnanti. 4.La massa monetaria che gira intorno alla finanza, fatta da pezzi di carta e impulsi elettronici, è quattro volte la ricchezza del pianeta.
Sappiamo che non e’ possibile ora abolire questo mondo di ricchezza di carta ma si può e si deve regolamentarlo, sgonfiarlo, e indirizzarlo al bene comune.
“Se si continuerà a pensare che la democrazia non vada presa sul serio, che l' Europa si possa fare senza chiedere il permesso agli elettori, e che i politici preoccupati del consenso elettorale nazionale siano solo degli irresponsabili, alla fine si sfascerà tutto. Non solo l' euro. “

(Angelo Panebianco, editoriale di prima pagina sul Corriere della Sera)

Non c'è democrazia senza trasparenza, né può esservi in mancanza di un mandato popolare forte ed esplicito. La negazione del nostro diritto di rappresentanza e partecipazione in nome di logiche che vengono assunte a porte chiuse nelle sedi elettive dove si tutelano interessi privati...dove si decide le sorti di interi popoli senza che a questi venga garantita una chiara percezione delle cose…
Tutto può essere, tranne democrazia.


Dossier composto e strutturato da Georgejefferson
Musiche della versione video Georgejefferson

www.georgejefferson.altervista.org
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Segnalazioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum

Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
 
 

Forums ©

 
  La redazione non esercita un filtro sui commenti dei lettori. Precisa che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e che in nessun caso comedonchisciotte.org potrà essere considerato responsabile per commenti lesivi dei diritti di terzi. La redazione informa che verranno immediatamente rimossi:

- messaggi non concernenti il tema dell'articolo
- messaggi offensivi nei confronti di chiunque
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisca una violazione delle leggi vigenti (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)




Disclaimer A meno di avvisi di particolari (articoli con diritti riservati) il materiale presente in questo sito può essere copiato e ridistribuito, purchè vengano citate le fonti e gli autori. Non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale pubblicato. I contenuti sono pubblicati senza periodicità.

Il logo del sito (adattato da xkcd.com) è rilasciato con licenza creative commons.